Recensione su La morte accarezza a mezzanotte

/ 19726.05 voti

Non il migliore della trilogia / 24 novembre 2015 in La morte accarezza a mezzanotte

Terzo film della “trilogia ercoliana” di cui fanno parte “Le foto proibite di una signora per bene” e “La morte cammina con i tacchi alti”. Devo ammettere che questo film (come tutti i film di Ercoli per me) è ben girato, soprattutto ha una prima parte interessante che sembra volerci far credere che sia un giallo più puro di quanto in realtà sia. Infatti se la prima parte è interessante ed avvincente con una Susan Scott in buono spolvero, lo stesso non si può dire della seconda, in cui il film vira tra mafia e scazzottate, più simile a un polizziottesco che a un giallo. La motivazione finale per me è un “pochino” forzata e confusionaria e avrei giustificato questa trasformazione di genere a film in corso solo se il finale fosse stato all’altezza, purtroppo così non è stato. La Scott e Andreau sono sempre una sicurezza, però mi sento di dire che questo è il film più debole della trilogia. Voto prima parte: 7 voto seconda parte : 5

Voto finale 6

ps: da notare la canzone “Valentina” cantata nientepopòdimenoche da MINA!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext