Slow West

/ 20156.632 voti
Slow West

Fine Ottocento. Il sedicenne Jay Cavendish attraversa gli Stati Uniti alla ricerca della ragazza amata, in compagnia di Silas, un misterioso viaggiatore.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Slow West
Attori principali: Michael FassbenderMichael FassbenderKodi Smit-McPheeKodi Smit-McPheeBen MendelsohnBen MendelsohnCaren PistoriusCaren PistoriusRory McCannRory McCannBrooke Williams, Alex MacQueen, Kalani Queypo, Madeleine Sami, Tawanda Manyimo, David T. Lim, Jeffrey Thomas, Hayden Frost, Kieran Charnock, Michael Whalley, Brian Sergent, Edwin Wright, Ken Blackburn, Karl Willetts, Stuart Martin, Stuart Bowman, Andy McPhee, Andrew Robertt, Aaron McGregor, Mostra tutti

Regia: maschioJohn Maclean
Sceneggiatura/Autore: John Maclean
Colonna sonora: Jed Kurzel
Fotografia: Robbie Ryan
Costumi: Kirsty Cameron
Produttore: Michael Fassbender, Emile Sherman, Iain Canning, Katherine Butler, Rachel Gardner, Conor McCaughan
Produzione: Gran Bretagna, Nuova Zelanda
Genere: Azione, Thriller, Western
Durata: 84 minuti

Dove vedere in streaming Slow West

La vita è beffarda / 29 Agosto 2016 in Slow West

Gradevole nonostante la drammaticità degli eventi, l’esordio alla regia di un lungometraggio dello scozzese John Maclean ha un che di coeniano nella preponderanza che riveste il caso nello sviluppo del racconto: anche la carrellata finale sui corpi dei tanti morti che punteggiano il film sostiene l’assunto che “la vita è un attimo” e che in un mondo senza regole (come quello del vecchio West) l’unica regola è proprio quella.

Detto ciò, non sono rimasta pienamente colpita dal film. In particolare, non credo di aver apprezzato la caratterizzazione dei protagonisti: Jay Cavendish (Kodi Smit-McPhee) è “solo” un ragazzino romantico, avventato in virtù della propria giovinezza e forte del suo denaro. Non sono riuscita a ravvisare in lui nulla di notevole, se non una buffa cocciutaggine dovuta alla sua età. Silas (Fassbender) proclama a più riprese di aver imparato molto da lui: “Jay era così, Jay era cosà”, ma gli apprezzamenti per il suo compagno di viaggio suonano più come idealizzazioni del ricordo che caratteristiche comprovate dai fatti.
A mio impietoso parere, di Jay e Silas il film offre una spolverata incolore, incapace di far entrare i due protagonisti nel cuore e nell’immaginario (nei miei, perlomeno).

Leggi tutto

Sangue e romanticismo / 26 Agosto 2016 in Slow West

Vincitore al Sundance 2015 per la categoria “World cinema”, questo western atipico (a proposito, chissà quando torneranno poi i western classici… Vediamo come sarà il remake de I magnifici 7 di Fuqua…) girato dallo scozzese MacLean nelle stupende terre neozelandesi mette al centro una struggente, ottocentesca storia d’amore. Il giovane scozzese Jay (Kodi Smit-McPhee, il ragazzino de La strada di Hillcoat) giunge nel West alla ricerca dell’amata Rose (la brava Caren Pistorius), fuggita e ricercata insieme al padre (Rory McCann, il mastino de Il trono di spade) che fu causa in patria di un incidente fortuito. Ed è proprio la fatalità lo special guest di questa pellicola intrisa di sangue e romanticismo, quel momento grottesco che cambia le sorti; l’incredibile finale, traboccante di humour nero, ne è l’esempio più lampante. Buona la prova della star Fassbender, qui anche nella veste di produttore esecutivo, a cui ancora mancava il cappello Stetson.

Leggi tutto