Tim Roth: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Tim Roth

Spesso scambiato per un americano a causa della sua abilità nell'imitare gli accenti, l'attore Tim Roth è nato Timothy Simon Roth il 14 maggio 1961 a Lambeth, Londra, Inghilterra. Sua madre, Ann, era insegnante e pittrice paesaggistica. Suo padre, Ernie, era un giornalista che aveva cambiato il cognome da "Smith" a "Roth"; Ernie è nato a Brooklyn, New York, da una famiglia immigrata di origine irlandese.

Tim è cresciuto a Dulwich, una zona della classe media nel sud di Londra. Ha dimostrato il suo talento nel raccogliere accenti in tenera età quando ha frequentato la scuola a Brixton, dove ha dovuto affrontare persecuzioni da parte dei compagni di classe per il suo background confortevole e ha rapidamente perfezionato un accento di cockney per fondersi. Ha frequentato il Camberwell Art College e ha studiato scultura prima di abbandonare recitazione.

La prima grande occasione dell'attore biondo è stata il film TV britannico Made in Britain (1982). Roth ha fatto un enorme colpo in quel film come un giovane skinhead di nome Trevor. Successivamente ha lavorato con il regista Mike Leigh su Meantime (1983), che ha annoverato tra i suoi progetti preferiti. Ha debuttato sul grande schermo quando ha riempito per Joe Strummer nel Stephen Frears neo-noir Vendetta (1984). Roth ha guadagnato più attenzione per il suo turno nel ruolo di Vincent Van Gogh Vincent & Theo (1990) e il suo lavoro opposto Gary Oldman nel Rosencrantz e Guildenstern sono morti (1990).

Si trasferisce a Los Angeles in cerca di lavoro e attira l'attenzione del giovane regista Quentin Tarantino . Tarantino aveva immaginato Roth come un possibile Mr. Blonde o Mr. Pink nel suo colpo di rapina Le iene (1992), ma Roth fece una campagna per il ruolo di Mr. Orange, e alla fine vinse la parte. Si è rivelata una grande svolta per Roth, poiché il pubblico ha avuto difficoltà a dimenticare la sua esibizione come membro di un gruppo di ladri di gioielleria che sta lentamente sanguinando a morte. Tarantino ha scelto di nuovo Roth nel film simbolo Pulp Fiction (1994). Roth e attrice Amanda Plummer interpretava un paio di ladri che reggevano un ristorante. Il 1995 ha visto la terza delle collaborazioni di Roth con Tarantino, una performance sorprendentemente schiaffeggiata nel film antologico Four Rooms (1995). Nello stesso anno Roth ha ottenuto una nomination all'Oscar per il suo turno campy come cattivo nel pezzo d'epoca Rob Roy (1995).

Continuando ad assumere ruoli diversi, Roth ha cantato da solo (con un accento americano da avviare) nel leggero Woody Allen musicale Tutti dicono I Love You (1996). Ha recitato di fronte Tupac Shakur nell'ultimo film di Shakur, la commedia contorta Gridlock’d – Istinti criminali (1997). La coppia ha ricevuto avvisi critici positivi per la loro chimica comica. In contrasto con i criminali e i cattivi che affollano il suo CV, il lavoro di Roth come innocente pianista marinaro nel Giuseppe Tornatore film La leggenda del pianista sull’oceano (1998) è diventato una delle preferite dai fan. La tariffa più grossa seguì quando Roth fece il suo debutto alla regia con Zona di guerra (1999), un dramma franco e acclamato dalla critica su una famiglia lacerata dall'incesto. Ha fatto la sua prossima apparizione di alto profilo come attore nel ruolo del generale Thade, un malvagio simian nel Tim Burton remake di Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie (2001). Roth era, ovviamente, quasi irriconoscibile nel suo trucco da primate.

Roth ha continuato a godere di un mix di opere d'arte e opere tradizionali, incluso tutto dal ruolo principale in Francis Ford Coppola è esoterico Un’altra giovinezza (2007) per diventare "The Abomination" nel film di successo con effetti speciali L’incredibile Hulk (2008). Roth ha assunto il suo primo grande ruolo televisivo americano quando ha firmato per la serie Fox-TV Lie to Me (2009)

Luogo di nascita: London, England, UK
Data di nascita: 14/05/1961

Lascia un commento

jfb_p_buttontext