Valerio Zurlini: informazioni sull'autore, filmografia completa e biografia

Male
Valerio Zurlini

Valerio Zurlini è nato il 19 marzo 1926. Durante gli studi di legge a Roma, ha iniziato a lavorare a teatro. Nel 1943, si unì alla resistenza italiana. Zurlini divenne un membro del Partito Comunista Italiano. Girò brevi documentari nell'immediato dopoguerra e nel 1954 diresse il suo primo lungometraggio, Le ragazze di San Frediano (1955), la sua unica commedia. Nel 1958, insieme a Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi e Alberto Lattuada, vinse il nastro d'argento come miglior sceneggiatura per Lattuada Guendalina (1957). Zurlini si è fatto conoscere come regista con il suo secondo lungometraggio, Estate violenta (1959), con protagonista Eleonora Rossi Drago e Jean-Louis Trintignant .

Nel 1961 ha girato Zurlini La ragazza con la valigia (1961), un film drammatico di successo, con protagonista Claudia Cardinale e Jacques Perrin , che sarebbe diventato l'attore preferito di Zurlini. Nel 1962 il film di Zurlini Cronaca familiare (1962) gli è valso il Leone d'oro al Festival del cinema di Venezia (legato con Andrei Tarkovsky 'S L’infanzia di Ivan (1962)). Zurlini aveva un'abilità magistrale per gli adattamenti cinematografici Le ragazze di San Frediano (1955) e Cronaca familiare (1962) erano basati su Vasco Pratolini Il lavoro di. Zurlini ha ammirato il lavoro del romanziere italiano Giorgio Bassani e ha sperato di adattare il suo romanzo "Il giardino del Finzi-Continis", che è stato successivamente diretto da Vittorio De Sica (vedere Il giardino dei Finzi Contini (1970)). Il suo film del 1965 Le soldatesse (1965) è stato inserito al 4 ° Festival Internazionale del Cinema di Mosca, dove ha vinto il Premio speciale d'argento. L'ultimo film di Zurlini, Il deserto dei tartari (1976), prodotto da Jacques Perrin e caratterizzato da un ensemble tutto-stella, era basato su Dino Buzzati E 'il romanzo omonimo. Il film ha vinto sia il David di Donatello per il miglior regista sia il nastro d'argento per il miglior regista.

Lo stile visivo degli adattamenti di Zurlini è stato informato dagli artisti Giorgio De Chirico , Giorgio Morandi e Ottone Rosai. Durante gli ultimi anni della sua vita, Zurlini ha insegnato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e ha lavorato come direttore del doppiaggio per le versioni italiane per film come Il cacciatore (1978) e Mon oncle d’Amérique (1980). Morì di emorragia allo stomaco a Verona il 27 ottobre 1982.

Luogo di nascita: Bologna, Italy
Data di nascita: 19/03/1926
Data di morte: 26/10/1982

    Editor (1)
    Screenplay (5)
    Story (3)
    Writer (1)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext