Jules Dassin: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Jules Dassin

Jules Dassin è stato un regista, sceneggiatore e attore candidato all'Oscar, noto soprattutto per i suoi film Rififi (1955), Mai di domenica (1960) e Topkapi (1964).

È nato Julius Samuel Dassin il 18 dicembre 1911 a Middletown, Connecticut, USA. Era uno degli otto figli di immigrati ebrei russi, Samuel Dassin e Berthe Vogel. Il giovane Dassin è cresciuto ad Harlem e ha frequentato la Morris High School nel Bronx, diplomandosi nel 1929. Dopo aver preso lezioni di recitazione in Europa, è tornato a New York. Nel 1934 divenne attore con gli ARTEF Players (Arbeter Teater Farband), e fu membro della troupe fino al 1939. Dassin interpretò ruoli di carattere in yiddish, principalmente nelle commedie di Sholom Aleichem . Ma dopo aver scoperto "che un attore non ero", è passato alla regia e alla scrittura. A quel tempo, si unì al Partito Comunista degli Stati Uniti, ma lasciò il partito nel 1939, disse, disilluso dopo che l'Unione Sovietica aveva firmato un patto con Adolf Hitler .

Dassin è arrivato a Hollywood nel 1940 ed è stato apprendista di registi Alfred Hitchcock e Garson Kanin . Nel 1941, ha fatto il suo debutto alla regia alla MGM con l'adattamento di una storia di Edgar Allan Poe . I migliori lavori di regia di Dassin per Hollywood includono drammi criminali come Forza bruta (1947) con protagonista Burt Lancaster ; La città nuda (1948), uno dei primi drammi polizieschi girati per le strade di New York; e I trafficanti della notte (1950) con protagonista Richard Widmark come un imbroglione a Londra che è coinvolto nei suoi piani. Mentre è stato assegnato dal produttore Darryl F. Zanuck per fare il film, Dassin è stato accusato di affiliazione al Partito Comunista in passato. Zanuck consigliò a Dassin di "girare prima le scene costose, per agganciare lo studio" così il film fu terminato e distribuito nel 1951. Dassin fu segnalato all'HUAC in una testimonianza del 1951 da parte dei registi Edward Dmytryk e Frank Tuttle . Era abbastanza per affondare la sua carriera a Hollywood. Dassin è stato citato in giudizio dall'HUAC nel 1952 e alla fine è stato inserito nella lista nera dopo aver rifiutato di testimoniare davanti al Comitato per le attività antiamericane della Camera.

Ha lasciato gli Stati Uniti per la Francia nel 1953 e ha lottato durante i suoi primi anni a Parigi. Non parlava correntemente il francese e le sue conoscenze erano limitate. Tuttavia, il film a basso budget di Dassin, Rififi (1955), famoso per la sua lunga sequenza di rapine prive di dialoghi, gli valse il premio come miglior regista al Festival di Cannes del 1955. Lì ha incontrato l'attrice greca Melina Mercouri . Successivamente, Dassin ha recitato al fianco Melina Mercouri nel suo film Mai di domenica (1960), che vinse il premio al miglior film a Cannes nel 1960. A quel tempo, la caccia alle streghe anticomunista in America stava svanendo e Dassin fu nuovamente accettato. Ha ricevuto due nomination all'Oscar per la regia e la sceneggiatura Topkapi (1964), con protagonista Melina Mercouri , Maximilian Schell , e Peter Ustinov . Dassin è stato anche membro della giuria al Cannes e in molti altri festival cinematografici internazionali.

Jules Dassin è stato sposato due volte. Ha avuto tre figli con la sua prima moglie, la violinista Beatrice Launer. Suo figlio, Joe Dassin , era una famosa cantante francese negli anni '60 e '70, con successi come "Bip Bip", "L'Eté Indien" e "Aux Champs-Èlysées". Nel 1966, Jules Dassin sposò Mercouri, un'ardente antifascista che perse la cittadinanza greca per essersi opposta alla giunta, e la coppia viveva a Manhattan, rimanendo molto attiva nei loro sforzi per ripristinare la democrazia in Grecia durante la dittatura dei colonnelli. Dopo il 1974, la coppia è tornata in Grecia, Melina Mercouri divenne membro del parlamento greco e ministro della cultura greco. Mentre viveva ad Atene, Dassin è stato attivo nello sforzo di riportare ad Atene i marmi Elgin del Partenone di 2500 anni dalla loro attuale posizione al British Museum di Londra. In questa e in altre cause umanitarie, Dassin ha seguito l'ultima volontà della sua defunta moglie, Melina Mercouri .

Jules Dassin è morto per complicazioni causate da un'influenza, il 1 aprile 2008, all'età di 96 anni, all'ospedale Hygeia di Atene, in Grecia. È sopravvissuto da due figlie e nipoti.

Luogo di nascita: Middletown, Connecticut, USA
Data di nascita: 18/12/1911
Data di morte: 31/03/2008

    Regista (25)

    Lascia un commento