La “diversità” tra androidi ed umani / 20 Ottobre 2013 in Time of Eve

Eve No Jikan Gekijouban, meglio noto con il titolo di Time Of Eve è una web series di 6 episodi da 15 minuti, successivamente raccolti in un singolo film.
Una bella sorpresa quest’opera. Nonostante tratti un tema ricercato ma non molto originale (ovvero gli androidi e le leggi della robotica di Asimov) è senza dubbio un prodotto di pregevole fattura... continua a leggere » per il modo in cui gli autori riescono a trattare l’argomento.
L’opera ci introduce questo futuro, dove androidi e umani vivono ormai integrati gli uni con gli altri e i primi hanno raggiunto un tale grado di evoluzione da essere quasi del tutto simili agli umani, sia nell’aspetto fisico (solo una sorta di anello orbitante intorno alla testa può differenziarli dagli umani stessi), sia nel modo di agire e di comportarsi, tanto da far emergere dubbi sulla capacità effettiva dei robot di provare sentimenti ed emozioni umane. Il film sembra principalmente voler analizzare questo interrogativo, sempre con una certa delicatezza e sensibilità, non andando mai a sfociare in trovate narrative banali o superficiali.
Nonostante una trama fisicamente statica (tant’è che quasi tutta l’azione si svolge in un singolo luogo) Time Of Eve ha un epicentro narrativo costituito dalle relazioni tra i vari personaggi, i rapporti che essi andranno a instaurare tralasciando praticamente la loro natura, umana o robotica che sia.
E’ un’opera estremamente godibile e a modo suo originale. Consigliatissima.