John Barry: note biografiche e filmografia completa

Male
John Barry

John Barry è nato a York, in Inghilterra, nel 1933, ed era il più giovane di tre figli. Suo padre, Jack, possedeva diversi cinema locali e all'età di quattordici anni, Barry era in grado di gestire la scatola di proiezione da solo – in particolare, The Rialto a York. Essendo cresciuto in un ambiente cinematografico, iniziò presto ad assimilare la musica che accompagnava i film che vedeva ogni sera al punto che, anche prima di lasciare la scuola di San Pietro, aveva deciso di diventare un compositore di musica per film. Aiutato da lezioni fornite localmente al pianoforte e alla tromba, seguite dalla teoria più esigente insegnata da tutor diversi come il dottor Francis Jackson di York Minster e William Russo , precedentemente arrangiatore di Stan Kenton and His Orchestra , divenne ben presto attrezzato per intraprendere la carriera prescelta, ma non sapeva come si fosse effettivamente iniziato nel business. Un soggiorno di tre anni nell'esercito come bandman combinato con i suoi periodi serali con gruppi jazz locali gli hanno dato l'idea di facilitare questo passaggio formando una piccola band tutta sua. Ecco come The John Barry Seven nacquero e Barry li lanciò con successo nel 1957 attraverso una serie di tour e apparizioni televisive. Presto seguì un contratto discografico con la EMI, e sebbene le prime versioni fatte da loro non fossero classificate, l'indubbio talento di Barry mostrò abbastanza promesse da influenzare la direzione dello studio di Abbey Road permettendogli di fare il suo debutto come arrangiatore e direttore d'orchestra per altri artisti sul Elenco EMI.

Un incontro casuale con un giovane cantante di nome Adam Faith , mentre entrambi apparivano nella versione spettacolo teatrale dell'innovativo programma televisivo della BBC, Six-Five Special (1957), ha portato Barry a raccomandare Faith per una successiva serie TV della BBC, Drumbeat (1959), che fu trasmesso nel 1959. Faith aveva realizzato due o tre dischi senza successo commerciale prima del cantante / cantautore Johnny Worth , apparendo anche su Drumbeat, gli offrì una canzone che aveva appena finito intitolata What Do You Want? Con l'assistenza del pianista JB7, Les Reed , Barry ha escogitato un arrangiamento considerato adatto alla voce morbida di Faith, e in poche settimane il disco è stato il numero uno. Barry (e Faith) poi è andato sempre più rafforzandosi; Faith ottiene una rapida successione di successi in classifica, con Barry che si unisce a lui poco dopo quando i Seven, cavalcando l'onda del boom strumentale dei primi anni Sessanta, segnano con Hit & Miss, Walk Don't Run e Black Stockings.

Faith aveva a lungo nutrito l'ambizione di recitare anche prima del suo primo disco di successo e gli fu offerta una parte nel film britannico emergente, Beat Girl (1960), a quel tempo. Dato che Barry stava arrangiando non solo le sue registrazioni ma anche il suo materiale Drumbeat dal vivo, non fu una sorpresa quando la compagnia cinematografica gli chiese di scrivere la colonna sonora per accompagnare il debutto sul grande schermo di Faith. Va sottolineato che il film non era certo un capolavoro cinematografico. Tuttavia, ha dato a Faith la possibilità di dimostrare il suo potenziale di recitazione, e Barry la possibilità di mostrare quanto velocemente avesse padroneggiato la tecnica della scrittura della musica per film. Sebbene il film e l'album della colonna sonora siano stati entrambi successi commerciali, ulteriori offerte di colonne sonore non sono riuscite ad arrivare. Su quelle che lo hanno fatto, come I gangsters di Piccadilly (1960) e Gli ospiti di mia moglie (1962), Barry si è dimostrato altamente inventivo, diversificato e adattabile e, di conseguenza, si è costruito una reputazione come talento emergente. Fu con questo in mente che Noel Rogers, della United Artists Music, lo avvicinò nell'estate del '62, con l'obiettivo di coinvolgerlo nella musica per il prossimo film di James Bond, Agente 007 – Licenza di uccidere (1962).

È stato anche assistito nella scala cinematografica a seguito di una relazione fiorente con l'attore / scrittore diventato regista Bryan Forbes , che gli chiese di scrivere un paio di brani jazz da utilizzare in una scena da club nell'ultimo film di Forbes, La stanza a forma di L (1962). Da questo inizio molto modesto, la coppia ha continuato a collaborare a cinque film successivi, incluso l'acclamato Ventimila sterline per Amanda (1964), Qualcuno da odiare (1965) e Bisbigli (1967). Altri momenti salienti degli anni Sessanta includevano altri cinque film di Bond, Zulu (1964), Nata libera (1966) (un doppio Oscar), Il leone d’inverno (1968) (un altro Oscar) e Un uomo da marciapiede (1969).

Negli anni Settanta ha scritto il film cult L’inizio del cammino (1971), L’ultima valle (1971), Maria Stuarda regina di Scozia (1971) (nomination all'Oscar), ha scritto il tema per Attenti a quei due (1971), una versione musicale delle avventure di Alice nel paese delle meraviglie e del musical di successo Billy. Poi, nel 1974, prese la decisione di lasciare il suo attico sul Tamigi per la pace di una villa remota che stava costruendo a Maiorca. Ha vissuto lì per circa un anno, durante il quale ha rifiutato tutte le opportunità di realizzare colonne sonore, fino a quando non ha ricevuto un invito a scrivere la colonna sonora per il film per la TV americana, Eleanor and Franklin (1976). Per portare a termine il compito, prenotò per sei settimane al Beverly Hills Hotel nell'ottobre 1975. Tuttavia, durante questo periodo, gli fu offerto anche Robin e Marian (1976) e King Kong (1976), che ne ha prolungato la permanenza. Alla fine avrebbe vissuto e lavorato in albergo per quasi un anno, poiché più incarichi venivano offerti e accettati. La sua permanenza sulla costa occidentale americana alla fine durò quasi cinque anni, durante i quali incontrò e sposò sua moglie, Laurie, che viveva con lui nella sua residenza di Beverly Hills. Si sono trasferiti a Oyster Bay, New York e da allora hanno diviso il loro tempo tra lì e una casa in Cadogan Square, Londra.

Dopo aver adottato un profilo apparentemente più basso verso la fine degli anni settanta, in gran parte a causa della natura relativamente oscura delle commissioni che ha accettato, gli anni ottanta hanno visto John Barry riemergere ancora una volta sotto i riflettori cinematografici. Ciò è stato ottenuto, non solo continuando a sperimentare e diversificare, ma anche mescolando commissioni di bilancio più ampie del calibro di Brivido caldo (1981), Doppio taglio (1985), La mia Africa (1985) (un altro Oscar) e Cotton Club (1984) con quelli più piccoli come i film TV, Touched by Love (1980) e La ragazza e il professore (1983). Altri successi includevano: Ovunque nel tempo (1980), Frances (1982), altri tre film di Bond e Peggy Sue si è sposata (1986).

Dopo una grave malattia alla fine degli anni Ottanta, Barry è tornato con l'ennesimo successo agli Oscar Balla coi lupi (1990) ed è stato anche nominato per Charlot – Chaplin (1992). Da allora ha segnato il controverso Proposta indecente (1993), My Life – Questa mia vita (1993), Ruby Cairo (1992), Terra amata (1995) e ha realizzato album compilation per Sony (Moviola e Moviola II) e album senza colonne sonore per Decca ("The Beyondness Of Things" e "Eternal Echoes").

Alla fine degli anni Novanta ha fatto un ritorno incredibilmente successo nell'arena dei concerti, suonando per il tutto esaurito alla Royal Albert Hall. Da allora è apparso come direttore ospite in un concerto della RAH per celebrare la vita e la carriera di Elizabeth Taylor e ha fatto brevi apparizioni in un paio di concerti londinesi dedicati alla sua musica. Nel 2004 si è riunito con Don Black per scrivere il suo quinto musical teatrale, Brighton Rock, che ha avuto una tiratura limitata all'Almeida Theatre di Londra.

Ha continuato ad apparire ai concerti della sua stessa musica, spesso facendo brevi apparizioni sul podio. Nel novembre 2007, Christine Albanel, Ministro francese della Cultura, lo ha nominato Comandante dell'Ordine Nazionale delle Arti e delle Lettere. Il premio è stato assegnato all'ottavo Festival Internazionale di Musica e Cinema, ad Auxerre, in Francia, quando, in suo onore, si è svolto anche un concerto della sua musica.

Nell'agosto 2008 stava lavorando a un nuovo album, provvisoriamente intitolato Seasons, che ha definito "una colonna sonora della sua vita". Una nuova biografia, "John Barry: The Man with The Midas Touch", di Geoff Leonard , Pete Walker e Gareth Bramley, è stato pubblicato nel novembre 2008.

Morì a seguito di un infarto il 30 gennaio 2011, nella sua casa di Oyster Bay, New York.

Luogo di nascita: York, North Yorkshire, England, UK
Data di nascita: 03/11/1933
Data di morte: 30/01/2011

    Music (21)
    Original Music Composer (74)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext