Arnaud Desplechin: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Arnaud Desplechin

Biorafia e filmografia di Arnaud Desplechin

Arnaud Desplechin è un regista e sceneggiatore francese.
Si diploma negli anni Ottanta all’Institut des Hautes Études Cinématographiques e debutta nel mondo del cinema come direttore della fotografia del cortometraggio “Comme les doigts de la main” (1984) di Eric Rochant.
Desplechin esordisce alla regia nel 1991 con il mediometraggio “La vie des morts”, presentato nel corso della Semaine de Critique di Cannes, dove vince il premio Jean Vigo.

La collaborazione con Mathieu Amalric

Con il suo primo lungometraggio, la spy story “La sentinelle” (1992) partecipa al festival di Cannes e concorre per la Palma d’Oro. L’attore protagonista, Emmanuel Salinger, vince un premio César come miglior interprete maschile esordiente.
Nel 2000, Desplechin dirige il suo primo film anglofono, “Esther Kahn”, con Ian Holm e Summer Phoenix, sorella di Joaquin e River Phoenix.
Nel corso degli anni Duemila, Desplechin si afferma anche all’estero con una serie di film in cui ricorrono spesso i temi della famiglia e dei rapporti tra uomo e donna: “I re e la regina” (2006), presentato in concorso a Venezia e premiato come miglior film per il sindacato francese dei critici cinematografici, con Emmanuelle Devos e Mathieu Amalric, vincitore del César come miglior attore; “Racconto di Natale” (2008), in concorso per la Palma d’Oro a Cannes, con Catherine Deneuve, Chiara Mastroianni e, ancora, la Devos e Amalric; il biopic “Jimmy P.” (2013), presentato in concorso a Cannes, con Benicio Del Toro e di nuovo Amalric; “I miei giorni più belli” (2015), vincitore di un premio a Cannes e del César per la miglior regia; “I fantasmi d’Ismael” (2017), con Marion Cotillard, Charlotte Gainsbourg e il fidato Mathieu Amalric.

Luogo di nascita: Roubaix, France
Data di nascita: 31/10/1960

Regista (13)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext