Source Code

/ 20117.1466 voti
Source Code

Suo malgrado, il capitano Colter Stevens è parte fondamentale di un esperimento governativo denominato Source Code: dovrà cercare di sventare un attentato grazie a ripetuti gap spazio/temporali.
Andrea ha scritto questa trama

Titolo Originale: Source Code
Attori principali: Jake GyllenhaalMichelle MonaghanVera FarmigaRussell PetersMichael ArdenJeffrey Wright, Cas Anvar, Brent Skagford, Craig Thomas, Gordon Masten, Susan Bain, Joe Cobden, Paula Jean Hixson, Lincoln Ward, Kyle Gatehouse, Albert Kwan, Anne Day-Jones, Clarice Byrne, James A. Woods, Tom Tammi, Matt Holland, Jasson Finney, Kyle Allatt, Frédérick de Grandpré, Pierre Leblanc, Scott Bakula, Joti Nagra
Regia: Duncan Jones
Sceneggiatura/Autore: Ben Ripley
Colonna sonora: Chris Bacon
Fotografia: Don Burgess
Costumi: Renée April, Blanche Boileau
Produttore: Mark Gordon, Hawk Koch, Philippe Rousselet, Fabrice Gianfermi, Jeb Brody, Jordan Wynn
Produzione: Canada, Usa
Genere: Drammatico, Thriller, Fantascienza
Durata: 93 minuti

14 Settembre 2014 in Source Code

Un “Ricomincio da capo” in chiave action-fantascienza (anche se come argomenti assomiglia più a “Edge of tomorrow”). L’inizio si è un pò spaesati come il protagonista Jake Gyllenhaal ma poi il film guadagna sia in ritmo che in azione. Trama interessante e buon finale. Da citare anche la splendida Michelle Monaghan nei panni della passeggera del treno, Vera Farmiga (quella che dà ordini a Jake) e Jeffrey Wright (il creatore del Source Code).

Leggi tutto

Notevole! 7,5 / 15 Marzo 2014 in Source Code

Il regista Jones imbastisce un film tra sci-fi e azione in modo superbo, anche se Gyllenhaal rende un pò monotono il personaggio. Una trama semplice ma che si intreccia nello spazio-tempo fino a portare a un finale sorprendente, che forse era scontato, ma lascia comunque da pensare. I primi 20 minuti apprezzabilissimi!

5 Dicembre 2013 in Source Code

Incasinato e paradossale, ma godibile.
C’era il rischio di cadere nella monotonia, dovendo L’ESPRESSIVISSIMO Jake ripetere sempre la stessa sequenza, ma non è stato così.
Buon film.

26 Giugno 2013 in Source Code

Jones è un autore originale, che in soli due film è riuscito a ben definire una propria poetica, basata su un sapiente dosaggio di fantascientifico e onirico in un cocktail dal sapore melanconico, persino tragico, in modo da incanalare le idee cerebrali di base in un plot accattivante anche per il grande pubblico. La trama è dinamica perché si basa sulla tensione fra due dimensioni, ma ci rendiamo subito conto che la più esplicita è anche quella meno interessante per il senso del film: non la dimensione del giallo, della ricerca del colpevole bensì quella della ricerca di sé. Non a caso il film si svolge interamente in due non-luoghi: una capsula che è e non è, un treno che è e non è. Insomma, i parallelismi con “Moon” sono evidenti, ma quest’ultimo possedeva una maggiore potenza espressiva-visionaria e una più efficace riflessione esistenzialistica, mentre “Source code” soffre per qualche evidente forzatura (pegni della produzione hollywoodiana), o meglio per una mancanza d’equilibrio in alcuni punti: la stonatura fra la tragicità della struttura generale rispetto allo spudorato happy ending e la prolissità esplicativa di alcune battute (a volte molli, addirittura con il solito richiamo allo spauracchio “quantistico”), in contrasto con il puro gusto per l’inattendibilità che attraversa l’intero film.

Leggi tutto

13 Gennaio 2013 in Source Code

Fanta-thriller appassionante e equilibrato; tanta azione, cervellotica e un po’ contorta, fatta con raffinatezza e senza soluzioni estremamente rivolte solo all’audience. Seconda ottima prova di un regista decisamente interessante.