La doppia ora

/ 20096.872 voti
La doppia ora

Torino. Guido è un ex-poliziotto che lavora come custode in una villa e che frequenta gli speed-date. Durante uno di questi incontri, conosce Sonia, una donna slovena che lavora come cameriera in un hotel. Un pomeriggio, la invita sul luogo di lavoro: durante l'incontro, alcuni rapinatori fanno irruzione nella villa.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: La doppia ora
Attori principali: Kseniya RappoportKseniya RappoportFilippo TimiFilippo TimiAntonia TruppoAntonia TruppoGaetano BrunoGaetano BrunoFausto Russo AlesiFausto Russo AlesiMichele Di Mauro, Lorenzo Gioielli, Lidia Vitale, Giampiero Judica, Roberto Accornero, Lucia Poli, Giorgio Colangeli, Deborah Bernuzzi, Barbara Braconi, Federica Cassini, Chiara Nicola, Gilda Postiglione Turco, Mostra tutti

Regia: maschioGiuseppe Capotondi
Sceneggiatura/Autore: Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi
Colonna sonora: Pasquale Catalano
Fotografia: Tat Radcliffe
Produzione: Italia
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 95 minuti

Dove vedere in streaming La doppia ora

Semplice / 17 Novembre 2013 in La doppia ora

Un Thriller senza tanti effetti speciali, senza tanta violenza .. forse anche semplice in quanto alla fine tutto risulta chiaro come il sole, ma forse proprio in questa semplicità sta la sua bellezza. Intrecciato con una storia d’amore che lascia una certa malinconia e tristezza. Insomma da vedere.

Biscioni e misteri / 7 Dicembre 2011 in La doppia ora

Peccato, perché poteva essere un film notevole se tutta l’atmosfera di mistero, tutti gli enigmi, ogni piccolo dettaglio non venisse spiegato per filo e per segno nel finale. Come se gli spettatori fossero dei decerebrati, obnubilati da decenni di deserto televisivo.

Bel film / 2 Novembre 2011 in La doppia ora

Intrigante, bel film.

5 Settembre 2011 in La doppia ora

Un noir inaspettato che ha considerevoli debiti narrativi nei confronti de L’inquilino del terzo piano di Polanski.
Belle interpretazioni, anche se la Rappoport sembra confinata al ruolo dell’emigrante tormentata, Timi rischia sempre di esagerare e le scene di sesso (una e un quarto, in realtà), urgenti e soffocate, sono un po’ sbrodolate.
Gradevole l’atmosfera rarefatta di una Torino invernale e fintamente assente.

Leggi tutto

17 Febbraio 2011 in La doppia ora

Sonia è di Lubiana ed è cameriera in un hotel a Torino. Guido è stato poliziotto e ora è custode in una villa fuori città. Sono due anime sole, turbate, incomplete, in cerca di certezze. Frequentano gli speed date dove si incontrano e si innamorano con prudenza. Ma una strana rapina interrompe la nascente storia d’amore fra i due e li getta nel gorgo di un melodramma nero, che trova il suo punto di forza nella complessità della psiche umana. Il film si sviluppa lungo il confine fra realtà e apparenza, in un clima horror brulicante di segnali angosciosi e di doppie verità. La sceneggiatura – scritta, riscritta, limata e soppesata da tre giovani – è nitida e tesa, ed è affidata ai protagonisti: Ksenia Rappoport è brava a dare a Sonia una fragilità psicologica assolutamente credibile, mentre Filippo Timi, in crescita esponenziale per intensità e presenza fisica, offre a Guido le ombre e le luci di una tenerezza al limitare dello strapiombo del dolore e si conferma come uno degli attori emergenti più completi nel panorama italiano.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.