Recensione su Klaus: I segreti del Natale

/ 20198.038 voti

BABBO BEGINS / 17 Novembre 2019 in Klaus: I segreti del Natale

Un classico istantaneo. Un classico istantaneo è qualcosa che funziona subito, funziona bene e che ha tutte le carte in regola per durare negli anni a venire.

Visto un po’ per caso per via di mia figlia mi sono ritrovato ben presto a guardarlo si da solo ma con tanto gusto. Una bellissima rivisitazione del personaggio di Babbo Natale, ricco di umorismo e buoni sentimenti che non guastano mai.

Jesper è un viziato figlio di papà. Il padre per raddrizzarlo lo spedisce su di un isolotto ghiacciato per fargli gestire un ufficio postale. Una serie d’incontri singolari porteranno alla nascita del mito di Babbo Natale.

Si tratta di una storia d’origini, una sorta di “Babbo Natale Begins”, nella quale vengono sfruttati e chiariti tutti quegli elementi caratterizzanti il personaggio di SantaKlaus. La cosa sorprendente è che nonostante questi elementi siano ben noti a tutti e vecchi come il cucco, ci vengono proposti e serviti in maniera fresca, nuova e arguta.

Klaus mi ha piacevolmente rapito per via della narrazione intelligente ed incalzante, per i bellissimi disegni, per l’ottima animazione e per l’atmosfera in generale.

Ebbene si lo ammetto…per un paio d’ore son tornato bambino e proprio quando meno me l’aspettavo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext