Recensione su The Following

/ 20136.8108 voti

Recitazione e regia top,sceneggiatura imbarazzante / 22 dicembre 2015 in The Following

Vado controcorrente e metto un 6 risicato alla serie con tanto dispiacere non lo nascondo perchè il concept della prima puntata era assolutamente affascinante e aveva un potenziale enorme.
Arrivati però a un certo punto,a metà della prima stagione,il tutto comincia scricchiolare facendo venire alla luce grossissime pecche a livello di scrittura della trama che trasforma la sceneggiatura in un qualcosa di scontato e prevedibile.La prova di tutto questo è la continua rincorsa al colpo di scena ad effetto in salsa horror che magari all’inizio funziona pure ma poi diventa altamente telefonato tanto che te lo aspetti.
Se la sceneggiatura degna di un thriller movie di serie b è completamente bocciata lo stesso non si può dire per il cast con un Kevin Bacon assolutamente magistrale e il villan James Purefoy credibile e carismatico col suo accento molto british e la sua espressività,ovviamente l’ottima scrittura dei personaggi ha agevolato questi due grandi attori.

Viene il rimpianto perchè se la serie si fosse conclusa con la prima buona stagione staremo a parlare quasi di un perla delle serie tv(nonostante gli evidenti limiti) non paragonabile di certo ai capolavori delle mini serie HBO ma comunque assolutamente buona.
Dalla seconda stagione in poi il ridicolo aumenta e si perde completamente il concept iniziale a favore di ingressi di nuovi personaggi non proprio riusciti mentre nella terza(e ultima?) stagione il tutto viene amplificato tranne in uno o due momenti che alzano il livello generale di mediocrità.

Il voto è 6,consiglierei di guardare solo la prima stagione e fare finta che finisca lì dimenticandosi delle catastrofiche stagioni successive che hanno determinato il calo di ascolti che ha portato alla chiusura anticipata,se ci fermiamo alla season 1 il voto è ovviamente 7/7,5.

Consigliata:ni.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext