La morte accarezza a mezzanotte

/ 19726.37 voti
La morte accarezza a mezzanotte

Valentina, un'avvenente fotomodella, accetta di partecipare ad un esperimento: ricostruire l'omicidio di una donna con l'aiuto di sostanze stupefacenti. Tutto sembra funzionare, tranne che per due ragioni: la polizia non le crede e l'assassino la rintraccia...
tarax ha scritto questa trama

Titolo Originale: La morte accarezza a mezzanotte
Attori principali: Nieves NavarroNieves NavarroSimón AndreuSimón AndreuPietro MartellanzaPietro MartellanzamaschioCarlo GentiliIvano StaccioliIvano StaccioliClaudio Pellegrini, Fabrizio Moresco, Alessandro Perrella, Elio Veller, Luciano Rossi, Raúl Aparici, Giuliana Rivera, Anna Recchimuzzi, Manuel Muñiz, Guido Spadea, Franco Moraldi, Giorgio White, Giacomo Pergola, Roberta Cifarelli, Danilo Bellucci, Claudie Lange, Franco Caracciolo, Lucio Como, Vincenzo De Toma, Filippo La Neve, Luigi Norossi, Vittorio Pinelli, Juan Torres, Mostra tutti

Regia: Luciano ErcoliLuciano Ercoli
Colonna sonora: Gianni Ferrio
Fotografia: Fernando Arribas
Produzione: Spagna, Italia
Genere: Thriller
Durata: 102 minuti

Dove vedere in streaming La morte accarezza a mezzanotte

Non il migliore della trilogia / 24 Novembre 2015 in La morte accarezza a mezzanotte

Terzo film della “trilogia ercoliana” di cui fanno parte “Le foto proibite di una signora per bene” e “La morte cammina con i tacchi alti”. Devo ammettere che questo film (come tutti i film di Ercoli per me) è ben girato, soprattutto ha una prima parte interessante che sembra volerci far credere che sia un giallo più puro di quanto in realtà sia. Infatti se la prima parte è interessante ed avvincente con una Susan Scott in buono spolvero, lo stesso non si può dire della seconda, in cui il film vira tra mafia e scazzottate, più simile a un polizziottesco che a un giallo. La motivazione finale per me è un “pochino” forzata e confusionaria e avrei giustificato questa trasformazione di genere a film in corso solo se il finale fosse stato all’altezza, purtroppo così non è stato. La Scott e Andreau sono sempre una sicurezza, però mi sento di dire che questo è il film più debole della trilogia. Voto prima parte: 7 voto seconda parte : 5

Voto finale 6

ps: da notare la canzone “Valentina” cantata nientepopòdimenoche da MINA!

Leggi tutto

4 Agosto 2013 in La morte accarezza a mezzanotte

Non è fatto male ma non c’è mai un brivido, mai uno spavento. Anche la protagonista sembra più adatta ai film comici che ai gialli.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.