Belfast

/ 20216.980 voti
Belfast

Belfast, anni Sessanta del Novecento. Buddy è un ragazzino che vive a Belfast con la famiglia e cresce nel bel mezzo dei tumulti che agitano l'Irlanda del Nord.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Belfast
Attori principali: Jude Hill, Lewis McAskie, Caitríona Balfe, Jamie Dornan, Judi Dench, Ciarán Hinds, Colin Morgan, Lara McDonnell, Gerard Horan, Josie Walker, Olive Tennant, Michael Maloney, Turlough Convery, Conor MacNeill, Chris McCurry, Elly Condron, Samuel Menhinick, Vanessa Ifediora, Gerard McCarthy, Sid Sagar, Mark Hadfield, John Sessions, Mairéad Tyers, Drew Dillon, Leonard Buckley, Kit Rakusen, Freya Yates, Nessa Eriksson, Charlie Barnard, Frankie Hastings, Caolan McCarthy, Ian Dunnett Jnr, Oliver Savell, Orla McDonagh, Ross O'Donnellan, Olivia Flanagan, Serrana Su-Ling Bliss, Rachel Feeney, Estelle Cousins, Scott Gutteridge, Bill Branagh, Joyce Branagh, James O'Donnell, Victor Alli, Matthew Blaney, Scarlett Nunes, Mostra tutti

Regia: Kenneth Branagh
Sceneggiatura/Autore: Kenneth Branagh
Colonna sonora: Van Morrison
Fotografia: Haris Zambarloukos
Costumi: Charlotte Walter, Kate Eden
Produttore: Kenneth Branagh, Celia Duval, Tamar Thomas, Laura Berwick, Becca Kovacik
Produzione: Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Commedia
Durata: 98 minuti

Dove vedere in streaming Belfast

Amarcord asettico / 14 Settembre 2023 in Belfast

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

L’amarcord di Branagh non mi ha convinta, né sul versante narrativo, né su quello tecnico.
Accettato il fatto che, benché esibito sullo schermo, il drammatico conflitto sociale e politico nell’Irlanda del Nord sia una specie di rumore di fondo, la rappresentazione dell’infanzia del protagonista è idilliaca al limite dell’iperglicemia.
Non che non si possa vivere un’infanzia felice e non che non si possano avere genitori incredibilmente belli, tolleranti e assennati, nonni filosofi, cugine simpatiche e compagne di scuola innamorate – ovviamente – di te, ma, qui, per me, si esagera.

Ciliegina sulla torta: la sequenza in cui, dopo il funerale del nonno, tutta la famiglia va a ballare, con tanto di padre che si mette a cantare come un professionista Everlasting Love (e lo zio a suonare la tromba! …o il sassofono, non ricordo). Mi sono davvero stupita del fatto che non fosse un sogno del bambino.

Insomma, per quel che mi riguarda, il film è monodirezionale, elementare nella rappresentazione dei sentimenti e pretenzioso: Branagh gigioneggia con l’uso del bianco e nero e con inquadrature leziose, costruite con asettica precisione, come i personaggi.

Leggi tutto

24 Gennaio 2022 in Belfast

Troppo veloce e approssimativo, la trama non e’ sviluppata abbastanza. Guardando il trailer, l’idea sarebbe stata quella di essere toccati emotivamente con il bambino, la famiglia o l’ambiente. Guardando il film pero’ non succede nulla di tutto questo, che passa senza dare ne’ emozioni ne’ interesse per la vicenda. Il comportamento del bambino non sembra per niente influenzato da quanto succede attorno a lui, talvolta rimane ambiguo (ad esempio, perche’ mai l’idea di doversi trasferire nella molto piu’ sviluppata Inghilterra dovrebbe sviluppare quel tipo di capricci invece di un piu’ reale entusiasmo?), e neanche Belfast e la sua storia politica sono ben caratterizzate.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.