Recensione su Si accettano miracoli

/ 20155.096 voti

Sottotono, sufficiente solo perchè siamo nel periodo di Natale / 27 dicembre 2015 in Si accettano miracoli

Discreta commedia che vede alla seconda prova di regia Alessandro Siani dopo la favola di “Il principe abusivo”.
Fulvio Canfora (Alessandro Siani) è il vice-direttore di un’importante azienda (fa il tagliateste) ma viene licenziato ed è costretto ad andare a vivere dal fratello Germano (Fabio De Luigi), parroco di un paesino
campano (Rocca di Sotto).
Carina la piccola comunità, con i bambini protagonisti dei momenti più divertenti del film; un pò più standard il resto del film con la storia d’amore tra Fulvio e una paesana non vedente (Ana Caterina Morariu).
Sottolinea con questo personaggio l’importanza di usare anche gli altri sensi oltre la vista, soprattuttol’olfatto per riconoscere gli odori della terra che ci circonda.
Non si capisce nel film come la sorella di Fulvio e Germano, Adele (interpretata da Serena Autieri), possa essere sposata con quell’individuo sciatto e abbastanza insignificante.
Qualche trovata simpatica ma pensavo che si potesse ridere di più con la presenza dei ragazzini che invece vengono limitati quasi sullo sfondo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext