34 Recensioni su

Il Trono di Spade

/ 20118.5874 voti

La migliore / 16 Luglio 2022 in Il Trono di Spade

Non troverete mai una serie come questa, sia per quanto riguarda la trama, sia per quanto riguarda scene, pathos e bravura da parte degli attori.
La migliore serie mai registrata fin ora.

8 stelle solo per il finale / 7 Giugno 2021 in Il Trono di Spade

GOT é la serie più popolare del globo. Un motivo ci sarà. Per me superlativa, ho amato tutto anche se il finale… boh

bello / 21 Settembre 2020 in Il Trono di Spade

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

consiglio questa serie tv a chi piacciono storie impegnative. ci sono molti personaggi e a volte è difficile ricordarsi tutto di tutti ma nel complesso è una bella serie, molti personaggi sono strutturati molto bene e ti appassionano; ci sono molte morti per cui dispiacersi ha però diversi difetti, alcune cose non vengono spiegate bene e per capirle ho dovute cercare nei libri, come per esempio i sogni di Bran, effetti speciali concentrati nella realizzazione del drago ma scadenti per buona parte del resto. deludente la presenza data ai lupi, che nel libro sono una parte fondamentale e non semplici animali da compagnia. a me nel complesso sono comunque piaciute molto le stagioni fino alla 7 ma la 8, ultima, è molto deludente. ho guardato Game of Thrones perchè ne ho sentito parlare molto da chiunque ma ho visto serie meno famose molto più belle, per esempio Vikings.

Leggi tutto

Consiglio a tutti!!! / 10 Settembre 2020 in Il Trono di Spade

Non c’è niente di più bello!!! LA PIÙ BELLA SERIE TV IN ASSOLUTO!!!!!

Il Trono di Spade – Prima Stagione: serie tv basata sui romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin / 15 Maggio 2020 in Il Trono di Spade

Il Trono di Spade è una serie televisiva statunitense del genere Fantasy creata da David Benioff e D.B. Weiss, trasmessa per la prima volta sul canale televisivo HBO nel 2011. La serie è basata sui romanzi dell’autore George R.R. Martin “Cronache del ghiaccio e del fuoco”, opera letteraria di genere fantasy.
La prima stagione è stata nominata ben sette volte agli Scream Award 2011 ed è composta di dieci episodi. Tali episodi narrano le vicende degli abitanti di Westeros, continente civilizzato diviso in Sette Regni, ai quali appartengono diverse casate reali. La capitale è Approdo del Re, sul cui Trono di Spade siede l’unica persona legittimata a governare tutti e sette i regni: il sovrano di Westeros e delle Terre Selvagge circostanti. Il suo nome è Robert Baratheon. Sotto la sua guida, i lord dei Sette Regni governano in autonomia feudi più o meno grandi, amministrando terre e sudditi.
Il Trono di Spade, la prima stagione, ha tre diverse ambientazioni: il mondo civilizzato di Westeros, sfondo delle lotte di potere dei Sette Regni per la conquista del Trono di Spade; la barriera a Nord, costruita per proteggere i civili da Estranei e Bruti; le selvagge terre di Essos, continente al di là dell’oceano.
Una trama davvero intricata quella della prima stagione de Il Trono di Spade, ma assolutamente avvincente grazie ai tantissimi personaggi che la caratterizzano, tutti in lotta per questo benedetto Trono di Westeros. Nonostante i personaggi siano tantissimi e l’intreccio narrativo assolutamente complesso, io sono rimasta incollata allo schermo durante ognuno dei dieci episodi ed ero completamente catturata dalla storia fin dalla prima puntata piena di Eventi, intrighi e passioni che mi hanno letteralmente catturata. Ho trovato la storia ben scritta, con una regia e una scenografia davvero meravigliosa e un cast di attori eccezionali che hanno contraddistinto ogni singolo personaggio e mi hanno suscitato emozioni fortissime, vuoi di rabbia, di tenerezza, di ammirazione e di odio per ognuno di loro. E poi la sigla iniziale che adoro e non potevo “Skipparla”, ma la sentivo a ogni inizio di episodio, una musica che mi carica e mi prepara a tutto ciò che l’episodio contiene!
Il protagonista dei primi episodi è Eddard Stark (interpretato magistralmente da Sean Bean), Lord di Grande Inverno e Protettore del Nord. Il saggio amico del re Robert Baratheon, seduto sul Trono di Spade, un personaggio austero ma semplice e con grandi virtù morali come l’onore, il coraggio e la lealtà. Intrighi davvero sorprendenti oltre a passioni estremamente incestuose sono presenti, oltre al lusso e allo sfarzo, ad Approdo del Re, dove spiccano in prima linea i fratelli Lannister. Sarà, infatti, anche la famiglia dei Lannister, oltre alla famiglia Stark, a essere fondamentale per lo sviluppo della trama. Sono, infatti, Cersei, Tyrion e Jaime i detentori del potere e del denaro di molti dei Sette Regni. Cersei Lannister (interpretato dalla bravissima, poiché si fa odiare per la fantastica interpretazione del suo personaggio, da Lena Headey) è la regina, la moglie di re Robert, il personaggio che più ho odiato in questa prima stagione, una donna perfida, senza scrupoli che vive una storia incestuosa da sempre con il fratello Jaime (interpretato da Nicolaj Coster-Waldau) dal quale ha avuto un figlio che da sempre è creduto figlio del re Robert e quindi l’unico erede al trono dopo la morte del presunto padre.
L’unico che si discosta dai fratelli Lannister è il “folletto” Tyrion (interpretato da Peter Dinklage) uno dei miei personaggi preferiti di questa stagione! Arguto, forte, generoso, saggio che colpisce tutti per questo suo aspetto fuori dall’ordinario ma assolutamente indispensabile. Un personaggio ben costruito e assolutamente coinvolgente e non puoi che provare empatia e simpatia nei suoi confronti (io personalmente l’ho adoro, mi fa ridere, mi fa tenerezza e poi in fondo è pure dolcissimo!)
Un altro personaggio di spicco, all’interno della prima stagione, è Jon Snow (interpretato da Kit Harington), figlio illegittimo di Eddard Stark, unitosi ai Guardiani della Notte che difendono la barriera. Un personaggio che è buono e che dona anima e corpo alla sua causa diventando la rappresentazione simbolica di tutte le qualità che un guerriero deve avere! Un comportamento onorevole quello di Jon in questa prima stagione, dedito a onorare il suo Dio, la confraternita dei Guardiani della Notte e compiere il proprio dovere, ossia difendere la popolazione del Nord da Estranei e Bruti. Purtroppo figlio illegittimo è deriso e schernito con il nome di “Bastardo”. Molto simile a Tyron, entrambi “figli sbagliati” con una grande bontà d’animo che sono solo alla ricerca di un riscatto sociale e del riconoscimento paterno; entrambi non aspirano certo a diventare re e direi che sono gli unici a non avere il Trono di Spade come obiettivo.
Il mio personaggio preferito in assoluto per questa prima stagione de Il Trono di Spade è Daenerys Targaryen (interpretata dalla bellissima Emilia Clarke) figlia di re Ayerys II Targaryen (il Re Folle), moglie di Khal Drogo (interpretato da Jason Mamoa) e quindi regina del Grande Mare d’Erba, è anche madre di tre cuccioli di drago, ricevuti in dono per le sue nozze. Da un inizio di sorella sottomessa e costretta in sposa, diventerà poi regina amata perché salverà molti popoli in schiavitù, riuscirà a liberarsi del fratello crudele, diverrà una spietata vendicatrice e assolutamente forte e potente ed io ho seguito la sua “crescita” di potere all’interno di ogni singola puntata, immedesimandomi con lei e vivendo ogni singolo istante che la vedeva protagonista portandomi a un finale di stagione sempre più convinta di amare incondizionatamente questo personaggio e non vedo l’ora di scoprire cosa le succederà e come gestirà i suoi tre draghi.
Non riesco a fare un paragone tra la storia e i personaggi con i libri, non avendoli letti, ma se la serie televisiva mi ha coinvolto e appassionato in questo modo completo dalla prima stagione, non oso immaginare le emozioni leggendo i libri e spero alla fine di riuscirci!
Il Trono di Spade è una serie fantasy che sovverte un po’ i canoni del genere con scene di violenza e sesso esplicito anche, che rendono tutto geniale e portano a svelare l’intreccio narrativo, man mano che la serie procede e che mi ha portato a voler vedere nel prossimo episodio l’evoluzione della storia e dei personaggi, passando da eroi ad antieroi e che inevitabilmente mi portano ad affrontare la seconda stagione senza dar niente per scontato e preparandomi a nuovi colpi di scene, nuovi personaggi e soprattutto a cosa accadrà ai miei personaggi preferiti e se cambierò o no idea su alcuni di loro.
In questa prima stagione le emozioni sono state intese e complete, coinvolta completamente nella storia, sorprendendomi per scene, personaggi e intrighi che mi facevano arrabbiare e accadimenti che mi hanno spaventato, commosso e anche gioire soprattutto per la scena finale della stagione che ho trovato meravigliosa! Inoltre la certezza che l’inverno stia arrivando e con esso mille cambiamenti e sorprese terribili e drammatici mi aspettano nelle prossime stagioni che non vedo l’ora di vedere!
Concludendo, come prima stagione Il Trono di Spade mi ha coinvolto e appassionato come non mi aspettavo e mi sono data della stupida per aver aspettato tanto tempo per iniziare a guardarla e ora chi mi ferma più!

Recensione nel blog: https://danyshobbies.blogspot.com/2020/05/il-trono-di-spade-prima-stagione.html

Leggi tutto

La migliore / 5 Maggio 2020 in Il Trono di Spade

Fantastica! Non breaking bad di me**a

!!! / 5 Maggio 2020 in Il Trono di Spade

La più bella in assoluto!

Una gran bella epopea con un gran brutto finale / 29 Aprile 2020 in Il Trono di Spade

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Questa quarantena mi è sembrato il momento migliore per iniziare questa serie. Me ne sono disinteressata per anni, riuscendo anche ad evitare qualunque tipo di spoiler (a parte la delusione generale sulla stagione conclusiva). Mi è piaciuta? Decisamente. Fino alla sesta stagione è davvero una gran bella serie piena di intrighi, di passioni, tradimenti, sangue e violenza. Ma, soprattutto, piena di personaggi intriganti, ricchi di sfumature. Purtroppo le ultime due stagioni non sono affatto all’altezza. Evidentemente la mancanza del supporto dei libri della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco si fa sentire. Ma non è solo questione di debolezza di trama o di mancanza di idee, ma anche di poca attenzione ai dettagli, di personaggi cruciali liquidati in un attimo, di scene assurde o inspiegabili specie nell’ultima stagione in cui, per esempio Daenarys che vola ad Approdo del re e non vede la flotta di Greyjoy o Bronn che arriva, indisturbato, a Grande Inverno con una balestra in mano senza che nessuno lo noti! Errori grossolani che minano il valore della serie. Così come un finale davvero troppo raffazzonato per poter sembrare che sia stato pensato e studiato bene piuttosto che buttato lì tanto per chiuderla in qualche modo. Peccato, davvero.

Leggi tutto

Stupendo / 15 Gennaio 2020 in Il Trono di Spade

Consiglio a tutti gli amanti di serie tv, specialmente il fantasy di guardare questa serie. Perché grazie al Trono Di Spade le serie tv HANNO SFONDATO NEL MONDO

Capolavoro! / 1 Giugno 2019 in Il Trono di Spade

Non è mai stato il mio genere eppure per curiosità ho iniziato questa serie un sabato pomeriggio grigio di quest’inverno: e la domenica sera successiva avevo finito le prime due stagioni!
Colpito e affascinato da tanto clamore, s capisce subito che sarebbe diventato un cult del suo genere, tra il fantasy e drammatico, ma pieno pieno pieno di cose spettacolari: storie, personaggi, eventi.
Lasciate stare che il finale ha deluso molti fan, a me personalmente un po’ sì, ma quando lo vedrete capirete che forse non c’era molta alternativa, senza che si fosse caduti nel banale.
Vedetela senza pensarci e ne sarete risucchiati tanto che vi mancheranno!!!
10 pieno per le stagioni da 1 a 7.
7,5 per la stagione 8.

Leggi tutto

2 voti in meno per il finale / 28 Maggio 2019 in Il Trono di Spade

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Finalmente dopo 8 stagioni posso scrivere due righe.
Il finale è una vaccata , inutile girarci attorno : inutilmente pomposo e prolisso, si perdono decine di minuti a puntata in scene rallenty un pò come dire “avete visto come sono stati spesi bene 10 mln a puntata per dettagliare un capitello distrutto?” Uao. Che bravi.
Personaggi secondari diventano improvvisamente importantissimi (Brianne,Verme Grigio,Bran), altri importantissimi diventano zerbini secondari (Jon Snow) o figure incomprensibili (Jaime Lannister , il Re della Notte) .
L’unica cosa che salvo dell’8 stagione , sono i draghi : li si che si vedono i milioni spesi ed è uno spettacolo visivo (peccato poi che 2 di essi praticamente non si vedono mai , ma questo è un altro problema).
Insomma, una vera tragedia di finale.

Per le restanti 7 stagioni che dire…super.
Dalla prima descrittiva e molto “politichese” alla stratosferica settima, senza dubbio la migliore del lotto.
Certi passaggi mi sono risultati un pò noiosetti ( la storia dell’addestramento di Arya, su tutti) ma nel complesso la storia è grandiosa , con tutti gli elementi fantasy al loro posto (magia, creature mitologiche,guerrieri, battaglie,tradimenti,vendetta, redenzione,sacrificio).

Serie stupenda, peccato davvero per un finale pessimo.

Leggi tutto

se mai la rivedrò, guarderò solo le prime sei stagioni / 20 Maggio 2019 in Il Trono di Spade

Intanto comincio i libri per dimenticare questa schifezza di finale

Serie FANTASTICA! / 4 Luglio 2018 in Il Trono di Spade

La serie TV più bella in assoluto. Coinvolgente, accattivante e mai noiosa. Ogni singolo episodio riesce a prenderti e a trasportarti nei fantastici luoghi di Westeros ed Essos. Ricco di personaggi forti e determinati che si contendono il trono e di colpi di scena. Consiglio questa serie a tutte le persone, appassionati di fantasy e non.

La migliore in assoluto! / 19 Maggio 2018 in Il Trono di Spade

Io ho sempre odiato il genere fantasy, il Signore degli anelli mi fa schifo! Ma questa serie mi ha fatto capire che c’è fantasy e fantasy… La trama e la crudezza di questa serie la rende talmente realistica e avvincente da farmela classificare al primo posto (con tutto il rispetto per Breaking Bad) e penso che tutti i soldi che ci hanno speso sono stati spesi nel migliore dei modi, hanno fatto un vero capolavoro!

Leggi tutto

Il Top per chi ama il Fantasy / 1 Maggio 2018 in Il Trono di Spade

Di TGOT c’é poco o nulla da dire che non sia stato detto a favore o contro; o lo si ama o lo si odia; sicuramente non é una serie adatta a chi non ama il genere xchè non potrebbe comprenderne la magistrale realizzazione.

In VII stagioni non ho mai accelerato la visione o saltato un singolo episodio per noia… credo che ci sia poco altro da aggiungere.

La serie che si ama odiare / 9 Agosto 2017 in Il Trono di Spade

Ho iniziato a vedere il trono solamente l’anno scorso e prima di ora ero una di quelli che lo odiava profondamente (senza essermi spinta oltre la metà della prima puntata).
Lo destavo perché chi lo guarda è insopportabile, parla solo di quello, si gasa da bestia e essendo gli spettatori dei fan boy/girl esagerati ti portano all’esasperazione;
in più non apprezzo molto il fantasy e trovo che spesso la distinzione tra il bene e il male, e il finale (magari con molti morti) scontato (vedi il signore degli anelli, Harry Potter o le cronache del mondo emerso, Shannara ecc) con un trionfo della luce sul buio assicurato.
Detto questo, con molto pregiudizio e curiosità mi sono approcciata a questa serie, in maniera scettica per i motivi esposti.
Sento molti lamentarsi della lentezza della prima stagione, ma devo dire che io sono stata presa fin da subito, purtroppo avendo amici che la guardavano molti colpi di scena me li avevano spoilerati …
E’ una serie tecnicamente quasi perfetta, migliore di metà dei film hollywoodiani (alla x man ecc). I personaggi sono scritti così bene che ti penetrano dentro sotto la pelle, e quando e se gli succede qualcosa di brutto soffri per loro. Devo dire che allontanandosi dai libri di Martin dalla quarta stagione,ci sono stati degli scivoloni di scrittura ma rimane una serie molto sopra la media. Una house of cards fantasy medievale (a mio parere più avvincente e molto meno noiosa). Quando inizi non puoi far a meno, devi saperne di più,devi conoscere le varie sottostare, capire che è successo prima, confrontarti con gli altri e spiegare perché tifi i Lannister (ragazzi sono troppo cazzuti c’è poco da fare) e Daenerys è una psicopatica e litigare se qualcuno preferisce un’altra casata ARGOMENTANDO CON DUEMILA MOTIVI.
E’ pieno zeppo di psicopatici fini strateghi che non puoi odiare (Vedi lo scuoiatore Ramsey Bolton o Euron Grayjoy), di buon uomini troppo ingenui che muoio male, di personaggi che sbagliano e se si rialzano prima hanno pagato un prezzo troppo alto (tipo la perdita del pene) il tutto incartato in un mondo che rispecchia perfettamente gli stilemi medievali dai vassalli ai castelli ai costumi, con questa magia che non c’è ma che è supposta.
Fondamentalmente riassumendo malamente la trama potremmo dire che in questo regno fantasy quattro famiglie si contendono il potere (o il trono di spade), e per la supremazia, ogni atto è lecito pure bruciare bambini pur di ottenere lo scopo finale.
il più furbo vince, chi perde paga con la vita, non c’è pietà.
Magia nera, morti, draghi, maghi, sette religiose e fratelli che scopano tra loro, re folli, e nani geniali. Insomma c’è di tutto per tutti che state aspettando?
Guardatela fino alla stagione sette, poi svacca.

Leggi tutto

UNO SCHIFO / 29 Dicembre 2016 in Il Trono di Spade

Tutti a parlarmi di sta serie. ho visto le prime due stagioni in due mesi e in ogni puntata puntavo il cursore per vedere quanto mancasse. intrecci amorosi alla beautiful, personaggi importanti che muoiono e non fanno vedere come e parenti di personaggi principali che compaiono senza essere stati mai nominati. Se vi piacciono le boiate vedetelo.

Un titolo da record / 22 Ottobre 2016 in Il Trono di Spade

Una serie notevole che contiene tutto dall’avventura, all’amore, agli intrighi in una cornice fantasiosa di un mondo immaginario che fa da solo i complimenti all’inventore.
Eccezionali le prime stagioni e purtroppo in fisiologico calo dalla quinta in poi per i soliti motivi e qui, mi pare di aver letto, perchè sono andati oltre quanto scritto dall’inventore della storia.

Leggi tutto

IMMERITATAMENTE SOPRAVVALUTATO ! / 6 Luglio 2016 in Il Trono di Spade

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Mi sembra davvero fuori posto. Incredibile che questa serie sia più in alto di serie come I Soprano, che hanno rivoluzionato concetti e stereotipi della televisione, o Dexter, o Mr Robot. Questa serie è stata messa in questo posto perchè è solo la più vista. La trama è davvero banalissima, tutti vogliono il trono di spade, punto. Gli unici punti a favore sono gli effetti speciali, fatti molto bene (e ci mancherebbe, visto quanti soldi fanno), e la fotografia. Gli attori guadagnano la sufficienza, ma i personaggi sono davvero poco caratterizzati, pochi di essi sono meritevoli di essere definiti tali. Insomma, i personaggi cambiano fronte e pensiero solo per ingannare e stupire il pubblico, senza mantenere niente di coerente. Non parliamo poi degli avvenimenti, puri pretesti per far avanzare un racconto che a faticacerca di andare avanti. Personaggi che risorgono solo per ragioni indispensabili, che sennò il racconto crolla. Molto superficiale. Non c’è una trama, ci sono gli intrighi, ma mica siamo a beautiful ! Non so se la gente al giorno d’oggi gli interessano le chiacchere di palazzo, ma penso sia un argomento piuttosto noioso. Molte puntate sono sorrette da una noia che si disperde lievemente nelle ultime puntate di tutte le stagioni, chiudendosi con avvenimenti blandi e inaspettati solo per incuriosire e far continuare una serie, che, se non avesse il pubblico che ha, non sarebbe in questo posto, sopra serie decisamente e di gran lunga piu meritevoli. Voto 5, se non di meno

Leggi tutto

Un ottimo prodotto commerciale / 6 Giugno 2016 in Il Trono di Spade

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Premessa: il fantasy non è il mio genere; ero molto scettica rispetto al successo di questa serie ed ho aspettato anni (fino a poche settimane fa) prima di cominciare a vederla.
Ora sono a metà della saga e penso di poter dare un giudizio abbastanza consapevole.

Dal punto di vista della trama, questa saga è un mix dei grandi topoi dell’ambientazione fantasy-medioevale. Un po’ del Signore degli Anelli (Tolkien), un po’ del Ciclo di Darkover (Zimmer-Bradley), una bella lotta per il potere che non fa mai male, una bella gara a chi tradisce il precedente alleato nel modo più creativo e crudele possibile.
Fin qui niente di esaltante o di particolarmente nuovo.

Quello che è davvero notevole è la qualità del prodotto: alcuni personaggi sono davvero riusciti (Tyrion su tutti), le ambientazioni sono da film, fotografia eccellente, qualche dialogo ben azzeccato dà un tocco filosofico (mai moralistico) la narrazione da più punti di vista (anche se a me ricorda molto Un posto al sole) rende la narrazione sempre ritmata e incalzante.

Nel complesso quindi non ho trovato la serie particolarmente geniale o innovatrice nella trama, ma bisogna dire che la produzione è eccellente e le puntate si guardano che è un piacere, sia se si è amanti del genere sia se non lo si è.

Ci tengo a fare un commento a parte per le scene esplicite, senza dubbio abbondanti.
Per quello che riguarda le scene di sesso sicuramente apprezzo la libertà dei produttori, che hanno provato a non sottomettersi al bigottismo imperante della censura della sessualità in tv; d’altra parte talvolta l’impressione è che alcune scene siano superflue o artificiosamente lunghe e messe lì un po’ così, tanto perché piacciono, fanno audience, creano dibattito. Eh va beh.
Discorso diverso per le scene di violenza. Va bene il realismo, ma era proprio indispensabile mostrare tutti i dettagli della tortura di Theon per una serie intera? Ecco, alcune scene violente mi sono sembrate semplicemente inutilmente disturbanti; non aggiungono nulla e se ne sarebbe otuto tranquillamente fare a meno.

Insomma, consiglio a tutti di guardare GoT, ma basta gridare al capolavoro!

Leggi tutto

Piccoli Pregiudizi svaniti (per metà) / 22 Dicembre 2015 in Il Trono di Spade

il mio personale voto di 8|10 andrebbe spiegato in numerose righe. La serie è di sicuro un capolavoro, per il suo genere almeno; le prime due stagioni vanno a rilento, e lasciano comunque dei vuoti di regia e trama alquanto tangibili. Siamo catapultati in un mondo di cui conosciamo poco e molti fenomeni sono inspiegabili , nonostante il genere sia un medieval-fantasy. Personaggi che dovrebbero apparire in secondo piano, ma in teoria sempre presenti nella scena, vengono dimenticati nel fiume dell’oblio per lunghi periodi (Re Tommen su tutti). La guerra fa cambiare il carattere dei protagonisti dei sette regni, ma a volte autocontraddizioni clamorose, fanno svanire molte dinamiche nel comico-grottesco o quantomeno nell’esagerazione incontrollata (Re Stannis in versione Napoleone-Hitler nella spedizione in Russia, su tutti; Arya nel tempio dei mille volti; lo scontro inutile “Mastino-Brienne”). La fotografia e le sceneggiature sono il punto forte della serie, oltre al continuo spostamento da un protagonista all’altro, che rende comunque molte puntate piacevoli (ma altre assai meno). L’intreccio, ricco di inganni, puro orgoglio e vili tradimenti rende il giudizio dello spettatore “camaleontico”, molti personaggi cambiano ma molti altri restano sempre quello che erano, siamo noi spettatori a cambiare giudizio, e questo è fantastico. Serie molto consigliata anche a chi, come me, non è proprio un grande amante del genere.

Leggi tutto

EPICA / 27 Novembre 2015 in Il Trono di Spade

Sono pazzo del Trono di Spade !!!! La mia serie tv preferita in assoluto ! non c’è puntata che annoia , più si va avanti e più si ha il desiderio di conoscere ! Location meravigliose , Attori fantastici che interpretano personaggi carismatici e tutti diversi e stupendamente caratterizzati , trama avvincente misteriosa , una mole di informazioni avvenimenti dietro l’altro , effetti speciali da cinema e dettaglio assoluto , niente è lasciato al caso ! Potrebbe non piacere a chi è molto sensibile perchè il trono di spade non ha freni in qualunque argomento , sesso , morte , sangue , religione etc…. Davvero sono innamorato follemente di questo diamante grezzo del panorama televisivo !!! E’ straziante il fatto che bisogna aspettare un anno per 10 puntate , ma ragazzi W LA QUALITà E NON LA QUANTITà !! 😀

Leggi tutto

UNICO / 4 Agosto 2015 in Il Trono di Spade

Un telefilm che ti incolla al divano e vorresti che non finisse mai. Trama articolata, ogni singolo personaggio che sia principale o semplicemente una comparsa è da oscar. Tutti ben caratterizzati con i loro pregi e difetti.
A mio modesto parere e di questo si tratta visto il folto cast, degni di nota sono sicuramente Daenerys e Tyrion sublimi.
Un telefilm che lascia a bocca aperta per ambientazioni ed effetti speciali, un mix tra storia e fantascienza, di cui quest’ultima non troppo surreale e abusata.
E che dire…pensate che all’inizio dopo la terza puntata l’avevo messo da parte, all’epoca troppo caotico e pregno di personaggi da ricordare. Mentre ora sono affezionato a ciascuno di loro.
Non potete assolutamente perdervelo

Leggi tutto

Una scoperta disarmante / 1 Luglio 2015 in Il Trono di Spade

Avevo iniziato leggendo i libri solo che, per mancanza di tempo, li avevo abbandonati. Allora ho deciso di seguire la serie e non l’ho più lasciata, mi sono sparata tutte le stagioni in due mesi, esami o non esami che ci fossero. Non sono pentita, anzi lo rifarei. Il Trono di Spade raggruppa tutta una serie di generi che non ti stancano mai e ognuno dei personaggi è scritto e interpretato benissimo! Ora, finita la quinta stagione, mentre aspetto che riinizi ho ripreso in mano i miei adorati libri. <3

Leggi tutto

Che serie! / 22 Aprile 2015 in Il Trono di Spade

Cavolo ragazzi che serie… All’inizio non volevo nemmeno vederla, rimandavo sempre e iniziavo altre serie tv 😀 sbagliavo alla grande! è diventata la mia serie tv preferita (dopo Br. Ba.)

IL MEGLIO / 24 Febbraio 2015 in Il Trono di Spade

Astenersi deboli di cuore ,di stomaco e moralisti 🙂
Tutti mi parlavano di questa serie e allora 3 mesi fa mi sono lanciato e ho iniziato la rimonta finita questo week,4 serie DIVORATE.
Devo ammettere che le prime 2/3 puntante mi avevano un pelo deluso ,ecco forse deluso non e’ la parola giusta ,pero’ tutti mi avevano parlato di questa cosa epica e forse mi aspettavo partisse fin da subito ,senza dargli nenache il tempo di spiegare e mostrare la situazione che sin dall’inizio ti spiazza e stravolge tutto quello che pensi di sapere su una serie televisiva.
Superato l’ambientamento diventa FANTASTICA e vi terra’ attaccati allo schermo per tutte le puntate dal primo all’ultimo minuto (soprattutto la terza e la quarta serie ),ma non pensate di capire ,non pensate in un qualsiasi momento di sapere cosa sta per succedere o dove sta per dirigersi la storia ,perche’ sara’ proprio in quel momento CHE TUTTO VERRA’ STRAVOLTO.
PERFETTA

Leggi tutto

16 Settembre 2014 in Il Trono di Spade

Appassionatami alla prima serie tv, ho cominciato a leggere anche i libri e mi sono resa conto che andando avanti si discostano sempre di più per trama (a parte le cose principali ovviamente). La terza stagione è fighissima, soprattutto la 3×09, io non me lo aspettavo per niente proprio O_O La quarta stagione invece l’ho trovata sottotono, poi sono dell’avviso che per una fine perfetta, ci dovevano mettere l’epilogo del terzo libro inglese, così sì che lasci la suspance!

Leggi tutto

Bellissimo / 4 Settembre 2014 in Il Trono di Spade

Se devo essere sincero non ho letto i libri ma ho visto tutta la serie. Se i libri sono belli almeno la metà del telefilm me li comprerò tutti. Ogni aspetto del fantasy è curato in questa serie, intrighi, violenza, guerre, scene esplicite, ma soprattutto colpi di scena pazzeschi, ti faranno rimanere a bocca spalancata (a me è successo davvero…) sembra quasi di esserci dentro! Consigliatissimo

Leggi tutto

C’è tutto … / 19 Maggio 2014 in Il Trono di Spade

Intrighi .. potere … magia … AVVINCENTE !!

Dalla carta allo schermo / 15 Maggio 2014 in Il Trono di Spade

Premessa: io AMO la saga del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin. Non ho mai letto nulla di così coinvolgente; ve lo dico con enorme naturalezza, da lettore seriale accanito (ora un po’ meno, ma va beh) questa Saga è strepitosa, io ci ho perso le notti avidamente incollato alle sue pagine. Martin sa costruire una trama con intrecci degni di una vite secolare, dove tutto ha un senso, tutto torna, non si risparmiano colpi di scena nè feroci brusche eliminazioni di personaggi importanti.
Premesso questo, cosa potrebbe dire uno come me davanti alla realizzazione cinematografica (eh sì, perchè ormai le serie-tv sono cinema a tutti gli effetti) della sua saga preferita?
Orbene, quando partì questa serie della HBO il mio sopracciglio partiva ovviamente alzatissimo, inarcato come la schiena di un gatto selvatico. Sì certo c’era Martin a vigilare sul casting, sulla sceneggiatura, onnipresente sui vari set delle riprese (a discapito della continuazione della saga cartacea, je possino…), a consultare i vari registi o perfino seduto lui medesimo alla sedia di regia per qualche episodio. Ma onestamente, per quanto una produzione possa fare capriole in salita e salti mortali, nulla potrà mai pareggiare l’effetto di un libro. Perchè? Semplice. Perchè con il libro galoppa la MIA fantasia, e sono io a disegnare il profilo di Ned Stark, la faccia bruciacchiata del Mastino o i dolci lineamenti della perfida Cersei. Delegare ad altri, insomma, non è mai del tutto appagante.
Fu così che alla prima stagione, mentre in contemporanea stavo leggendo l’ultima faticosa fatica dell’affaticato Martin, A Dance with Dragons, mi fermai all’episodio 4 e lasciai lì dicendo: “Sì, ok, fatto bene, ma vuoi mettere la saga?!”.
Anni dopo, quando ormai la fame di aspettare cosa sarebbe successo a Sansa, Arya, Jon e gli altri (pochi) sopravvissuti si è ormai ridotta al lumicino, complice la letargia scrittoria del buon vecchio zio Martin, mi sono deciso a ridare una seconda chance alla serie-TV.
C’è da dirlo? Me la sono bevuta avidamente tutta, dalla prima all’ultima puntata (siamo in corso 4a stagione, e ci stiamo “pericolosamente” appaiando alla story-line scritta; cosa farà Martin? Boh…). Il mondo creato da questo panzone barbuto è strepitoso, e tutto è stato reso effettivamente molto, molto bene.
Deposti i pregiudizi da fan cartaceo, non si può dire che questa serie non riesca nell’intento di catturare lo spettatore. Gli ingredienti principali ovviamente sono il sangue e il sesso, ma la ramificazione efficacissima della trama è un altro elemento davvero intrigante.
I personaggi sono davvero tanti, ma voglio dire qui quali sono stati resi bene e quali sarebbero potuti essere migliori.
Could be best? Jaime Lannister. Quella faccia appuntita con pettinatura anni novanta non è un granchè. Nei romanzi mi sembrava una personalità più complessa. E poi mi hanno stravolto il bastardissimo Vargo Hoat, diventato Locke, questo è stato un colpo basso. Poi c’è Jon Snow che recita maluccio, diciamocelo.
I migliori: senza dubbio il Folletto. Immenso Peter Dinklage, ha reso perfettamente il personaggio. Tutti gli Stark sono perfettamente loro, Cersei e Tywin Lannister magnifici. Straordinario il Mastino. Il dolce volto di Emily Clarke ormai ha incarnato nel mio immaginario Daenerys Targaryen.
Una piccola nota: la battaglia di Acque Nere non potrà mai essere resa come l’ha fatto Martin. Se vi è piaciuta – a ragione – quella resa sullo schermo, vi assicuro che il modo in cui è stata scritta rasenta livelli epici astrali.

-edit-
calato il voto da 9 a 8 dopo aver considerato la progressiva involuzione della serie: la quinta stagione è quasi una schifezza.

Leggi tutto

18 Febbraio 2014 in Il Trono di Spade

E’ una bellissima seria televisiva, purtroppo però le scene di sesso sono veramente troppe e inopportune. Non è bigottismo sia chiaro, è che ci sono talmente tante scene esplicite che spesso lo rende sgradevole a mio avviso.

3 Agosto 2013 in Il Trono di Spade

Non avendo letto, dal momento della pubblicazione in Italia, il libro di Martin, ho iniziato a seguire la serie tv per puro caso -in inglese così da poterla vedere in corso.
Mi ha appassionata sin dal primo momento.
Trovo che siano stati in grado di scegliere un buon cast e , nonostante le differenze rispetto alla versione letterale, i film sono completi e ricchi per quell’ora concessa da ogni puntata.
Hanno reso al meglio gli eventi più importanti del racconto, riportandoli alla realtà meglio ancora di quanto si potessero immaginare durante la lettura.
E’ proprio grazie alla terza stagione che ho iniziato a leggere la saga e, solo così, mi sono accorta che il primo volume e la prima serie vanno essenzialmente di pari passo.
Le prime differenze si iniziano a notare dal secondo ma non è nulla che non possa essere compreso ai fini di una buona resa televisiva.
Ottimo, non c’è che dire.
Attendo ansiosamente la quarta stagione.

Leggi tutto

17 Luglio 2013 in Il Trono di Spade

Se le serie tv sono l’epica del nuovo millennio, ecco la nostra Iliade. Un’esperienza estetica potentissima. Possiede tutto ciò che potrei desiderare da un’esperienza cinematografica; compresi sesso e violenza gratuiti naturalmente!

15 Luglio 2013 in Il Trono di Spade

Tratto da Le cronache del ghiaccio e del fuoco di quel sadico birbantello di George Martin, Il trono di spade si può giustamente definire la serie del momento.
Però beh, sarò cattivo, ma il fatto di vedere simili votoni mi dà un fastidio immane. Sicuramente la serie è confezionata benissimo: effetti speciali da paura, bravi attori (tranne Jon Snow, lui no), regia, fotografia, tutto di gran qualità (in fondo è della HBO, che sotto questi punti di vista è quasi sempre ineccepibile) per riuscire a coprire una sceneggiatura non proprio esaltante. Un problema comune alla saga cartacea (che non è che sia questo gran capolavoro eh) e compensato dalla genialata di Martin di raccontare la storia attraverso svariati punti di vista, riducendo così i tempi morti e rendendo il lavoro a suo modo originale.
Nulla da dire, la serie è molto piacevole, stracolma di colpi di scena anche se alla fine questo voler stupire continuamente lo spettatore stanca non poco (e non giova certo sempre al buon proseguo della trama), ma da qui ad anche solo accostarla a serie tv con sceneggiature della madonna (peraltro lavori originali) come Mad Men, The Wire, Breaking Bad e simili ce ne vuole, e parecchio.
Ps: Gli Stark devono morire. Tutti. Dal primo all’ultimo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.