Recensione su Lord of War

/ 20057.0258 voti

Yuri Orlov è soltanto un pesce piccolo / 7 Gennaio 2012 in Lord of War

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Da un bel pezzo non vedevo Nicolas Cage in un bel film. E questo è un bel film a mio parere. Per l’argomento trattato poteva rischiare di perdersi in quelle trame complicatissime e ingarbugliate. Qui invece si rimane alla distanza giusta, senza cadere quasi mai nel buonismo tipico di certi film americani, sebbene in alcuni momenti possa sembrare un documentario “di avanguardia”: gli avvenimenti, gli incontri del mercante d’armi Yuri Orlov sono numerosi, vediamo come si procura le armi, come riesce a piazzarle e a un certo punto viene da chiedersi: “Ma sarà successo davvero?”. Ebbene sì, tutti gli avvenimenti del film sono ispirati a fatti relamente accaduti.
Nel finale capiamo anche che, cosa estremamente triste, Yuri Orlov è soltanto un pesce piccolo, anche se protetto dal potere politico americano, i maggiori mercanti d’armi sono gli Stati Uniti e i maggiori paesi dell’Unione Europea (Italia compresa). Il che fa sentire lo spettatore ancora più piccolo e impotente (e incavolato).

1 commento

  1. Stefania / 8 Gennaio 2012

    E’ vero: il rischio di cascare biecamente nel film di denuncia un po’ fine a sé stesso era fortissimo. Invece, la denuncia c’è, ma è fatta in maniera originale e sollecita molto lo spettatore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext