?>Recensione | House of Cards | Senza titolo

Recensione su House of Cards

/ 20138.2192 voti

25 maggio 2015

Una recensione non basta a descrivere la genialità di questa serie, costruita come un raffinato marchingegno ad orologeria che ha nella coppia Spacey-Wright il suo ingranaggio principale. L’interpretazione di Frank Underwood, spietato arrivista e manipolatore, prodotta da Kevin Spacey è forse la sua migliore performance in carriera ed è capace di obnubilare tutti i comprimari della serie, cercando il suo perfetto contraltare nel’algida determinazione di Robin Wright.
26 mosse per diventare presidente degli Stati Uniti e noi che guardiamo, consapevoli del traguardo non possiamo che gustare ogni passo del cammino di Underwood, finendo inevitabilmente per ammirarne la’astuzia letale e tifando per lui, nonostante sia uno dei peggior villain del cinema più recente.
Peccato solo che ancora non abbia trovato le prime puntate della terza serie perché ho appena finito la seconda da pochi giorni e già sento la mancanza del buon vecchio Frank!

1 commento

  1. Stefania / 25 maggio 2015

    Sono arrivata a -3 episodi dalla fine della seconda serie e, ti dirò, sto accusando un po’ il colpo.
    Fondamentalmente, credo che il mio “problema” con questa serie sia il fatto che, pur estremizzandole (mica tanto, a volerci riflettere bene sopra) e riferendole ad un contesto “esotico” come quello della politica americana, mette in scena tutto quello che immagino accada nelle “sale del potere” nostrane. E mi sale la carogna.
    Poi, ci sono dei momenti in cui mi sfugge di cosa stiano parlando i personaggi: le frasi ad effetto mi stancano, preferisco i dialoghi in cui si va dritti al punto, senza allusioni e schermaglie. E (ma questa è una mia idiosincrasia) non sopporto il botta e risposta da dibattito di cui gli americani fanno piacevolmente sfoggio (costoro si allenano fin dalla scuola a fare i dibattiti! Non dimenticherò mai il mio stupore/ammirazione/disappunto generato dalla puntata di Una mamma per amica (per restare in tema serie tv 😀 ) durante la quale scoprivo questa forma di didattica (mi si è aperto un mondo: da lì, ho compreso anni di arringhe stupefacenti di avvocati U.S.A. 😀 )..
    Frank e Claire, poi, sono personaggi che mi piacciono molto, ma anche la loro squalitudine, a tratti, mi pesa: è possibile che i loro maneggi non salgano mai alla ribalta provocandogli un danno da cui non riescono a tirarsi fuori? (anche in questo caso, ci sono esempi tuttora viventi che incarnano questo tipo di estremi)

    Comunque, hai spoilerato alla grande 😀 Anche se lo si può dare per scontato, se uno riesce ad evitaree il chiacchiericcio su internet (cosa che non sono riuscita ad evitare, acc!), si potrebbe anche non sapere come si conclude la seconda stagione ed inizia la terza 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext