La tela dell'inganno

/ 20196.45 voti
La tela dell'inganno

Ingaggiato per rubare un raro dipinto realizzato da uno dei pittori più enigmatici di tutti i tempi, un ambizioso commerciante d'arte viene consumato dalla sua stessa avidità e insicurezza, mentre l'operazione sfugge al suo controllo.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Burnt Orange Heresy
Attori principali: Claes BangClaes BangElizabeth DebickiElizabeth DebickiMick JaggerMick JaggerDonald SutherlandDonald SutherlandRosalind HalsteadRosalind HalsteadAlessandro Fabrizi, Flaminia Fegarotti

Regia: maschioGiuseppe Capotondi
Sceneggiatura/Autore: Scott B. Smith
Colonna sonora: Craig Armstrong
Fotografia: David Ungaro
Costumi: Gabriella Pescucci, Uliva Pizzetti
Produttore: William Horberg, David Lancaster, Peter Watson, Dante Ariola, Fabrizio Donvito, David Zander, Marco Cohen, Benedetto Habib, Stephanie Wilcox, Alessandro Mascheroni, Alastair Burlingham, Jon Shiffman, Aeysha Walsh, Charlie Dombek, Jonathan Loughran, Peter Touche, Marie-Gabrielle Stewart, Daniel Campos Pavoncelli, Sienna Aquilini, Vaishali Mistry, August Zander, Aris Boletsis
Produzione: Usa, Gran Bretagna
Genere: Thriller
Durata: 99 minuti

Dove vedere in streaming La tela dell'inganno

Maschere su maschere / 27 Maggio 2022 in La tela dell'inganno

In questo bel film di Giuseppe Capotondi ogni verità contiene una menzogna, che a sua volta nasconde una verità, e così di seguito, come un gioco infinito di scatole cinesi – o, come dice uno dei protagonisti, come una serie di maschere sovrapposte: “soltanto maschere, una dopo l’altra”. Ma in realtà, la verità dei personaggi emerge con prepotenza da dietro gli schermi, e prima ancora che il film termini sappiamo già chi è vittima, chi carnefice, chi cinico e chi benevolo. Questo non vuol dire che La tela dell’inganno sia un film realistico; al contrario, c’è una certa artificiosità nella trama e soprattutto nei dialoghi. Ma questo non rende il film meno gradevole.

Leggi tutto

The Boh / 20 Febbraio 2022 in La tela dell'inganno

Discreto film.
Il collezionista d’arte Cassidy (Mick Jagger) nella sua villa sul lago di Como ospita il critico d’arte Figueras (Claes Bang) e la seducente americana Berenice Hollis (Elizabeth Debicki). Affascinato dal solitario pittore
Debney (Donald Sutherland), denominato il Salinger del mondo dell’arte, incarica i due di rubare il nuovo capolavoro dallo studio dell’artista.
Pensavo potesse essere più un “heist-movie” ma si muove su più generi, lasciando all’inizio un po’ di mistero sui
personaggi coinvolti e poi cercando di sorprendere con qualche colpo di scena. Il film è discreto ma non appassiona fino in fondo con un misto di verità e menzogna.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.