La battaglia di Hacksaw Ridge

/ 20167.3187 voti
 La battaglia di Hacksaw Ridge

Nell'aprile 1945, durante la Seconda Guerra Mondiale, Desmond. T. Doss, medico obiettore di coscienza, salvò la vita a molti soldati durante la battaglia di Okinawa tra l'esercito statunitense e quello giapponese e ricevette la medaglia d'onore dal Congresso.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Hacksaw Ridge
Attori principali: Andrew GarfieldSam WorthingtonVince VaughnLuke BraceyTeresa PalmerHugo Weaving, Rachel Griffiths, Ryan Corr, Richard Roxburgh, Luke Pegler, Firass Dirani, Goran D. Kleut, Nathaniel Buzolic, Ori Pfeffer, Matthew Nable, Jacob Warner, Richard Pyros, Ben Mingay, Harry Greenwood, Damien Thomlinson, Robert Morgan, Milo Gibson, John Batziolas, Mikael Koski, Charles Jacobs, Ben O'Toole, James Lugton, Tim McGarry, Tyler Coppin, Dennis Kreusler, Nico Cortez, Helmut Bakaitis, Bill Young, Benedict Hardie, Philip Quast, James Mackay, Sam Parsonson, Sean Lynch, Hayden Geens, Tim Potter, Santo Tripodi, Laurence Brewer, Nobuaki Shimamoto, Hiroshi Kasuga, Yuki Nagashima, Taki Abe, Taka Uematsu, Yoji Tatsuta, Milan Pulvermacher, Thomas Unger, John Cannon
Regia: Mel Gibson
Sceneggiatura/Autore: Robert Schenkkan, Andrew Knight
Colonna sonora: Rupert Gregson-Williams
Fotografia: Simon Duggan
Costumi: Lizzy Gardiner, Kerry Thompson
Produttore: Lawrence Bender, Bruce Davey, Suzanne Warren, David Permut, Brian Oliver, Stuart Ford, James M. Vernon, Bill Mechanic, Tyler Thompson, Rick Nicita, Michael Bassick, Buddy Patrick, David S. Greathouse, Mark C. Manuel, Christopher Woodrow, Terry Benedict, William D. Johnson, Ted O'Neal, Paul Currie, Lauren Selig, Len Blavatnik, Eric Greenfeld, Lenny Kornberg
Produzione: Usa, Australia
Genere: Drammatico, Guerra, Storia
Durata: 139 minuti

Il voto sarebbe un 7.5 / 26 Febbraio 2018 in La battaglia di Hacksaw Ridge

Ottimo film diretto da Mel Gibson e tratto da una storia vera.
Desmond Doss (Andrew Garfield è stato lo Spiderman meno convincente) è cresciuto nella fede cristiana e un paio di episodi del suo passato gli hanno rinforzato la credenza del comandamento di non uccidere.
Dopo aver salvato un uomo, lo porta all’ospedale e lì conosce e si innamora dell’infermiera Dorothy (Teresa Palmer).
Allo scoppio della seconda guerra mondiale, Desmond decide di arruolarsi come medico (essendo obiettore di coscienza, non vuole imbracciare armi).
Sembra un classico film di guerra; prima parte con l’addestramento militare duro e seconda parte in guerra ma il volere di Desmond di non imbracciare il fucile lo rende un film particolare e intenso specialmente nella seconda parte.
Nell’addestramento infatti dovrà sottostare alle prepotenze del sergente Howell (Vince Vaughn) e dei suoi commilitoni che non vedono come lui possa difenderli senza usare un’arma. Scopriranno nella guerra che non basta un’arma a infondere coraggio in una persona; armato solo di fede e di buona volontà Desmond riuscirà a salvare numerose vite in una drammatica battaglia.
Mel Gibson non lesina su dettagli cruenti e scene dure di guerra ma non solo; perchè anche a casa la situazione non è facile, col padre turbato dalla prima guerra mondiale che è violento nei confronti dei due figli.
Ma la storia di Desmond, soprattutto nel suo salvataggio, è epica e Mel gli dà il giusto tono.
Film intenso e appassionante, come sono anche interessanti le interviste finali ai veri protagonisti della storia.
Unico appunto da fare, è la sorte del fratello Hal che si arruola prima di Desmond ma poi non se ne parla più.
Nel resto del cast da citare Hugo Weaving e Rachel Griffiths nei panni dei genitori di Desmond, il redivivo Sam Worthington è il capitano Glover, Luke Bracey è Smitty (inizialmente duro con Desmond ma avrà anche lui modo di cambiare idea).

Leggi tutto

Cambia solo il paradigma / 27 Giugno 2017 in La battaglia di Hacksaw Ridge

Aspettative ampiamente deluse, dopo la prima ora di film si scopre il solito mostro cristo-americano a distruggere tutto. Lo scopo del regista diventa quello di strumentalizzare una storia vera per imporre nuovamente il solito valore: la superiorità morale americana rispetto agli altri popoli.
Oltre ad essere sottesa e nascosta nelle persone e negli atteggiamenti dei soldati americani, come di solito; stavolta viene letteralmente sbattuta in faccia alla spettatore la grandezza d’animo di una persona qualsiasi (che Desmond Doss lo sia stato veramente, è ininfluente nel rispetto delle motivazioni propagandistiche per le quali è girato questo film ).
Una volta smascherato diventa il solito copione fastidioso della grandezza americana, ripetitivo e scontato.
Due cose mi chiedo:
1. Tutti bianchi erano i soldati americani in Giappone?
2. Non so se Mel Gibson (si) citi We were soldiers o è particolarmente affezionato a scenari di battaglie dove i nemici escono da sottoterra.

Leggi tutto

WhattsaAmmmerica!!! / 6 Giugno 2017 in La battaglia di Hacksaw Ridge

Ma basta con sti polpettoni patriottici firmati da Mel Gibson.
Registra sopravvalutato che non è capace di raccontare una storia senza cadere nella retorica “minchiaquantosonobravibelliebuonigliamericani”.
Lontano anni luce da Spielberg.
Torna a fare Arma Letale… La tua vera dimensione!

Ci Risiamo… / 20 Maggio 2017 in La battaglia di Hacksaw Ridge

Inutile paccottiglia finto pacifista, esaltazione propagandista puritana, retorica e nemmeno troppo furba per anche solo convincere, benché i più violenti troveranno pane per i loro denti nel secondo atto.

Hacksaw Ridge / 8 Maggio 2017 in La battaglia di Hacksaw Ridge

Nelle scene di guerra Mel supera Spilberg (e non era facile)