Recensione su American Horror Story

/ 20117.6330 voti

11 Febbraio 2014

La prima stagione è stata una boccata d’aria fresca. Trama avvincente, atmosfera perfetta e attori eccezionali. Sul finire, negli ultimi episodi, si perde un po’, afflosciandosi su se stessa, come se gli autori avessero in realtà terminato già da un pezzo le idee.

La seconda stagione è quella che osa di più. La prima parte è horror allo stato puro, piena di immagini forti e un tocco non indifferente di blasfemia. Anche qui, però, il tono si attenua con l’avanzare degli episodi, mutando del tutto mentre ci si avvicina alla conclusione.

La terza stagione, infine, è quella ritmicamente più uniforme. Non ha sbalzi, sebbene ci sia un certo riciclo di idee al suo interno. Una mossa furba comunque, probabilmente pensata, dalla scelta del tema alla scelta del cast, per attirare nuove fasce di età.

Ora si aspetta la quarta, per uno dei telefilm più riusciti degli ultimi anni.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext