John Milius: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
John Milius

John Frederick Milius è uno sceneggiatore, regista e produttore americano di film. È stato uno degli sceneggiatori dei primi due film di Dirty Harry, ha ricevuto una nomination all'Oscar come sceneggiatore di Apocalypse Now e ha scritto e diretto The Wind and the Lion, Conan the Barbarian e Red Dawn. Ha scritto una serie di linee di film iconici come "Charlie Don't Surf" e "Adoro l'odore del napalm al mattino", da Apocalypse Now, e il famoso one-liner Dirty Harry distribuito da Clint Eastwood, tra cui "Go avanti, rendi la mia giornata "e" Ponetevi una domanda, "mi sento fortunato?" Bene, punk? ". Milius ha anche scritto il monologo USS Indianapolis nel film Jaws; la sequenza eseguita da Robert Shaw. Dopo il suo lavoro su Rough Riders (1997), Milius divenne una forza strumentale nel fare pressioni sul Congresso per assegnare al Presidente Theodore Roosevelt la Medaglia d'Onore (postuma), per atti di cospicua galanteria mentre combatteva su San Juan Hill. Milius ha realizzato due film con Roosevelt: The Wind and the Lion (dove è stato interpretato da Brian Keith) e il film per la TV Rough Riders (in cui Tom Berenger ha interpretato il ruolo). Il personaggio di John Milner del film di George Lucas del 1973 American Graffiti è stato ispirato da Milius, che era un buon amico di Lucas mentre erano alla scuola di cinema della USC. Allo stesso modo, il personaggio di Walter Sobchak nel film The Big Lebowski del 1998, realizzato dai suoi amici Coen Brothers, era in parte basato su Milius. La novella "Blind Jozef Pronek and Dead Souls" di Aleksandar Hemon presenta un episodio con Milius, che viene descritto come "seduto a una scrivania a succhiare un sigaro lungo quanto un bastone da passeggio". Nel 2013 è stato rilasciato un documentario sulla sua vita, intitolato Milius. Lo scrittore Nat Segaloff ha chiamato Milius: "Il miglior scrittore della cosiddetta US Mafia, un gruppo affiatato che ha rianimato – alcuni dicono che il cinema americano omogeneizzato negli anni '70 … Cresciuto su Ford, Hawks, Lean e Kurosawa, modellato dai cineasti disparato come Fellini e Delmer Daves, Milius preferisce libri di storia a fumetti, personaggi a effetti speciali ed eroi con radici nella realtà, nel tempo, nel luogo e nei costumi. Le storie di Milius riflettono la sua etica profondamente radicata, che abbraccia i valori della tradizione , avventura, spiritualismo, onore e un'intensa lealtà verso gli amici … Anche se si sfrega privatamente della sua immagine pubblica come provocatore di esche liberali, con armi da fuoco, si lascia dipingere come tale, a volte anche tenendo il pennello. gioca a Hollywood come un professionista, ma si attiene alle proprie regole; è un regista romantico che evita le scene d'amore; i suoi film contengono violenza, ma nessuna morte è senza significato ". Lo stesso Milius ha detto una volta: "Non compromettere mai l'eccellenza. Scrivere per qualcun altro è l'errore più grande che uno scrittore fa. Dovresti essere il tuo più grande concorrente, il tuo più grande critico, il tuo più grande fan, perché non sai cosa pensano gli altri. Com'è arrogante supporre che tu conosca il mercato, che tu sappia cosa è popolare oggi […] Scrivi quello che vuoi vedere. Perché se non lo fai, non avrai alcuna vera passione in esso, e non sarà fatto con nessun vero talento artistico ".

Luogo di nascita: St. Louis, Missouri, USA
Data di nascita: 11/04/1944

    Regista (12)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext