10 Recensioni su

Into the Woods

/ 20146.2208 voti

un musical che mi ha tratto in inganno / 8 Marzo 2018 in Into the Woods

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Non so davvero cosa mi aspettavo ma mi ero fatta dei castelli immensi di beltà e oscurità, che pensavo realmente che questo film sarebbe stato una bomba. In realtà è una storia carina su come alcune favole famose vengano intrecciate alla storia principale della strega, interpretata da Meryl Streep. Attori strepitosi e con voci incredibili ma troppe canzoni lunghe e noiose. Non mi hanno lasciato niente, non mi hanno incuriosito. Anche il finale l’ho trovato banale e prevedibile. Si svolge tutto all’interno di un bosco, in cui una coppia dopo aver stipulato un patto con la strega in cui li avrebbe aiutati ad avere un bambino in cambio di una serie di oggetti (cappuccio rosso, capelli di Rapunzel, mucca di Jack e i fagioli magici e scarpetta di Cenerentola), vaga alla ricerca di queste cose incontrando i vari personaggi, principi compresi. Quando poi la gigantessa che viveva sulla pianta di fagioli di Jack, scende per vendicare la morte del marito, nel regno e nel bosco si crea caos. Personalmente se non fosse stato un musical sarebbe migliorato parecchio, infatti le canzoni non hanno dato nessun valore aggiunto alla pellicola. Peccato perché c’era un bel cast, oltre alla Streep, Johnny Deep che interpretava il lupo di cappuccetto rosso, Anna Kendrick era Cenerentola e Emily Blunt la moglie del fornaio che non poteva avere figli. La nota positiva è che me lo sono evitata al cinema.

Leggi tutto

Un ripristino della scala sociale in cui tutti speravamo / 18 Maggio 2016 in Into the Woods

Questo musical ha ridato il posto dell’eroe al personaggio che tutti sognavamo: Il Fornaio

6.5 / 7 Maggio 2016 in Into the Woods

Un film piacevole e non impegnativo. Un po’ noioso e un po’ troppo lungo forse. Nessuna morale. Do un 6.5 a questo film, ho arrotondato per eccesso per l’originalità del tema e per la bravura degli attori.

Un cast sprecato / 13 Marzo 2016 in Into the Woods

Le premesse per un ottimo film ci sono tutte, dall’idea di intrecciare più fiabe alle star che popolano il cast, peccato che la trama non sia ben sviluppata e si cade in una noia mortale. L’unico guizzo inventivo è mostrare i personaggi leggermente diversi da vengono raccontati nelle versioni tradizionali, così abbiamo Cenerentola indecisa, il Principe Azzurro che si invaghisce di ogni fanciulla e via discorrendo…

Leggi tutto

Mamma mia. In senso negativo. / 26 Febbraio 2016 in Into the Woods

L’idea che c’è dietro il musical originale è certamente contorta, interessante e accattivante, maaaa perché farne un film? Veramente, perché? Talmente noioso ed inconcludente che ho stretto i denti all’inizio, ma poi non c’è l’ho fatta ed ho iniziato a saltare parti, fino a saltare alla fine.

Musical per teenager / 21 Settembre 2015 in Into the Woods

Un film che, visto in lingua originale, dev’essere eccezionale.
Storiella versione minestrone, una breve presenza di Johnny Depp ed il fatto che io sappia scriverlo correttamente sono i punti salienti del film.

5 Maggio 2015 in Into the Woods

Lo aspettavo da quando lo avevano annunciato, sembrava fosse il binomio perfetto per me: crossover di fiabe + disney. ‘Na delusione…
In primis, se non ci fossero state le canzoni sarebbe stato molto meglio. E pensare che a me i musical non dispiacciono! Le canzoni sono carine e orecchiabili ma tanto, taaanto ripetitive. Nulla di memorabile.
Il crossover di fiabe… mi spiegate qual è la fiaba del fornaio e la moglie che non riescono ad avere figli?? Sono abbastanza esperta di fiabe ma questa proprio mi manca… Sarà inventata ad hoc? Mi sa di sì..
Anyway… il crossover è stato decente fino a metà dove tutti avevano il proprio lieto fine. La storia che mi è piaciuta di più è stata quella di Cappuccetto, non so perchè, mi ha fatta veramente sorridere. Per me potevano concludere tutto lì a metà, sarei stata contenta e avrei dato al film 7 stelline. La seconda parte con la gigantessa non mi piaciuta proprio per niente, è proprio di cattivo gusto.
E, domanda: che fine ha fatto Rapunzel? Ha preso ed è andata via col principe e poi non s’è saputo più nulla.
Do il 6 politico (n’altro??) come premio per la fotografia e la prima parte del film, ma detto sinceramente per me è insufficiente.

Leggi tutto

Mhe / 4 Aprile 2015 in Into the Woods

Avevo grandi aspettative su questo film… purtroppo deluse. 6 solo per la Streep

L’incoerente allegoria di Marshall / 29 Marzo 2015 in Into the Woods

Trasposizione cinematografica dello spettacolo broadwaiano ”Into The Woods” di Stephen Sondheim, che intesse le trame di varie fiabe dei fratelli Grimm, incentrandosi sulla natura dei loro personaggi, proiettati negli impervi e selvaggi sentieri di un bosco, metafora di scoperta ed analisi del proprio io.
Marshall, però, nell’adattare per il grande schermo questa commedia musicale, indugia troppo sul sentiero già battuto dalle novelle, abituando lo spettatore ad una sorta di classicismo ormai superato da altre pellicole Disney ( come Maleficent ), ma che per le loro peculiarità di fiaba, attraggono, ed incantano, per poi effettuare, a quasi più della metà della durata della pellicola, un rapido cambio di rotta, che più che sorprendere, strania.
Lo smarrimento che coglie lo spettatore non è tanto dovuto all’evoluzione dei personaggi, ma alla subitaneità con la quale compiono tale percorso, ossia la netta e non sfumata trasformazione che poi porta anche a mutare l’involucro immaginario del film.
Più che altro appare un espediente per sbalordire, e non una marcata ed attenta scelta di non seguirne le fiabesche tracce. Un peccato, considerando che si prefigurava come discreta commedia musicale ( sempre a mio avviso ), senza alcuna pretesa di eccellere in tale genere.

Leggi tutto

“Non ho paura e nessuno dovrebbe averne” / 26 Gennaio 2015 in Into the Woods

Un buon musical diretto da Rob Marshall e ispirato alle popolari fiabe dei Fratelli Grimm (Cenerentola, Cappuccetto Rosso, Raperonzolo, Jack E Il Fagiolo Magico), su cui si basano tutti gli intrecci. Un piacevole intrattenimento, senza infamia e senza lode di sorta a visione conclusa.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.