Gorbaciof

/ 20106.160 voti
Gorbaciof

Tutti lo chiamano Gorbaciòf per la vistosa voglia sulla fronte, ma il suo vero nome è Marino Pacileo. Vive facendo il contabile nel carcere napoletano di Poggioreale dalla cui cassa sottrae spesso i soldi per pagarsi il vizio del gioco. Nel retrobottega di un ristorante cinese dove è solito a giocare a poker incontra Lila, figlia del gestore, e se ne innamora. Dopo aver donato al padre della ragazza una grossa somma per pagare dei debiti, Gorbaciòf fatica a saldare i suoi nei confronti di un corrotto avvocato. Non gli resta perciò altra scelta che intraprendere alcune pericolose attività criminali.
Anonimo ha scritto questa trama

Titolo Originale: Gorbaciof
Attori principali: Toni ServilloToni ServilloYang MiYang MiNello MasciaNello MasciaGeppy GleijesesGeppy GleijesesSalvatore RuoccoSalvatore RuoccoHal Yamanouchi, Gaetano Bruno, Antonio Buonomo, Agostino Chiummariello, Salvatore Striano, Francesco Paglino

Regia: maschioStefano Incerti
Sceneggiatura/Autore: Diego De Silva, Stefano Incerti
Colonna sonora: Teho Teardo
Fotografia: Pasquale Mari
Costumi: Ortensia De Francesco
Produttore: Edwige Fenech, Luciano Martino, Angelo Curti, Massimo Vigliar, Sergio Pelone
Produzione: Italia
Genere: Drammatico
Durata: 80 minuti

Dove vedere in streaming Gorbaciof

8 Settembre 2013 in Gorbaciof

Sempliciotto ed ingenuo, Servillo quasi muto salva la baracca e… eppur piaciucchiommi. Forse, ogni tanto, quando vaghezza mi punge, una storia sentimentale à la Bella e la Bestia può farmi piacere.

MAH! / 1 Settembre 2012 in Gorbaciof

Consigliato da un amico, Robè, questa me la paghi!
La noiosa storia del sosia muto di Francesco Mandelli, che si veste per 15 giorni allo stesso modo, appassionato del gioco d’azzardo e di una ragazza cinese identica a tutte le altre ragazze cinesi.
Sceneggiatura latente, approssimativa e deficitaria.
Più che un film è un quiz per noi napoletani: “indovina la location”.

Leggi tutto

25 Agosto 2012 in Gorbaciof

Senza Servillo sarebbe un film inutile. Grazie a Servillo è passabile, nonostante il palese scopiazzamento da Lost in Translation e Pulp Fiction.
Sono uscita dal cinema chiedendomi “Ma che cazzo..?”

Quanto basta poco per fare un bel film ! / 13 Febbraio 2012 in Gorbaciof

Regia essenziale, parole poche, storia appassionante e Servillo strepitoso = ottimo film !

Incerto Incerti / 25 Aprile 2011 in Gorbaciof

Film esile con una sceneggiatura modesta e una regia con poche idee. Anche Servillo non convince, gigioneggia più del solito. La scena finale all’aereoporto è un cult…

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.