Henry King: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Henry King

Per più di tre decenni, Henry King è stato il direttore a contratto più versatile e affidabile (per non parlare del duro lavoro) del lotto della 20th Century Fox. Il suo mandato durò dal 1930 al 1961, coprendo la maggior parte dell'era "d'oro" di Hollywood. King era rinomato come specialista in adattamenti letterari ( Una campana per Adano (1945), Il sole sorgerà ancora (1957)) e per le sue raffigurazioni nostalgiche dell'America rurale o di piccole città ( Margie (1946)). Gran parte del suo lavoro era caratterizzato da un approccio semplice e da uno stile visivo vivido piuttosto che da trucchi cinematografici o individualità tecnica. Per la maggior parte è stata la sua meticolosa attenzione ai dettagli, e la sua dipendenza da trame superiori e buona recitazione, a portare a termine il lavoro. King era, soprattutto, un astuto giudice del talento. Ha presentato Ronald Colman al pubblico americano in La suora bianca (1923), disegnando un paio di baffi sul viso rasato dell'attore con una matita da ritocco – la cosa reale in seguito divenne un marchio di fabbrica di Colman. King ha scoperto Gary Cooper e lo ha scelto per un ruolo drammatico da protagonista nel suo western all'aperto Fiore del deserto (1926), sulle obiezioni iniziali del produttore Samuel Goldwyn che pensava che Coop fosse solo un altro "maledetto cowboy". Goldwyn cambiò rapidamente idea dopo aver visto i giunchi. Altre scoperte di King includevano la bella Jean Peters (nel Il capitano di Castiglia (1947)) e Tyrone Power , che ha promosso attivamente fino al punto di tormentare il capo dello studio Darryl F. Zanuck per starlo dentro I lloyds di Londra (1936). Successivamente Power divenne una delle star più famose di Fox.

Tutto sommato, non male per un ragazzo che aveva lasciato la scuola a 15 anni per lavorare per la Norfolk & Western Railroad. Dopo aver sopportato le officine meccaniche per alcuni anni, King ha trovato un impiego più adatto come apprendista attore con la Empire Stock Company in tournée, dove ha spesso eseguito routine di canto e danza in blackface. Durante i suoi viaggi ha stretto amicizia con un'attrice comica Pearl White . Mentre l'accompagnava in una visita allo studio cinematografico Lubin a Filadelfia nel 1913, fu in qualche modo convinto a provare come attore. In poco tempo King si è ritrovato a interpretare cattivi occidentali assortiti in decine di bobine. Trasferitosi in California l'anno successivo, si è laureato in ruoli romantici in lungometraggi con la Balboa Amusement Company, spesso co-protagonista al fianco di una popolare attrice bambina. Marie Osborne . La carriera di regista di King iniziò nel 1915 e acquisì slancio dopo essere entrato a far parte di The American Film Manufacturing Company e, successivamente, Thomas H. Ince . Il suo primo successo fu la commedia militare 23 1/2 Hours’ Leave (1919). Nel 1921 King ha diretto la sua società di produzione, Inspiration Pictures, distribuendo attraverso First National. Il dramma rustico del sud La pazienza di Davide (1921) fu il suo prossimo film acclamato dalla critica, ma solo quando si unì a Goldwyn alla United Artists (1925-30) riuscì a produrre una serie consistente di successi, tra cui La suora bianca (1923) e Romola (1924) – entrambi girati in esterni in Italia – e l'archetipo strappalacrime Stella (1925). Per King, il passaggio alle immagini sonore era una mera formalità.

Nel 1930 King si qualificò per la licenza di pilota e iniziò a esplorare le località dal cielo, guadagnandosi il soprannome di "The Flying Director". Quando non era in volo o sul campo da golf (l'altra sua passione), ha dimostrato la sua straordinaria versatilità con i successi al botteghino di un'ampia varietà di generi: spadaccini sorprendenti e colorati ( Il cigno nero (1942)); melodrammi romantici o religiosi – il loro sentimentalismo ben temperato in modo da non sembrare mai sdolcinati – come ( Bernadette (1943) e L’amore è una cosa meravigliosa (1955)); epiche ( L’incendio di Chicago (1938), con la sua splendida riproduzione del grande incendio del 1871, l'intera impresa filmò a un costo sbalorditivo di $ 1,8 milioni); musical popolari ( La grande strada bianca (1938), Carousel (1956)); dramma di guerra psicologica ( Cielo di fuoco (1949)); e western senza compromessi duri e insoliti ( Romantico avventuriero (1950) e il sottovalutato Bravados (1958)). Gli ultimi tre hanno interpretato l'attore principale preferito di King, Gregory Peck . Peck era anche a disposizione Le nevi del Chilimangiaro (1952), presumibilmente Ernest Hemingway E 'il preferito tra tutti i suoi adattamenti cinematografici. Naturalmente, anche King ha avuto i suoi fallimenti occasionali. In cima a quella lista c'era il progetto preferito di Zanuck, il film biografico Wilson (1944). Troppo serio al punto da essere austero, il suo messaggio pacifista è andato perso al pubblico nel mezzo di una guerra mondiale. L'altro disastro degno di nota di King, verso la fine della sua carriera, fu Adorabile infedele (1959). Gravemente sbagliato, il film racconta la relazione tra F. Scott Fitzgerald e giornalista di pettegolezzi di Hollywood Sheilah Graham è stato interpretato, in modo impreciso, come una storia d'amore signorile e eccessivamente patinata.

Sebbene sia stato nominato per cinque Academy Awards, King non è riuscito a conquistare l'ambito trofeo. Tuttavia, nel 1956 vinse un Lifetime Achievement Award dalla Directors Guild of America. Ancora più importante, forse, sembra che gli sia piaciuto il suo lavoro, affermando in un'intervista del 1978: "Mi sono divertito più a dirigere le immagini di quanto la maggior parte delle persone abbia giocando "(New York Times, 1 luglio 1982).

Luogo di nascita: Christiansburg, Virginia, United States
Data di nascita: 24/01/1886
Data di morte: 29/06/1982

    Regista (85)

    Lascia un commento