8 marzo 2017 in Belfagor ovvero Il fantasma del Louvre

Era il 1965 e i ritmi erano molto diversi. Pathos, inseguimenti e tentativi di fuga che duravano anche decine di minuti, personaggi che saltavano fuori dal nulla e solo per fornire qualche dialogo "familiare" in più. Di certo nulla al cardiopalmo, come accade oggi. Sono solo a metà del romanzo di Bernède e non so se, oltre ai nomi di un paio di... continua a leggere »