I vincitori del Far East Film Festival 2014: Gelso d’Oro a Yamazaki.

Si è conclusa domenica 4 maggio la 16ma edizione del più grande festival occidentale dedicato al cinema orientale. Premi a giapponesi, sudcoreani e filippini. E "Thermae Romae II" esalta il web.

, di

La sedicesima edizione del Far East Film Festival di Udine si è conclusa domenica 4 maggio, con la consegna dei premi assegnati, come accade ormai dal 1999, da una foltissima ed inusuale giuria: quella costituita dal pubblico accorso alle proiezioni esclusive del più grande festival occidentale dedicato alla cinematografia asiatica, consistito in nove giorni di proiezioni, eventi collaterali ed una valanga di produzioni provenienti dalle più disparate realtà cinematografiche asiatiche, dalle Filippine al Giappone.

Il riconoscimento più importante, il Gelso d’Oro 2014, è stato consegnato al film giapponese The Eternal Zero (2013) di Yamazaki Takashi che affronta un tema ancora controverso in Giappone (come dimostrano anche le recenti polemiche sorte intorno all’ultimo lungometraggio animato di Miyazaki Hayao, Si alza il vento), quello dei kamikaze nipponici impegnati durante la Seconda Guerra Mondiale.
Secondo premio per il legal drama The Attorney (2013) del sudcoreano Yang Woo-seok, aggiudicatosi anche il Gelso Nero 2014, il riconoscimento assegnato dagli accreditati nella lista Black Dragon, mentre il melodramma filippino Barber’s Tales (2013), diretto da Jun Lana, si è piazzato al terzo posto.
Takeuchi Hideki, apprezzato regista dai toni demenziali, ha sbaragliato la concorrenza aggiudicandosi il premio assegnato via web, con Thermae Romae II (2014), in cui ritornano le avventure dell’architetto romano di Thermae Roma (2012) ancora alle prese con l’edilizia e la società del Giappone moderno.

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext