2018

Flavors of Youth

/ 20186.129 voti
Flavors of Youth
Flavors of Youth

L'anime è composto da tre storie diverse, ambientate in altrettante città della Cina. Gli argomenti principali sono diversi -cibo, vestiti e alloggio- ma sono legati da almeno due temi comuni: la crescita e i sentimenti.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: 肆式青春
Attori principali: Crispin Freeman, Dorothy Elias-Fahn, Jessica Gee-George, Tara Sands, Cristina Valenzuela, Evan Rachel Wood, Taito Ban, Erica Mendez, Matt Fowler, William Holmes, Billy Kametz, Joe Ochman, Doug Stone, Ikumi Hasegawa, Mariya Ise, Minako Kotobuki, Takeo Otsuka, Haruka Shiraishi, Jona Xiao, Hiroki Yasumoto
Regia: Haoling Li, Xiaoxing Yi, Yoshitaka Takeuch
Produzione: Cina, Giappone
Genere: Orientale, Drammatico, Romantico, Animazione
Durata: 74 minuti

Memoria, affetti e spaghetti di riso / 8 Agosto 2018 in Flavors of Youth

L'anime originale Netflix Flavors of Youth nasce dalla collaborazione fra due studi di animazione asiatici: il cinese Haoliners Animation League e il giapponese CoMix Wave Films, che, in questi anni, ha prodotto e animato alcuni lavori di Shinkai Makoto (vedi, Il giardino delle parole, Agartha e Your Name), ha collaborato con... continua a leggere » Hosoda Mamoru (The Boy and the Beast) e ha prodotto cose un po' più discutibili, come La scuola più pazza del mondo.
Il film è composto da tre cortometraggi uniti fra loro non solo da alcuni elementi narrativi, cioè il tema della crescita e, quindi, della memoria e quello dell'affetto, ma anche dalla sequenza finale (aspettate la conclusione dei titoli di coda).

Nel complesso, il lungometraggio si fa apprezzare per la ricchezza dei dettagli e per la vivacità cromatica e, dettaglio che non mi pare trascurabile, per la rappresentazione di un contesto sociale, urbano ed estetico, quello cinese, a cui il pubblico occidentale è meno avvezzo rispetto a quello giapponese.
Dal punto di vista narrativo, invece, le tre storie non si distinguono per originalità o complessità e, piuttosto, calcano su un certo sentimentalismo che, ormai, mi pare un po' troppo abusato.
Fra i tre corti, credo di aver preferito il primo, perché mi è piaciuto il richiamo proustiano al valore evocativo del cibo che, qui, ben si sposa con gli intenti narrativi dell'intero progetto.
In questo senso, il secondo cortometraggio mi è sembrato quello più incerto e sbilanciato.

Do 10 solo perché non posso dare di più / 4 Agosto 2018 in Flavors of Youth

Questi 3 mini film, sono un opera d'arte, da far vedere assolutamente a chi scredita i film di animazione bollandoli con il cliché di "sono per bambini".
3 storie profonde, dove ci sono tanti punti che se scaviamo dentro di noi, troveremo qualche nostro pezzetto, perché si sono storie di tutti i giorni, storie che ci portano a riflettere su noi stessi,... continua a leggere » sopratutto nella terza storia per un momento mi è sembrato quasi di guardarmi allo specchio e penso che chiunque vedrà per un attimo il proprio riflesso in questo film.
Altamente consigliato voto 100