Il più bel giorno della mia vita

/ 20026.437 voti
Il più bel giorno della mia vita

Irene (Virna lisi) vive da sola in una vecchia villa un po' trascurata, nella nostalgia di quando la sua famiglia era ancora unita. Ora i figli sono grandi, e ognuno ha i suoi problemi:Sara (Margherita Buy) rimasta vedova, sfoga le sue frustrazioni in una protettività eccessiva nei confronti del figlio adolescente, Rita (Sandra Ceccarelli) è insoddisfatta del proprio matrimonio, per questo tradisce il marito, e poi c'è Claudio (Luigi Lo Cascio), che nasconde alla madre il fatto di essere omosessuale. Il tutto viene raccontato anche dal punto di vista di Chiara, la figlia più piccola di Rita, che si sta preparando per la Prima Comunione. E' la storia di una famiglia, composta a sua volta dalle storie dette e quelle invece mantenute segrete dai suoi membri.
allan ha scritto questa trama

Titolo Originale: Il più bel giorno della mia vita
Attori principali: Virna LisiVirna LisiMargherita BuyMargherita BuySandra CeccarelliSandra CeccarelliLuigi Lo CascioLuigi Lo CascioMarco BalianiMarco BalianiMarco Quaglia, Francesco Scianna, Jean-Hugues Anglade, Francesca Perini, Maria Luisa De Crescenzo, Gaia Conforzi, Ricky Tognazzi, Andrea Samà, Giulio Squillacciotti, Mostra tutti

Regia: Cristina ComenciniCristina Comencini
Sceneggiatura/Autore: Cristina Comencini
Produzione: Italia
Genere: Drammatico
Durata: 102 minuti

Dove vedere in streaming Il più bel giorno della mia vita

Rivisto con piacere, 7. / 14 Dicembre 2020 in Il più bel giorno della mia vita

Uno tra i pochi film italiani dei primi anni del 2000 che mi ha colpito positivamente.
Mi ricordavo che mi piacque molto, e a distanza di anni l’ho rivisto e mi ha commosso di più. Bello bello.
È da tanto che il cinema italiano non produce film così profondi.
7.

28 Aprile 2013 in Il più bel giorno della mia vita

Davvero un bel film, con una profonda analisi delle dinamiche familiari. In nessun posto come in Italia il cinema si preoccupa tanto di quel microcosmo che è la famiglia,sottolineandone ora gli aspetti più bestiali, ora quelli più ironici e divertenti. In questo film, l’attenzione è posta sulle cose non dette, sulla superficialità dei rapporti che lega i vari membri, sull’attaccamento ai ricordi. In questo caso però, si assiste ad una progressiva apertura, come la confessione del figlio alla madre di essere gay, l’ammissione della fine dell’amore che legava Rita al marito, confessioni che porteranno anche Irene a mettere in discussione tutta la sua vita e ad andare oltre la facciata. Un film semplice solo in apparenza,come le vite dei protagonisti, gradevole e senza tempi morti.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.