Wim Wenders: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Wim Wenders

Gli esordi di Wim Wenders regista

Ernst Wilhelm Wenders, meglio noto come Wim Wenders, è un regista, drammaturgo, autore, fotografo e produttore tedesco.
Dopo essersi iscritto alla facoltà di medicina, per diventare dottore come il padre, Wenders cambia completamente indirizzo, scegliendo la facoltà di filosofia. In seguito, abbandona gli studi, per dedicarsi al cinema.
Nel 1966, si trasfersce a Parigi: frequenta la Cinématheque e frequenta le lezioni dell’Institut des hautes études cinématographiques (IDHEC).
L’anno dopo, torna in Germania e si iscrive all’Accademia del Cinema di Monaco. Nel 1967, Wenders dirige il suo primo cortometraggio, “Scenari” e, nel 1968, inizia a lavorare come critico cinematografico per un paio di testate.

Il Nuovo Cinema Tedesco

Alla fine degli anni Sessanta, insieme ad altri registi tedeschi (Werner Herzog, Rainer Werner Fassbinder, Edgar Reitz, Alexander Kluge), Wenders partecipa al movimento del Nuovo Cinema Tedesco.
Dopo il film “Kaspar Hauser” (1969), realizzato con altri 7 colleghi, il regista dirige il suo primo lungometraggio, “Estate in città”.

La filmografia di Wim Wenders: i migliori film, da “L’amico americano” a “Il sale della terra”

Da questo momento, inizia una parentesi molto produttiva per Wenders regista che gli frutta numerosi premi internazionali e che gli permette di girare molti film e di sperimentare generi diversi, compreso il documentario cinematografico.
Tra i migliori film di Wim Wenders: “Prima del calcio di rigore” (1972), premio FIPRESCI a Venezia; “La lettera scarlatta” (1973); “Alice nelle città” (1974); “Nel corso del tempo” (1976), premio FIPRESCI a Cannes; “L’amico americano” (1977); “Lo stato delle cose” (1982), Leone d’Oro a Venezia; “Paris, Texas” (1984), Palma d’Oro, Premio della giuria ecumenica e premio FIPRESCI a Cannes; “Il cielo sopra Berlino” (1987), premio per la miglior regia a Cannes e miglior film europero agli European Film Awards; “Fino alla fine del mondo” (1991); “Lisbon Story” (1994); “Buena Vista Social Club” (1999), candidato agli Oscar 2000 come miglior documentario; “The Million Dollar Hotel” (2000), Orso d’Argento – Premio della Giuria a Berlino; “Non bussare alla mia porta” (2005); “Pina” (2011), altra nomination agli Oscar tra i documentari e premio come miglior documentario agli European Film Award; “Il sale della terra” (2014), in nomination agli Oscar 2015 per il miglior documentario e miglior film nella sezione Un certain regard di Cannes; “I bei giorni di Aranjuez” (2016); “Papa Francesco – Un uomo di parola” (2018).
Nel 1995, lavora con Michelangelo Antonioni al film “Al di là delle nuvole”, premio FIPRESCI a Venezia.

I videoclip per le canzoni degli U2 e le lauree ad honorem di Wim Wenders

Appassionato di fotografia e musica, Wenders dirige vari videoclip musicali della band irlandese U2 che hanno lavorato anche alle colonne sonore di alcuni suoi film, come “Fino alla fine del mondo” (1991): “Night and Day”, 1989; “U2: Stay (Faraway, So Close!)”, 1993; “The Ground Beneath Her Feet”, 2000.
Nel corso degli anni, Wenders ha ricevuto diverse lauree ad honorem: Sorbona di Parigi (1989); Università di Friburgo (1995); Università Cattolica di Lovanio (2005); Università degli Studi di Catania (2010).

Luogo di nascita: Düsseldorf, Germany
Data di nascita: 14/08/1945

    Regista (59)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext