Altered Carbon

/ 20187.073 voti
serie tvAltered Carbon

In un futuro prossimo, la coscienza degli uomini può essere digitalizzata e raccolta in 'pile corticali'. Questa sorta di hard drive esterni possono essere impiantati nella colonna vertebrale di individui diversi, così da permettere ai loro possessori originari di sopravvivere alla propria morte. La coscienza di un soldato, appositamente addestrato secondo il programma 'Envoy', è stata impiantata nel corpo di un poliziotto caduto in disgrazia.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Altered Carbon
STAGIONI/EPISODI: 2 Stagioni , 18 episodi, conclusa
Durata episodi: 50 min.
Attori principali: Anthony MackieAnthony MackieRenée Elise GoldsberryRenée Elise GoldsberryChris ConnerChris ConnerWill Yun LeeWill Yun Lee
Creata da: Laeta KalogridisLaeta Kalogridis
Colonna sonora: Jordan Gagne, Jeff Russo
Produttore: James Vanderbilt, Mike Medavoy, Arnold Messer, Marcy Ross
Produzione: Usa
Genere: Sci-fi, Thriller
Network: Netflix

Dove vedere in streaming Altered Carbon

migliore serie tv mai vista / 2 Ottobre 2019 in Altered Carbon

Do solo 10 perché non si può dare di più. altamente consigliata

Affascinante ed Intenso / 13 Maggio 2018 in Altered Carbon

Dò un 8 ad Altered Carbon, perchè oltre al tema dell’immortalità, trattato in modo assolutamente interessante, presenta un’ambientazione alla Blade Runner con reminiscenze che richiamano ai Jedi di Guerre Stellari; verso metà c’é qualche calo di tensione a favore di una certa oniricità che fortunatamente si esaurisce velocemente e non danneggia più di tanto il ritmo della storia. Recitazioe, fotografia, tutto di altissimo livello.

Leggi tutto

Tech-noir molto visivo / 3 Marzo 2018 in Altered Carbon

Le premesse erano buone, fantascienza con ambientazione cyber-punk, digitalizzazione ed immortalità della coscienza, presunto omicidio irrisolto, quasi fosse un giallo, ma la visione mi ha lasciato alquanto perplesso. Sicuramente sopra la media gli effetti speciali e le scene di combattimento, sicuramente non mancano le scene di nudo e di sesso “molto” estremo, ma narrativamente, almeno nella prima metà della stagione, l’ho trovato a tratti quasi “noioso” e discontinuo. La seconda metà scorre veloce e i colpi di scena (forse troppi) si susseguono, ma i dialoghi spesso restano alquanto “ripetitivi”.
Resta comunque una serie che si lascia guardare. Ambientata in un futuro molto lontano, dove la tecnologia la fa da padrona ed il corpo umano è relegato ad essere una semplice “custodia”, dove la morte, a meno che non sia “vera morte”, è solo uno stato temporaneo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.