Stewart Granger: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Stewart Granger

Stewart Granger è nato James Leblanche Stewart a Londra, nipote dell'attore "Luigi Lablache". Ha frequentato l'Epsom College ma se n'è andato dopo aver deciso di non seguire una laurea in medicina. Decise di provare a recitare e frequentò la Webber-Douglas School of Dramatic Art di Londra. Nel 1935, fece il suo debutto sul palcoscenico in "Il cardinale" allo scafo del piccolo teatro. Era con la Birmingham Repertory Company tra il 1936 e il 1937 e, nel 1938, fece il suo debutto nel West End di Londra in "The Sun Never Sets". Si unì alla compagnia di Old Vic nel 1939 apparendo in "Tony Draws a Horse" al Criterion e "A House in the Square" a St Martins. Stava gradualmente scalando le fila di ruoli teatrali migliori quando iniziò la Seconda Guerra Mondiale, e si arruolò nell'esercito britannico nel 1940. Tuttavia, alla fine fu disabilitato (1942) e ciò portò la sua liberazione dal servizio militare.

Con una carenza di uomini di spicco per i film britannici, ha rapidamente conquistato la sua prima opportunità cinematografica L’uomo in grigio (1943) per Gainsborough Pictures. Questa è stata la prima puntata della fortunata serie di film romantici dell'azienda. Da non confondere con l'attore americano James Stewart , James Leblanche Stewart divenne Stewart Granger (anche se era "Jimmy" per i suoi amici fuori dallo schermo). Ma il film è stato insoddisfacente. È stato scelto per sempre come il tipo eroe accattivante, mentre era attore emergente James Mason sempre raccolto la parte più sostanziale di Gainsborough. Quando Mason ottenne il cenno del capo da Hollywood, Granger ereditò parti migliori e, in qualche caso, una società sofisticata Cesare e Cleopatra (1945) con Claude Rains e Vivien Leigh e un giovanissimo bit player già notato, Jean Simmons . I Granger portano i ruoli alla fine del decennio erano sostanziali, ma Simmons stava inconsapevolmente andando avanti nella storia del cinema britannico con ruoli piccoli ma memorabili per David Lean , Michael Powell e, in grande stile, Laurence Olivier , come "Ofelia" nel suo storico Amleto (1948) per il quale ha ricevuto una nomination all'Oscar. Granger e lei furono riuniti come co-protagonisti della commedia Adamo ed Evelina (1949). Questa volta, c'era anche la chimica off-camera, e si fidanzarono. Più o meno nello stesso periodo, la speranza di Granger per l'interessante Hollywood è stata realizzata per lui e la sua futura sposa. Sposò Simmons e firmò con MGM nel 1950. Una volta a Hollywood, stava ottenendo ruoli da protagonista in ruoli romantici che il pubblico amava, ma li trovò ancora insoddisfacenti. Si è anche trovato l'erede evidente Errol Flynn come cecchino in due film famosi: il remake di Il prigioniero di Zenda (1952) e Scaramouche (1952). Lui e Simmons erano accoppiati La regina vergine (1953), dove Granger ha avuto il ruolo di protagonista romantico, ma Simmons è stato al centro del film.

Negli anni '50, i film di ciascuno potevano avere valori di produzione abbastanza uguali, ma man mano che le sorti di Hollywood vanno, Simmons è stata la stella più memorabile nei film che erano più popolari, alcuni successi molto grandi, più tardi Il figlio di Giuda (1960) e Spartacus (1960). Quel tipo di competizione non dichiarata per una coppia sposata di Hollywood era un veleno per il matrimonio. Nel 1960 divorziarono. Granger ha lavorato molto in Germania, insieme ad alcuni in Italia e Spagna negli anni '60. È interessante notare che nello stesso periodo Simmons stava trovando la stessa mancanza di ruoli sfidanti negli Stati Uniti. Negli anni '70 e '80, Granger è stato retrocesso in piccoli schermi con ruoli televisivi regolari insieme ad alcuni film e un periodo sul palcoscenico di New York. E ironia della sorte, Simmons era nella stessa barca durante quel periodo. Il typecasting di Granger non era una novità, ma certamente la sua critica spesso inquietante di Hollywood e dei suoi abitanti che è emersa nella sua autobiografia "Sparks Fly Upwards" era comprensibile e suonava vera con tante altre storie che trattano di celebrità illusorie. Sebbene fosse sincero nel suo disgusto per tutta la sua carriera – e, certamente, non aveva la profondità per la gamma di ruoli assegnati a attori più grandi nominati – tuttavia ha sempre interpretato solide interpretazioni nei ruoli che sono diventati il suo retaggio.

Luogo di nascita: Kensington, London, United Kingdom
Data di nascita: 06/05/1913
Data di morte: 16/08/1993

Lascia un commento

jfb_p_buttontext