Mel Brooks: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Mel Brooks

Breve biografia di Mel Brooks: gli esordi nei cabaret e in tv

Melvin James Kaminsky, meglio noto come Mel Brooks, è un regista, comico, attore, sceneggiatore, produttore e compositore americano, attivo al cinema, in teatro e in tv.
Cresciuto a New York in una famiglia ebrea di origini tedesche, russe e bielorusse, Brooks dimostra fin da ragazzino una acuta propensione per la comicità, la satira e la farsa.
Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, entra nell’esercito degli Stati Uniti e, al termine del conflitto, raggiunge il grado di caporale di fanteria. Tornato dalla guerra, Mel Brooks inizia a lavorare come cabarettista.
Tra il 1950 e il 1954, acquisisce una certa fama come autore televisivo, grazie allo spettacolo “Your Show of Shows” con Sid Caesar a cui, per qualche tempo, collabora anche un giovane Woody Allen.
La produzione artistica per Caesar prosegue con “Caesar’s Hour” (1954-1957) e “Sid Caesar Invites You” (1958).

L’Oscar di “Per favore non toccate le vecchiette” e il sodalizio con Gene Wilder: “Frankenstein Junior”

Pur continuando a lavorare come autore di sketch, battute e barzellette per la tv, Mel Brooks esordisce nella regia cinematografica con la commedia “Per favore, non toccate le vecchiette” (1967) che gli vale un Oscar 1969 per la miglior sceneggiatura.
Il film segna anche l’inizio del sodalizio artistico con l’amico Gene Wilder. Sempre come attore e regista, i due lavorano insieme anche ai film “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” (1974) e “Frankenstein Junior” (1974), che ottiene 2 nomination agli Oscar (miglior sceneggiatura non originale e miglior sonoro).

I migliori film di Mel Brooks

La filmografia di Mel Brooks regista si arricchisce negli anni successivi, con commedie e parodie diventate cult: “L’ultima follia di Mel Brooks” (1976); “Balle spaziali” (1987); “Robin Hood – Un uomo in calzamaglia” (1993).
L’ultimo film di Mel Brooks è “Dracula morto e contento” (1995), con Leslie Nielsen.

Tv e teatro: il successo di Mel Brooks a Broadway

Nel frattempo, continua a lavorare anche a teatro e in tv.
Nel 2000, porta a Broadway un adattamento di “Per favore non toccate le vecchiette”: nel 2001, lo spettacolo conquista ben 12 Tony Award.
Tra i suoi maggiori successi televisivi, c’è la sitcom “Le rocambolesche avventure di Robin Hood contro l’odioso sceriffo” (1975). Nel 2004, nel ruolo di se stesso, compare in diversi episodi della serie tv “Curb Your Enthusiasm” di e con Larry David.

Mel Brooks doppiatore

Con l’avanzare dell’età, Mel Brooks dirada il lavoro di attore, ma non rinuncia a quello di doppiatore, lavorando alle versioni angolofone di numerosi film e serie tv a cartoni animati: “Il super Buon Natale dei Muppet” (2002); “Le avventure di Piggley Winks” (2003-2007); “Spaceballs: The Animated Series” (2008-2009); “Dora l’esploratrice” (2014); “Mr. Peabody e Sherman” (2014); “Hotel Transylvania 2” (2015); “Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa” (2018); “Toy Story 4” (2019); “I perché di Forky” (2019).

I premi di Mel Brooks: l’EGOT

Mel Brooks fa parte del gruppo di 16 artisti che, finora, hanno conseguito un EGOT, che, cioè, nella loro carriera, hanno vinto almeno un Emmy, un Oscar e un Tony Award. Brooks ha vinto 4 Emmy, 3 Grammy, 1 Oscar e 3 Tony Award.

Vita privata di Mel Brooks: matrimoni e figli

Dal 1953 al 1962, Brooks è sposato con Florence Baum. Dal matrimonio, nascono 3 figli: Stephanie (1956), Nicky (1957) ed Eddie (1959).
Nel 1964, Mel Brooks sposa l’attrice Anne Bancroft. I due restano sposati per più di 40 anni, fino al 2005, quando la Bancroft muore. Dalla loro unione, nasce Max (1972).

Luogo di nascita: Brooklyn, New York, USA
Data di nascita: 28/06/1926

    Regista (11)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext