Ozark

/ 20177.557 voti
serie tvOzark

La vita dei Byrde sembra quella di qualsiasi normale famiglia media americana. In realtà, il capofamiglia, Marty, consulente finanziario, ricicla denaro sporco per conto di un grosso cartello messicano della droga. Quando le cose precipitano, Marty, sua moglie Wendy e i figli Charlotte e Jonah si trasferiscono da Chicago nella regione dei Monti Ozark, nel Missouri.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Ozark
STAGIONI/EPISODI: 4 Stagioni , 44 episodi, conclusa
Durata episodi: 56 min.
Attori principali: Jason BatemanJason BatemanLaura LinneyLaura LinneySofia HublitzSofia HublitzSkylar GaertnerSkylar GaertnerJulia GarnerJulia GarnerCharlie Tahan
Creata da: Mark WilliamsMark WilliamsBill DubuqueBill Dubuque
Produzione: Usa
Genere: Crime, Drama, Thriller
Network: Netflix

Dove vedere in streaming Ozark

Lugubre e verbosa storia di criminalità / 23 Maggio 2022 in Ozark

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Prima stagione
Ho iniziato a guardare la serie tv Netflix Ozark, dopo la fine dell’ultima stagione, per dedicarmi con calma a una storia televisivamente conclusa.
Da più parti, ne avevo sentito parlare come di una cugina di Breaking Bad, almeno per quel che riguarda la figura del medioman che diventa Genio del Male nel mondo del narcotraffico.
Tolto questo elemento, in effetti, le due serie tv non si pigliano granché (emmenomaleché!).

Ozark è una buona seppur verbosa storia di personaggi, con cui, però, finora, ho avuto difficoltà a “simpatizzare” (e non per via delle loro connessioni con il mondo della criminalità: tanto per intenderci, uno dei miei personaggi televisivi preferiti è Tony Soprano).
Marty Byrde (Jason Bateman, che ha diretto anche vari episodi) ha una freddezza e una rapidità di calcolo e valutazione delle situazioni sovrumana, la moglie Wendy (Laura Linney) è la sua degna compagna, Ruth Langmore (Julia Garner, già premiata un paio di volte agli Emmy e pluricandidata ai Globes, per questo ruolo) è una furba creatura silvana.
Nel corso della storia, ci sono miliardi di manipolazioni psicologiche: dire che i vari personaggi sono doppiogiochisti e che il bluff è la loro specialità è davvero poco.

En passanti, mentre ho trovato abbastanza interessante (ma ancora poco sviluppato e poco sfruttato dal punto di vista narrativo) il personaggio del piccolo Jonah (Skylar Gaertner), mi sembra abbastanza superfluo quello dell’adolescente Charlotte (Sofia Hublitz).

Ozark è una serie tv lugubre, dominata in maniera un po’ troppo didascalica da colori particolarmente lividi e animali predatori e situazioni in bilico tra misurato grottesco e semplice farsa.
In varie occasioni, con il procedere della serie tv, vengono messe in scena situazioni e immagini decisamente disturbanti, legate soprattutto alla violenza fisica e psicologica e al sesso “disperato” (in generale, per quel che mi riguarda, vince la sequenza del “battesimo” del neonato, a opera del pastore Mason, tra le sequenze conclusive della prima stagione).

Vedremo.
Per ora:

Voto prima stagione: sei stelline e mezza.

Leggi tutto

Ben fatto / 5 Marzo 2020 in Ozark

In questa storia si trova un protagonista che è un buon personaggio, è tutto il resto che è strano.
Moglie zoccola, figlio ritardato, figlia miss antipatia universale, socio corrotto, agenti FBI depravato, malvivente gay, socia ladra, ragazza coprotagonista ladra e assassina.
Non c’è un personaggio positivo in tutta la storia.
In linea di massima la serie è ben fatta con una trama che ricorda Breaking Bad ma da vedere col telecomando in mano per andare avanti quando entra in scena la figlia.

Leggi tutto

Da vedere / 15 Gennaio 2019 in Ozark

Ozark è una serie che mi ricorda per certi versi Breaking Bad,
Trovo che sia molto curata nei dettagli, un dramma familiare e un thriller per adulti che lascia il segno, la prima stagione ti prende tutta d’un fiato, la seconda rallenta un po’ ma ha il suo perchè… Attendo la terza stagione perchè cambierà tutto!

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.