Recensione su Dagon - La mutazione del male

/ 20015.327 voti

LOVER CRAFTING / 9 Aprile 2021 in Dagon - La mutazione del male

Dopo più di dieci anni Yuzna e Gordon tornano a collaborare assieme ad un progetto comune. E cosa potevano fare i due se non un film Lovercraftiano?
Ed ecco qui “Dagon”, tratto da “La maschera di Innsmouth” e “Dagon” appunto, il film è un horror purissimo e tradizionale.

Un incubo ad occhi aperti in una atmosfera malsana e carica di sale.
La scelta di trasferire il racconto sulla costa spagnola si rivela vincente. Lo stile di Lovercraft si sposa alla grande col misterioso folklore spagnolo.

Gordon è come sempre capace di mantenere alta la tensione anche nei momenti meno concitati sopperendo con la costruzione narrativa all’ennesimo miserrimo budget.

Il cast è perlopiù formato da attori spagnoli tra i quali spiccano il vecchio Francisco Rabal e la giovanissima Macarena Gómez.

Il trucco fa il suo sporco lavoro mentre la CGI giocattolosa fa letteralmente ridacchiare. Pur sapendo che i voti bassi sono quasi tutti figli di questa CGI preistorica ,riesco tranquillamente a farmelo piacere perché è usata col contagocce e solo in funzione della storia. Effetti speciali a supporto della storia e non il contrario come avviene sempre più spesso.

B-Movie di pregio.

VOTO: 6,5

Lascia un commento

jfb_p_buttontext