1963

I tre volti della paura

/ 19637.566 voti
I tre volti della paura
I tre volti della paura

Film composto da tre episodi: 'Il telefono', in cui una donna viene tormentata da uno sconosciuto con telefonate minacciose; 'I Wurdalak', in cui un gentiluomo russo si imbatte in un cadavere senza testa e con un pugnale conficcato nel cuore; infine 'La goccia d'acqua', il racconto di un'infermiera avida che ruba l'anello di una sua paziente morta ed avrà modo di pentirsene.
laschizzacervelli ha scritto questa trama


Produzione: Francia, Italia, Usa
Genere: Horror

Classico da vedere / 24 Agosto 2019 in I tre volti della paura

3 storie di paura, declinata in vari modi, la prima “il telefono” – molto banale – vista oggi risulta addirittura ridicola, siamo troppo smaliziati per non capire subito come si sviluppa la storia. Molto meglio le altre due, la famiglia del Wurdalak avrebbe meritato un film intero e riprende in maniera ottima l’opera letteraria creando la giusta atmosfera. Anche l’ultimo episodio “la goccia d’acqua” è interessante ma anche in questo caso i trucchi utilizzati non reggono al passare del tempo.

Leggi tutto

Horror d’annata / 24 Giugno 2018 in I tre volti della paura

Film a episodi che hanno come comune denominatore la morte.
Nonostante la pellicola risenta degli anni che si porta sulle spalle rimane comunque un piacevole intrattenimento, soprattutto per gli amanti dei film horror che puntano più su atmosfere cupe e sinistre che su effettacci splatter.
Nel primo episodio protagonista è una donna che viene minacciata telefonicamente da un maniaco. L’episodio in sé è un continuo crescendo di suspense fino a un finale ben realizzato ma a mio parere poco brillante.
Il secondo episodio, “I Wurdalak”, è per me il migliore tra i tre, una storia dal sapore gotico che riprende un romanzo breve di Lev Tolstoj, “La famiglia dei Wurdalak”, un episodio un po’ lento però eccellente nella sua realizzazione(le scenografie sono bellissime), soprattutto nel mostrare l’inquietante legame che a volte unisce l’amore con la morte.
Il terzo episodio vede come protagonista una donna perseguitata dopo aver rubato un monile prezioso a un cadavere. Anche in questo caso la realizzazione è eccellente, sia dal punto di vista scenografico che della tensione, palpabile dall’inizio alla fine.
Un gioiello di tecnica registica e arte, un po’ datato ma che un amante degli horror d’annata non può non apprezzare.

Leggi tutto

Caposaldo / 7 Gennaio 2016 in I tre volti della paura

Punto di congiuntura tra l’horror vecchio stampo e l’horror moderno.
Tre episodi uno meglio dell’altro. Quello che ho preferito è sicuramente l’episodio del “Wurdalak”. L’atmosfera del secondo episodio è stata la più suggestiva per il sottoscritto.
Bava cura come sempre la messa in scena giocando con le luci e le ombre con una maestria fuori dal comune.

Fantastica la chiusa di Boris karloff.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.