1974

Chinatown

/ 19747.9206 voti
Chinatown
Chinatown

Los Angeles, 1937. Una donna si presenta da Jake Gittes, investigatore privato, ex-poliziotto, affinché l'uomo si accerti del fatto che il marito, capo ingegnere dell'azienda che gestisce l'acquedotto della città, la tradisce. Gittes fotografa l'uomo con una ragazza: pochi giorni dopo, l'ingegnere viene trovato morto. Gittes comprende che, dietro la morte dell'uomo, si celano molti segreti.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Chinatown
Attori principali: Jack Nicholson, Faye Dunaway, John Huston, Perry Lopez, John Hillerman, Roman Polański, Diane Ladd, Roy Jenson, Richard Bakalyan, James Hong, Bruce Glover, Joe Mantell, Roy Roberts, Noble Willingham, Rance Howard, Jesse Vint, Burt Young, Lee de Broux, Darrell Zwerling, Nandu Hinds, James O'Rear, Beulah Quo, Jerry Fujikawa, Belinda Palmer, Elliott Montgomery, George Justin, C.O. Erickson, Charles Knapp, Claudio Martinez, Federico Roberto
Regia: Roman Polański
Sceneggiatura/Autore: Robert Towne
Colonna sonora: Jerry Goldsmith
Fotografia: John A. Alonzo
Costumi: Anthea Sylbert
Produttore: Robert Evans, C.O. Erickson
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Thriller, Poliziesco
Durata: 130 minuti

favoloso / 4 Febbraio 2018 in Chinatown

un filmone, splendido esempio del cinema che fu. Fotografia, sceneggiatura e regia da Oscar.

26 Maggio 2014 in Chinatown

Tra le migliaia e migliaia di film da vedere che mi mancavano figurava anche "Chinatown" di Roman Polanski e, ultimamente, mi era venuta voglia di vederlo. All'improvviso scopro che al cinema lo riproiettano in versione restaurata e in lingua originale. Non ci penso due volte: "un biglietto per Chinatown, per favore" e mi accomodo in sala, l'unico... continua a leggere » giovincello assieme a tre-quattro cinquantenni.

Tralasciando le esperienze personali e tornando al film vero e proprio premetto che, pur non avendo visto molti noir e thriller ho apprezzato molto questa pellicola. Le sinistre atomsfere della Los Angeles anni 30, l'impeccabile interpretazione di Jack Nicholson, la suspence che si respira ogni minuto e il finale (che naturalmente non anticipo, per coloro che ancora non l'hanno guardato) hanno fatto sì che non staccassi gli occhi dallo schermo. Era da tanto che un film non mi faceva questo effeto e mi ritengo abbastanza soddisfatto :).

4 Febbraio 2011 in Chinatown

Torbido, soffocante, teso. Polanski - il topo- decide di fare una comparsata e tagliuzza il naso di un Jack Nicholson al massimo della forma.