Alan Clarke: scheda regista con i suoi film e la biografia completa

Male
Alan Clarke

Alan Clarke (28 ottobre 1935 – 24 luglio 1990) è stato un regista televisivo e cinematografico, produttore e scrittore, nato a Wallasey, Merseyside, Inghilterra. La maggior parte dell'uscita di Clarke era per la televisione piuttosto che per il cinema, incluso il lavoro per i famosi filoni teatrali The Wednesday Play and Play for Today. La sua materia tendeva al realismo sociale, specialmente per quanto riguarda le comunità private o oppresse. Come libro di Dave Rolinson (vedi "Ulteriori letture", di seguito) sui dettagli di Clarke, tra il 1962 e il 1966 Clarke ha diretto diverse opere teatrali al Questors Theatre di Ealing, Londra. Tra il 1967 e il 1969 ha diretto varie produzioni ITV, tra cui opere di Alun Owen (Shelter, George's Room, Stella, Thief, Gareth), Edna O'Brien (con quale di queste due donne è sposato? E Nothing's Ever Over) e Roy Minton (The Gentleman Caller, Goodnight Albert, Stand by Your Screen). Ha anche lavorato alla serie The Informer, The Gold Robbers e A Man Of Our Times (ma non, come affermavano Sight and Sound, Big Breadwinner Hog). Clarke ha continuato a lavorare per ITV negli anni '70, ma ora ha lavorato molto per la BBC. Ciò includeva pezzi per The Wednesday Play (Sovereign's Company 1970), Play for Today e Play of the Month. Il lavoro distintivo di questi filoni includeva altri spettacoli di Minton tra cui Funny Farm (1975) e Scum (ulteriori dettagli di seguito), ma anche Sovereign's Company (1970) di Don Shaw, The Hallelujah Handshake (1970) di Colin Welland e Penda's Fen (1974) di David Rudkin. Ha anche realizzato To Encourage the Others (1972), un potente documentario drammatico sul caso Derek Bentley e numerosi documentari, tra cui Vodka Cola (1981) su multinazionali. Alcune sue opere ottennero notorietà e critiche diffuse dall'estremità conservatrice dello spettro politico, tra cui Scum (1977), che trattava l'argomento dei borstali (carceri giovanili), che fu bandito dalla BBC e successivamente rifatto da Clarke come lungometraggio nel 1979 (la versione televisiva originale è stata infine proiettata dopo la sua morte). La sua commedia televisiva del 1982 Made in Britain, con Tim Roth (nel suo debutto televisivo) come skinhead razzista e il suo rapporto negativo con le autorità e le minoranze razziali, era basato su una sceneggiatura di David Leland. Ha diretto il film Rita, Sue e Bob Too uscito nel 1987. Il lavoro di Clarke negli anni '80 è feroce e politico, tra cui David Leland interpreta Beloved Enemy (1981) in multinazionali e Psy-Warriors (1981) durante gli interrogatori militari. Ma ha anche diretto David Bowie in Baal (1982) per la BBC, parte dell'interesse di Clarke per Bertolt Brecht. Il suo lavoro cinematografico divenne più scarso, culminando in Contact (1984) sulla presenza militare britannica nell'Irlanda del Nord, Billy the Kid e Green Baize Vampire (1985), Road (1987) e il suo cortometraggio (40 minuti). Elephant (1989 ), che ha affrontato "i problemi" nell'Irlanda del Nord e presentava una serie di riprese senza narrazione e quasi nessun dialogo; tutti erano basati su resoconti di vere e proprie uccisioni settarie avvenute a Belfast. Il film ha preso il titolo dalla descrizione di Bernard MacLaverty dei problemi come "l'elefante nel nostro salotto" – un riferimento alla negazione collettiva dei problemi sociali sottostanti dell'Irlanda del Nord. La sua produzione finale, The Firm (1989), ha riguardato il teppismo calcistico attraverso il personaggio principale interpretato da Gary Oldman, ma anche la politica della Gran Bretagna di Thatcher. Clarke ha ispirato una generazione di attori, scrittori e registi, tra cui Paul Greengrass, Stephen Frears, Tim Roth, Ray Winstone, Gary Oldman, Danny Brocklehurst e Iain MacDonald. Il regista Harmony Korine ha citato Clarke come una grande influenza sul suo lavoro. Il figlio di Clarke è Gabriel Clarke, un premiato giornalista sportivo con ITV.

Luogo di nascita: Wallasey, Merseyside, England, UK
Data di nascita: 28/10/1935
Data di morte: 24/07/1990

    Regista (56)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext