Città di carta

/ 20155.5131 voti
Città di carta

Da un romanzo di John Green. Orlando, Florida. Una notte, Margo, la ragazza di cui è da tempo innamorato, si intrufola passando dalla finestra nella camera di Quentin, detto Q: la ragazza vuole vendicarsi delle persone che non le hanno rivelato che il suo fidanzato la tradiva con una sua amica. L'indomani mattina, però, Margo scompare: Q si mette sulle sue tracce e inizia a scoprire dettagli imprevisti sulla ragazza.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Paper Towns
Attori principali: Nat WolffCara DelevingneJustice SmithAustin AbramsHalston SageJaz Sinclair, Cara Buono, Stevie Ray Dallimore, Meg Crosbie, Caitlin Carver, Griffin Freeman, RJ Shearer, Susan Macke Miller, Tom Hillmann, Jim R. Coleman, Ansel Elgort, Drew Matthews, Lane Lovegrove, Hannah Alligood, Josiah Cerio, Kendall McIntyre, Jay Duplass, John Green, Emma O'Loughlin, Yossie Mulyadi
Regia: Jake Schreier
Sceneggiatura/Autore: Scott Neustadter, Michael H. Weber
Colonna sonora: Son Lux, Rostam Batmanglij
Fotografia: David Lanzenberg
Costumi: Mary Claire Hannan
Produttore: Wyck Godfrey, Marty Bowen
Produzione: Usa
Genere: Azione, Romantico, Thriller
Durata: 109 minuti

Alla ricerca di Margo / 25 Luglio 2016 in Città di carta

Film carino, romantico ma non troppo, tratto dal romanzo di John Green (già sfruttato dal cinema con il film “Colpa delle stelle”).
Simpatica e divertente la serata di Margot (la modella Cara Delevingne, a me piace molto e direi che se la cava bene al suo quasi debutto nel cinema) e Q (Nat Wolff) trascorsa a vendicarsi, con scherzi riusciti, dell’ex ragazzo di Margot e dei suoi amici.
Il viaggio alla ricerca di Margot diventa un occasione per Q per riscoprire i valori dell’amicizia; infatti a lui si sono uniti i suoi amici Ben e Radar. Ben si è unito a quest’avventura soprattutto per la presenza di Lacey, amica di Margot accusata però di averla tradita e vogliosa di dimostrare la sua lealtà all’amica. Radar, più riluttante all’inizio ma convinto dall’amicizia che lo lega a Q, invece ha dovuto trascinare anche la sua ragazza Angela. Dato che è l’ultimo anno del liceo, questa è una delle ultime occasioni per gli amici per rinsaldare e rianimare l’amicizia.
Margot è invece alla ricerca di sè stessa, spirito libero che sta ancora cercando una sua dimensione del mondo.
Nel resto del cast da citare la comparsata di Ansel Elgort (serie Divergent dove è il fratello di Tris) nei panni del ragazzo dell’autogrill.

Leggi tutto

Insoddisfacente / 4 Gennaio 2016 in Città di carta

Non capirò mai cosa ci abbia trovato l’attore nella vicina di casa, interpretata da un’attrice bruttina assai (so’ gusti).
Comunque, la storia è troppo matura per un trio d’amici 18enni ed ogni evento rasenta l’improbabilità.
Classico film che poi scopri essere tratto da un libro ed esclami “meglio aver perso un’ora e mezza che una settimana”.
Credevo tuttavia fossi una voce fuori dal coro, ma tutto sommato leggo che non ha entusiasmato nessuno.

Bon Iver e la sua Re: stacks l’unica cosa da ricordare.

Leggi tutto

Un pastone di banalità / 22 Dicembre 2015 in Città di carta

Sembra che si sia voluto raccogliere tutti gli stereotipi che i mass media (soprattutto il web) ci propone insistentemente negli ultimi anni e li si sia concentrati e messi assieme spargendoli per una trama banale e scontata dal primo all’ultimo minuto del film.
Poteva sembrare una qualsivoglia commedia adolescenziale, ma è molto peggio, sembrano tutte quelle frasi scontate e banali da tumblr/facebook fatte a film. Dialoghi e inquadrature seguono perfettamente la scia banale di questi tempi.

Leggi tutto

Cinque stelle, e mi sa che esagero / 18 Settembre 2015 in Città di carta

Sebbene la Delevingne non mi abbia convinto per niente, il vero problema di questo film è l’impostazione generale data dai produttori: hanno trasformato un romanzo divertente, attuale e in alcuni passaggi anche drammatico, in un polpettone romantico. Il genere è “sentimentale”, mentre il libro è decisamente concentrato su altri aspetti dei personaggi, e l’amore è solo una piccola parte della storia.
Nonostante la fotografia gradevole e la leggerezza del tutto, non lo consiglio assolutamente, a meno che non si stia cercando una pappetta per tredicenni.

Leggi tutto

Il duro confronto tra libro e film / 13 Settembre 2015 in Città di carta

Devo ammettere di essere partita con grandi aspettative verso questo film, avendo già letto il libro in precedenza (che vi consiglio assolutamente prima della visione della pellicola!) e avendolo apprezzato molto, mi aspettavo tanto dalla trasposizione cinematografica.Tuttavia sono rimasta abbastanza delusa.
Credo che nell’insieme il film sia carino, il cast è molto azzeccato, le ambientazioni sono abbastanza fedeli a quelle del libro e la colonna sonora non è male. Il problema principale penso sia proprio a livello di sceneggiatura e quindi anche di trama e di trasposizione cinematografica.
Credo che nel film purtroppo si sia completamente persa l’essenza del libro e il messaggio principale che quest’ultimo vuole trasmettere.
A dimostrazione di questo c’è palesemente il finale,il punto cruciale di tutta la storia,che hanno quasi completamente stravolto rispetto a quello originale.
Il film ha reso tutto quello che di bello c’era dell’opera superficiale e quasi buttato lì di fretta.
Mi spiace molto perchè se avessero fatto un lavoro di trasposizione differente penso che sarebbero riusciti a realizzare un film davvero stupendo.
Voto: 6

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.