Ennio Morricone: note biografiche e filmografia completa

Male
Ennio Morricone

​Ennio Morricone è un compositore, musicista, direttore d’orchestra e arrangiatore italiano specializzato in colonne sonore cinematografiche e televisive e nella composizione di brani di musica classica.
La grande notorietà di Morricone nasce negli anni Sessanta, grazie alle musiche composte per diversi western all’italiana, come la Trilogia del dollaro di Sergio Leone (Nastro d’Argento 1965 per le musiche di “Per un pugno di dollari”, 1964) e film di Duccio Tessari (“Una pistola per Ringo”, 1965), Sergio Corbucci (“Il grande silenzio”, 1968), Tonino Valerii (“Il mio nome è Nessuno”, 1973).
Nel decennio successivo, Morricone diventa molto famoso anche all’estero e inizia a lavorare per diverse produzioni internazionali: “La cosa” (1982) di John Carpenter, “Frantic” (1988) di Roman Polanski, “Legami!” (1989) di Pedro Almodóvar, “La città della gioia” (1988) e “Mission” (1986, Golden Globe nell’87) di Roland Joffé, “Nel centro del mirino” (1993) di Wolfgang Petersen, “I giorni del cielo” (1978) di Terrence Malick.
Nel corso degli anni, le musiche composte da Morricone sono state inserite in più di 60 film premiati a svariato titolo. Fra questi, “Gli intoccabili” (1987) di Brian De Palma e “Nuovo Cinema Paradiso” (1988) di Giuseppe Tornatore. Per Tornatore, Morricone ha composto le musiche di tutti i successivi film, fino a “La corrispondenza” (2016). Nel 2000, con la colonna sonora de “La leggenda del pianista sull’oceano” (1998), vince il suo secondo Golden Globe. Collabora con Pier Paolo Pasolini (“Uccellacci e uccellini”, 1966; “Il Decameron”, 1971; “I racconti di Canterbury”, 1972; “Il fiore delle mille e una notte”, 1974; “Salò o le 120 giornate di Sodoma”, 1975), Giuliano Montaldo (“Sacco e Vanzetti”, 1971; “L’Agnese va a morire”, 1976; “Il giocattolo”, 1979; “Gli occhiali d’oro”, 1987), Édouard Molinaro (la trilogia de “Il vizietto”, iniziata nel 1978), i Fratelli Taviani (“Allonsanfàn”, 1974), Luigi Comencini (“Il gatto”, 1977; “La donna della domenica”, 1975), Gillo Pontecorvo (“Il deserto dei tartari”, 1976; “Ogro”, 1979), Dario Argento (“Il gatto a nove code”, 1971; “4 mosche di velluto grigio”, 1971), Lucio Fulci (“Una lucertola con la pelle di donna”, 1971), Elio Petri (“La classe operaia va in paradiso”, 1971), Carlo Verdone (“Un sacco bello”, 1980).
A Morricone vengono assegnati un Oscar alla carriera nel 2007 e, nel 2016, un Oscar per la miglior colonna sonora originale, per le musiche del film “The Hateful Eight” (2015) di Quentin Tarantino, per cui vince anche un Golden Globe. A partire dal 1980, Morricone vince 5 BAFTA, uno per ogni nomination ricevuta. Finora, dal 1988 al 2013, il compositore ha vinto 10 David di Donatello, 11 Nastri d’Argento e due European Film Awards.
Nel 1995, Morricone riceve il Leone d’Oro alla carriera e, nel 2016, gli viene dedicata una stella sulla Walk of Fame di Hollywood. Nel 2017, riceve il titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.
Fino al 2013, Morricone ha composto più di 90 colonne sonore televisive, fra cui quelle delle fiction Rai “Marco Polo” (1983), “La piovra” (da “La piovra 2” a “La piovra 10, 1986-2001) e de “I promessi sposi” (1989).
Soprattutto negli anni Sessanta, Morricone ha composto anche brani di musica leggera, come “Se telefonando” di Mina e “Se mi vuoi lasciare” di Michele.

Luogo di nascita: Rome, Italy
Data di nascita: 10/11/1928

    Music (129)
    Original Music Composer (208)

    Lascia un commento

    jfb_p_buttontext