Maid

/ 20217.737 voti
serie tvMaid

Serie tv tratta dall'omonimo romanzo autobiografico di Stephanie Land. Una giovane madre single mantiene se stessa e la propria bambina, lavorando come addetta alle pulizie. Intanto, combatte contro ingiustizie della società, come la povertà e l'eccessiva burocrazia.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Maid
STAGIONI/EPISODI: 1 Stagioni , 10 episodi, conclusa
Durata episodi: 54 min.
Attori principali: Margaret QualleyMargaret QualleyNick RobinsonNick RobinsonAnika Noni RoseAnika Noni RoseAndie MacDowellAndie MacDowellTracy VilarTracy VilarBilly Burke, Rylea Nevaeh Whittet
Creata da: maschioMolly Smith Metzler
Colonna sonora: Este Haim, Christopher Stracey
Costumi: Lyn Paolo
Produttore: Margot Robbie, John Wells, Molly Smith Metzler, Tom Ackerley, Brett Hedblom, Erin Jontow, Stephanie Land
Produzione: 0
Genere: Comedy, Drama, Mini-Series
Network: Netflix

Dove vedere in streaming Maid

Mah. / 12 Gennaio 2022 in Maid

Questa miniserie non mi ha convinto. A parte la protagonista per cui è pressoché impossibile provare un minimo di empatia (che nervi vederla rifiutare proposte che potevano darle una grande mano solo per orgoglio!), ma anche la storia non mi ha preso più di tanto: mi aspettavo una battaglia più serrata da parte di Alex per la conquista della propria indipendenza e per la custodia della figlia, ma di fatto tutto questo viene fuori solo nel primo e nell’ultimo episodio. Il resto è riempito da conflitti con i genitori, da uno snervante tira e molla con il suo ex, dai suoi sogni a occhi aperti, dalle sue scelte sbagliate, compiute più per orgoglio che riflettendo seriamente su quello di cui hanno bisogno lei e la figlia. Un’occasione un po’ mancata, ecco cosa mi è sembrato questo Maid.

Leggi tutto

Storia vera? / 11 Ottobre 2021 in Maid

Serie solo sufficiente per il buon ritmo e la trama ben architettata. Ma i personaggi… sembrano presi dalle favole, sono tutti delle m*rde con il solito passato da famiglia disfunzionale, tutti m*rde eccetto l’eroina di turno ovviamente che, oddio, sei proprio buona e di sani principi, come fai, cioè sei da ammirare oddio che brava!
Eroina interpretata tra l’altro da un’attrice meno espressiva di una parete in cartongesso. E poi alla fine chi è che si redime? Ovvio, la ricca benestante che aiuta la povera. Ma certo, come no. La cosa più ridicola è poi il lavoro da lavacessi raccontato come fosse un’allegra giornata di pulizie di primavera.
Mi spiace Netflix ma la povertà è molto peggio di come è descritta qui.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.