I fiumi di porpora

/ 20016.3141 voti
I fiumi di porpora

Il commissario Niemans, della polizia criminale di Parigi, viene chiamato a supportare la gendarmeria di Guernon dove si è verificato un orribile fatto di sangue: un giovane studente dell'Università locale è stato trovato morto, torturato, con le mani mutilate e gli occhi asportati. In un paese poco distante l'ispettore Kerkerian indaga riguardo la profanazione di una tomba di una bambina morta in un incidente stradale, Judith...
hartman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Les Rivières pourpres
Attori principali: Jean RenoJean RenoVincent CasselVincent CasselfemminaNadia FarèsDominique SandaDominique SandaKarim BelkhadraKarim BelkhadraJean-Pierre Cassel, Didier Flamand, Philippe Nahon, François Levantal, Laurent Lafitte, Francine Bergé, Robert Gendreu, Christophe Bernard, Nicky Naudé, Vincent Tulli, Tonio Descanvelle, Olivier Rousset, Françoise Loreau, Nicolas Koretzky, Dominique Bettenfeld, Laurent Avare
Regia: Mathieu KassovitzMathieu Kassovitz
Sceneggiatura/Autore: Mathieu Kassovitz, Jean-Christophe Grangé
Colonna sonora: Bruno Coulais
Produttore: Alain Goldman
Produzione: Francia
Genere: Thriller
Durata: 106 minuti

Si poteva fare di meglio. / 27 Maggio 2018 in I fiumi di porpora

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Kassovitz dirige un thriller cupo con un insolita ambientazione tra i ghiacci e le nevi degli altipiani francesi.
Il film parte bene e si sviluppa ancora meglio grazie alle tante accattivanti scene di tensione e mistero ma poi qualcosa si spezza e tutto si trasforma in qualcosa di già visto (“Il codice da Vinci”) fino a giungere a un finale che stona con quanto si era visto fino a quel momento.
Buona l’interpretazione di Jean Reno, un po’ meno quella di Vincent Cassel.
Peccato perché se avesse mantenuto l’atmosfera cupa e misteriosa dell’inizio sarebbe stato un ottimo film.

P.s. ridicola la scena del combattimento stile Chuck Norris tra Cassel e gli skinhead.

Leggi tutto

Bello / 11 Maggio 2016 in I fiumi di porpora

Un thriller decisamente convincente, con atmosfere fantastiche nella prima parte, che però cala forse un pò troppo nella seconda mantenendosi comunque sempre su ampi livelli di sufficienza. Certo, è un pò un peccato che il climax della prima parte si perda poi praticamente del tutto, ma il film risulta comunque essere godibile grazie anche ai due protagonisti, Jean Reno e Vincent Cassel, davvero ottimi.

Leggi tutto

Appena sufficiente / 1 Aprile 2013 in I fiumi di porpora

All’inizio è molto interessante, poi inizia a diventare lento e noioso! nonostante tutto, ottima è l’interpretazione di Jean Reno e Vincent Cassel!!

Un po’ un film del Kassovitz.. / 12 Ottobre 2012 in I fiumi di porpora

No, questa volta il capolavoro del regista d’oltralpe non c’entra assolutamente nulla, eppure ancora una volta sono pervaso da un sentimento di odio. I fiumi di porpora è un francese con indosso un vestito a stelle e strisce, che purtroppo per lui (e per noi) veste molto stretto. Lo svolgimento della trama in alcuni punti sembra essere un po’ sbrigativo, e l’epilogo non è da meno. Il film ci catapulta già dai primi frame in un atmosfera a metà tra il mistico e il gotico, il che essendo in Francia sarebbe abbastanza naturale se non ricordasse forse troppo l’originalissimo Seven. L’unica nota positiva è data dalla regia, che raggiunge livelli di sufficienza anche grazie a qualche chicca (non so se di Mathieu fattura) che impreziosisce alcune scene e porta ad una mediocrità piena un film, molto probabilmente, concepito per essere non più di un 6.

Leggi tutto

19 Settembre 2012 in I fiumi di porpora

Forse il libro risulta più avvincente. Il film di suo non è male ma alla fine risulta sempre molto ovvio come tutti questi thriller d’azione (ridicola la scazzottata tra Jean-Pierre Cassel e dei nazisti, veramente inutile…). Non è il mio genere ma gli diamo una sufficienza.
“Non risponde mai alle domande che le fanno o ce l’ha proprio con me?” una frase che personalmente conosco molto bene, purtroppo 🙁

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.