Superficiale / 20 Giugno 2020 in Cambio tutto!

Credo che il problema principale di Cambio tutto!, il nuovo film di Guido Chiesa, sia l’uso eccessivo degli stereotipi. I personaggi non hanno sfumature e incarnano precisi topoi da cui non svicolano mai, impedendo allo spettatore di stupirsi (e divertirsi) davvero.
Anche il cambiamento radicale di Giulia (comunque brava Valentina Lodovini), che costituisce il motore e il perno del film, è ampiamente prevedibile proprio nei termini e nella misura in cui avviene.
Peccato, perché il film sfiora (solo superficialmente) diversi argomenti molto interessanti, come la ribellione alle convenzioni e, a cascata, la capacità di sentirsi bene “da soli”.

Nota a latere: nei titoli di coda, ho letto una cosa, molto carina, che non avevo mai visto altrove. Là dove si spiega che gli animali presenti nel film non hanno subito maltrattamenti, si specifica che sono tutti “trovatelli” maltrattati poi curati, seguiti dal corretto punto di vista etologico e ri-abituati ad avere fiducia nell’uomo <3

Leggi tutto