Andrea Camilleri: informazioni sull'autore, filmografia completa e biografia

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri: biografia dello scrittore, sceneggiatore e regista

Andrea Calogero Camilleri, meglio noto come Andrea Camilleri, è uno scrittore, sceneggiatore, regista, drammaturgo e docente italiano attivo in teatro, in televisione e al cinema.
Cresciuto in Sicilia, si iscrive (senza poi laurearsi) alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Palermo e si trasferisce a Roma negli seconda metà degli anni Quaranta del Novecento. Qui, nel 1952, si diploma regista all’Accademia di Arte drammatica Silvio d’Amico. Nel frattempo, pubblica racconti e poesie. Giuseppe Ungaretti cura la pubblicazione di una sua antologia.
Nel 1957, si sposa e, contemporaneamente, inizia a lavorare in Rai. Dal 1958 al 1965 e dal 1968 al 1970, Camilleri insegna al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e, dal 1977 al 1997, è titolare della cattedra di regia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica ‘Silvio D’Amico’.

Il successo del Commissario Montalbano

In qualità di delegato di produzione, cura numerosi sceneggiati Rai, tra cui “Le inchieste del commissario Maigret” (1964-1972) con Gino Cervi. Nel 1970, dirige personalmente un film per la televisione, “Finale di partita”, dall’opera di Samuel Beckett, con Renato Rascel e Adolfo Celi, e tre serie tv: “La carretta dei comici”, “Re Cervo” e “Lazarillo”. Tra il 1965 e il 1966, scrive la sceneggiatura  degli 8 episodi che compongono la serie tv “Le avventure di Laura Storm” con Lauretta Masiero.
Alla fine degli anni Settanta, Camilleri pubblica il suo primo romanzo di narrativa, “Il corso delle cose”. Nel 1980, per Garzanti, Camilleri scrive il romanzo “Un filo di fumo”, il primo libro ambientato nell’immaginaria cittadina siciliana di Vigata, dove l’autore ambienta anche le avventure di Salvo Montalbano, la sua creazione più celebre. A partire dal 1994 (“La forma dell’acqua”), Montalbano è protagonista di decine di romanzi, racconti e di due fiction televisive Rai di successo, “Il Commissario Montalbano” (1999-) con Luca Zingaretti e “Il giovane Montalbano” (2012-2015) con Michele Riondino. Nel corso della sua carriera come scrittore, Camilleri vince numerosi premi, tra cui il Premio Bancarella con il romanzo “La gita a Tindari” (2001), e cura le sceneggiature di vari adattamenti televisivi dei suoi romanzi: “La scomparsa di Patò” (2012) di Rocco Mortelliti; “La mossa del cavallo” (2018) di Gianluca Maria Tavarelli.

Andrea Camilleri: spirito indomito

Camilleri esordisce come attore nel cortometraggio “Delitti esemplari” (1988). Nel 1998, è tra i protagonisti del film “La strategia della maschera” di Rocco Mortelliti, per cui scrive anche il soggetto. Insieme a John Turturro, è nel cast del film “Prove di una tragedia siciliana” (2009) di Roman Paska.
Intorno ai 90 anni, Camilleri diventa cieco, ma l’invalidità non gli impedisce di continuare a scrivere e a lavorare in tv e a teatro.
Diretto da Roberto Andò e Stefano Vicario, Camilleri è protagonista dell’opera teatrale, poi videoregistrata e portata anche al cinema, “Conversazione su Tiresia” (2018), tratto da un suo libro e di cui l’autore ha curato la sceneggiatura.
Nel 2019, con Antonio Albanese e Corrado Guzzanti, Camilleri è tra i doppiatori italiani del film di animazione “La famosa invasione degli Orsi in Sicilia” di Lorenzo Mattotti, dall’opera omonima di Dino Buzzati.
Camilleri muore, dopo essere rimasto ricoverato per un mese all’Ospedale Santo Spirito di Roma per un arresto cardiaco.

Luogo di nascita: Porto Empedocle (AG), Sicilia, Italia
Data di nascita: 06/09/1925
Data di morte: 17/07/2019

Novel (3)
Screenplay (3)
Story (1)
Writer (4)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext