Jean-Luc Godard: informazioni sull'autore, filmografia completa e biografia

Male
Jean-Luc Godard

Jean-Luc Godard è nato a Parigi il 3 dicembre 1930, il secondo di quattro figli in una famiglia franco-svizzera borghese. Suo padre era un medico che possedeva una clinica privata e sua madre proveniva da una preminente famiglia di banchieri svizzeri. Durante la seconda guerra mondiale Godard divenne un cittadino naturalizzato della Svizzera e frequentò la scuola a Nyons (Svizzera). I suoi genitori divorziarono nel 1948, quando tornò a Parigi per frequentare il Lycée Rohmer. Nel 1949 studiò alla Sorbona per preparare una laurea in etnologia. Tuttavia, è stato durante questo periodo che ha iniziato a frequentare François Truffaut , Jacques Rivette , e Éric Rohmer .

Nel 1950 Godard, con Rivette e Rohmer, fondò "Gazette du cinéma", che pubblicò cinque numeri tra maggio e novembre. Ha scritto numerosi articoli per il diario, spesso usando lo pseudonimo di "Hans Lucas". Dopo che Godard ha lavorato e finanziato due film di Rivette e Rohmer, la famiglia Godard interruppe il loro sostegno finanziario nel 1951 e ricorse a uno stile di vita boemo che includeva il furto di cibo e denaro quando necessario. Nel gennaio del 1952 iniziò a scrivere critiche cinematografiche per "Les cahiers du cinéma". Più tardi quell'anno viaggiò in Nord e Sud America con suo padre e tentò di realizzare il suo primo film (di cui fu mai realizzato solo un colpo di inseguimento da un'auto).

Nel 1953 tornò a Parigi brevemente prima di assicurarsi un lavoro come operaio edile in un progetto di diga in Svizzera. Con i soldi del lavoro, realizzò un cortometraggio nel 1954 sulla costruzione della diga chiamata Opération ‘Béton’ (1958) ("Operation Concrete"). Più tardi quell'anno sua madre fu uccisa in un incidente automobilistico in Svizzera. Nel 1956 Godard ricominciò a scrivere per "Les cahiers du cinéma" e per la rivista "Arts". Nel 1957 Godard lavorò come addetto stampa per "Artistes Associés" e realizzò il suo primo film francese, Charlotte et Véronique, ou Tous les garçons s’appellent Patrick (1959) (alias "Charlotte et Véronique").

Nel 1958 ha sparato Charlotte et son Jules (1960) ("Charlotte and Her Boyfriend"), il suo omaggio a Jean Cocteau . Più tardi, quell'anno, riprese un film inutilizzato di un diluvio a Parigi girato da Truffaut e lo trasformò in un film intitolato Une histoire d’eau (1961) ("A Story of Water"), che è stato un omaggio a Mack Sennett . Nel 1959 collabora con Truffaut alla pubblicazione settimanale "Temps de Paris". Godard ha scritto una rubrica di gossip per il diario, ma ha anche trascorso molto tempo a scrivere sceneggiature per film e una serie di scritti critici che lo hanno messo saldamente in prima linea nell'estetica "nouvelle vague", precorrendo la New Wave francese.

Fu anche in quell'anno che Godard iniziò a lavorare Fino all’ultimo respiro (1960) ("Senza fiato"). Nel 1960 si sposò Anna Karina in Svizzera. Ad aprile e maggio ha sparato Le petit soldat (1963) a Ginevra e stava preparando il film per l'uscita autunnale a Parigi. Tuttavia, i censori francesi lo vietarono a causa dei suoi riferimenti alla guerra algerina, e non fu mostrato fino al 1963. Nel marzo 1960 Fino all’ultimo respiro (1960) debutta a Parigi. Ha avuto un enorme successo sia con i critici cinematografici sia al botteghino, ed è diventato un film di riferimento nella New Wave francese con i suoi riferimenti al cinema americano, il suo montaggio frastagliato e il suo approccio romantico / cinefilo al cinema. Il film ha spinto la popolarità del piombo maschile Jean-Paul Belmondo con il pubblico europeo.

Nel 1961 Godard sparò La donna è donna (1961), il suo primo film con supporti widescreen a colori. Più tardi quell'anno partecipò allo sforzo collettivo di rifare il film I sette peccati capitali (1962), che è stato annunciato come un importante progetto di collaborazione artistica. Nel 1962 Godard sparò Questa è la mia vita (1962) a Parigi, il suo primo successo commerciale da "À bout de souffle". Più tardi nello stesso anno ha girato un segmento intitolato "Le Nouveau Monde" per il film collettivo Ro.Go.Pa.G. (1963), un'altra importante opera nella storia dell'arte collaborativa di autore multiplo.

Nel 1963 Godard completò un film in omaggio a Jean Vigo intitolato Les carabiniers (1963), che fu un clamoroso fallimento del pubblico e suscitò furiose polemiche con i critici cinematografici. Inoltre quell'anno ha lavorato a un paio di film collettivi: Le più belle truffe del mondo (1964) (da cui la sequenza di Godard fu successivamente tagliata) e Parigi di notte (1965). Nel 1964 Godard e sua moglie Anna Karina costituirono la loro società di produzione, Anouchka Films. Hanno girato un film chiamato Una donna sposata (1964), che li censura li ha costretti a rieditare a causa di una scena prendisole in topless scattata da Jacques Rozier . I censori fecero inoltre sì che Godard cambiasse il titolo in "Une femme marié" in modo da non dare l'impressione che questa donna "scandalosa" fosse la tipica moglie francese. Più tardi nell'anno, due programmi televisivi francesi furono prodotti in devozione al lavoro di Godard.

Nella primavera del 1965 Godard sparò Agente Lemmy Caution: Missione Alphaville (1965) a Parigi; in estate ha sparato Il bandito delle 11 (1965) a Parigi e nel sud della Francia. Poco dopo lui e Anna Karina si separarono. Dopo il divorzio, Godard ha sparato Una storia americana (1966), "Deux ou trois choses que je sais d'elle (1966)", "L'amour en l'an 2000" (1966) (un sequel di "Alphaville" girato come uno schizzo del film collettivo "L 'amour travers les age "(1966)).

Nel 1967 Godard sparò La cinese (1967) a Parigi con Anne Wiazemsky , che era la nipote del romanziere francese François Mauriac . Durante la realizzazione del film Godard e Wiazemsky si sposarono a Parigi. Più tardi nell'anno gli è stato impedito di recarsi nel Vietnam del Nord per le riprese di una sequenza per il film collettivo Lontano dal Vietnam (1967). Ha invece girato la sequenza a Parigi, intitolata "Camera-Oeil". Anche nel 1967 Godard partecipò (come unico francese) a un film collettivo italiano chiamato Amore e rabbia (1969).

Nel 1968 Godard fu incaricato dalla televisione francese di realizzare La gaia scienza (1969). Tuttavia, i produttori televisivi erano così indignati dal prodotto prodotto da Godard che si rifiutarono di mostrarlo. Nel maggio di quell'anno Henri Langlois fu licenziato dal capo dei francesi Jean-Pierre Gorin per formare il gruppo Dziga-Vertov, esasperando Godard. Si interessò sempre più alle soluzioni socialiste di un cinema idealista, in particolare nel fornire al proletariato i mezzi di produzione e distribuzione. Insieme ad altri cineasti militanti politici del gruppo Dziga-Vertov, Godard ha pubblicato una serie di "Ciné-Tracts" che delineano questi punti di vista. Nell'estate del 1968 Godard si recò a New York City e Berkeley, in California, per girare il film "One American Movie", che non fu mai completato. A settembre ha fatto un viaggio in Canada per iniziare un altro film chiamato "Communication (s)", anch'esso incompiuto, e poi ha fatto una visita a Cuba prima di tornare in Francia.

Nel 1969 Godard viaggiò in Inghilterra, dove realizzò il film British Sounds (1970) per BBC Weekend Television, ma la rete in seguito ha rifiutato di mostrarlo. Alla fine della primavera ha viaggiato con il gruppo Dziga-Vertov a Praga per girare segretamente il film "Pravda". Più tardi quell'anno ha sparato Lotte in Italia (1971) ("Lotta per l'Italia") per la televisione italiana. Neanche è mai stato mostrato.

Nel 1970 Godard si recò in Libano per girare un film per l'organizzazione di liberazione palestinese intitolato "Jusque à la victoire" (1970) ("Until Victory"). Più tardi quell'anno ha viaggiato in dozzine di università americane cercando di raccogliere fondi per il film. Nonostante i suoi sforzi, non fu mai rilasciato.

Luogo di nascita: Paris, France
Data di nascita: 03/12/1930

    Editor (30)
    Screenplay (21)
    Writer (57)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext