Alan Parker: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Alan Parker

La carriera del regista e sceneggiatore Alan Parker

Alan William Parker, noto come Alan Parker, è stato un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, scrittore e attore britannico.
Parker inizia a lavorare come autore e regista di spot televisivi, ottenendo un buon successo.
Dopo una decina d’anni nel mondo della televisione, esordisce come sceneggiatore cinematografico con il film “Come sposare la compagna di banco e farla in barba alla maestra” (1971) di Waris Hussein.
Qualche anno dopo, dirige il suo primo cortometraggio, “Footsteps” (1974).

Dopo la tv, l’esordio al cinema di Alan Parker e il successo di “Fuga di mezzanotte”

Il primo lungometraggio da regista di Alan Parker è la commedia per famiglie “Piccoli gangsters” (1976) con Jodie Foster, di cui scrive anche la sceneggiatura.
Parker raggiunge la notorietà internazionale con il film “Fuga di mezzanotte” (1978). Il film, ispirato a fatti realmente accaduti, riceve la nomination agli Oscar per la miglior regia, ma ne vince altri due, uno per la miglior colonna sonora, firmata da Giorgio Moroder, e uno per la sceneggiatura non originale, scritta da Oliver Stone. Vince anche 6 Golden Globe, tra cui quello per il miglior film.

I migliori film di Alan Parker, da “Mississippi Burning” a “The Commitments”

Nel corso degli anni Ottanta, Parker lavora tra Europa e Stati Uniti, dirigendo film molto diversi fra loro che ottengono un buon successo di critica e pubblico: “Saranno famosi” (1980), che dà vita all’omonima serie tv; il documentario musicale “Pink Floyd: The Wall” (1982); “Birdy – Le ali della libertà” (1984), con Matthew Modine e Nicolas Cage, che vince il Grand Prix della giuria a Cannes; “Angel Heart – Ascensore per l’inferno” (1987), con Mickey Rourke e Robert De Niro; “Mississippi Burning – Le radici dell’odio” (1988), ispirato a fatti realmente accaduti, con Gene Hackman, Willem Dafoe e Frances McDormand, per cui riceve una seconda nomination agli Oscar per la miglior regia; “The Commitments” (1991), premiato con il BAFTA per la miglior regia; il musical “Evita” (1996), con Madonna; “Le ceneri di Angela” (1999), dall’omonimo romanzo di Frank McCourt, con Emily Watson e Robert Carlyle.
L’ultimo film di Alan Parker è “The Life of David Gale” (2003), con Kate Winslet e Kevin Spacey.

I riconoscimenti di Alan Parker

Nel 1995, Parker diventa Commendatore dell’Impero Britannico. Nel 2002, viene insignito del titolo di baronetto.
Nel 2013, il regista ha ricevuto il BAFTA alla carriera.
Il regista muore nel 2020, dopo una lunga malattia.

Luogo di nascita: Islington, London, England, UK
Data di nascita: 14/02/1944
Data di morte: 31/07/2020

    Regista (16)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext