Le Meraviglie

/ 20146.793 voti
Le Meraviglie

In un fatiscente casolare sperduto nella campagna umbra l'estate di Gelsomina, 12 anni, e della sua famiglia trascorre tra impegnativi lavori agricoli da svolgere ed incombenze burocratiche da sistemare. L'arrivo in paese della troupe di un concorso televisivo riservato alle aziende locali costituisce per loro un'occasione di risollevare le magre finanze dell'attività e finirà con il segnare per Gelsomina un passo ulteriore verso il raggiungimento delle proprie consapevolezze.
icarus ha scritto questa trama

Titolo Originale: Le meraviglie
Attori principali: Maria Alexandra LunguMaria Alexandra LunguAlba RohrwacherAlba RohrwacherSam LouwyckSam LouwyckSabine TimoteoSabine TimoteoAgnese GrazianiAgnese GrazianiMonica Bellucci, André Hennicke, Luis Huilca, Eva Lea Pace Morrow, Maris Stella Morrow, Carlo Tarmati, Margarethe Tiesel, Mostra tutti
Regia: Alice RohrwacherAlice Rohrwacher
Sceneggiatura/Autore: Alice Rohrwacher
Fotografia: Hélène Louvart
Costumi: Loredana Buscemi
Produttore: Carlo Cresto-Dina
Produzione: Germania, Italia, Svizzera
Genere: Drammatico
Durata: 110 minuti

Dove vedere in streaming Le Meraviglie

10 Giugno 2014 in Le Meraviglie

Ill vero protagonista del film è la terra, la terra umbra, un luodo quasi d’incanto anche nella sua bruttezza e difficoltà di adattamento così come nella bellezza dei luoghi che raccolgono tutto: animali e persone, bambini e api e cammelli e adulti – più infantili e sconclusionati dei bambini stessi, e per questo ancora più amabili e straziati e strazianti.
E’ un film che deve essere guardato con gli occhi di un bambino, del bambino che c’è in noi. Solo così si riesce ad apprezzare anche la sua sconclusionatezza fiabesca.
Che io ho trovato lieve e delicata, non solo poetica ma anche rude, come la terra che emerge sempre, fino alla fine, all’ultima inquadratura.
Mi sembra doveroso dare la massima fiducia ad una regista che, pur così giovane e solo al suo secondo film, sa andare controcorrente e regalare un film talmente anacronistico da spiazzare.

Leggi tutto

Noia festivaliera / 5 Giugno 2014 in Le Meraviglie

Film prepotentemente festivaliero (cfr. fotografia) con degli evidenti limiti di sceneggiatura: il racconto di una fase drammatica e poetica quale l’adolescenza muore sotto il peso di personaggi unidimensionali calati in vicende esplorate con la medesima superficialità.

In breve: / 26 Maggio 2014 in Le Meraviglie

Una bella confezioncina fotografica e stilistica, con una regia ben curata che sfiora la poesia. Bella, ma che rasenta il vuoto: sceneggiatura e personaggi vacillanti e indefiniti. Poteva esser molto meglio!

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.