Sylvia Sidney: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Sylvia Sidney

Sylvia Sidney è nata a New York City, nel distretto del Bronx, l'8 agosto 1910 con il nome di nascita di Sophia Kosow. Suo padre era nato in Russia e sua madre era nata in Romania. Divorziarono non molto tempo dopo la sua nascita. Successivamente sua madre si risposò e Sylvia fu adottata dal patrigno, Sigmund Sidney.

Sylvia era una bambina timida e i suoi genitori cercarono di incoraggiarla a essere più estroversa e socievole. Da adolescente, Sylvia aveva deciso che voleva una carriera teatrale. Mentre la maggior parte dei genitori avrebbe guardato in basso a un simile annuncio, Sylvia è stata incoraggiata a perseguire il sogno che aveva fatto. È stata iscritta alla Theatre Guild's School for Acting. Sylvia in seguito ha ammesso che quando ha deciso di diventare un'attrice teatrale a 15 anni, non è stata colpita dallo star che le è venuto in mente, ma l'espressione di bellezza che comprendeva la recitazione. Voleva solo essere identificata con buone produzioni. Una produzione scolastica si è tenuta in un teatro di Broadway e tra il pubblico c'era un critico del New York Times che non aveva altro che recensioni entusiastiche per la giovane Miss Sidney. Forte della sua esibizione a New York, Sylvia è apparsa in una commedia al famoso Poli Theatre di Washington, DC. Seguirono altre produzioni teatrali, ognuna migliore della precedente e non passò molto tempo prima che i magnati del cinema fossero alle porte.

Sylvia appariva nella produzione teatrale di "Crime" quando fece la sua prima apparizione sul grande schermo nel 1927. Il film in questione era "Broadway Nights", che trattava di personaggi del teatro di cui Sylvia era una. Dopo il film è tornata sul palco dove è apparsa in creazioni che erano, per la maggior parte, dimenticabili.

Mentre le commedie si prosciugano, Sylvia si trasferisce in Colorado per fare un tour con una società per azioni. In seguito è tornata a Broadway per una serie di altri spettacoli teatrali. Nel 1929, Sylvia era sul grande schermo con "The Different Eyes" nel ruolo di Valerie Briand. Ci fu un altro film, "Five Minutes From The Station" l'anno successivo. Sylvia stava lentamente lasciando il palco per gli studi di produzione della Paramount. Il 1931 la vide apparire in cinque film, di cui "City Streets" la fece diventare una star. Era ben consapevole di sostituire il grande arco di Clara, che ormai soffriva di una grave depressione. Il contrasto tra le due attrici è stato davvero eccezionale e il film è stato un successo. Sylvia con gli occhi tristi ha avuto un impatto tremendo e la sua carriera cinematografica è andata a vuoto. Il suo prossimo film fu "Ladies of The Big House" più tardi nel '31. Sylvia ha interpretato Kathleen Storm, parte di una coppia incastrata per un omicidio che non hanno commesso. Il film ha fatto enormi profitti al botteghino. Insieme a Fredric March, nel 1932 realizza "Merrilly We Go To Hell". I risultati del film furono, ancora una volta, un successo senza pari. Successivamente ha realizzato "Madame Butterfly" come geisha girl, Cho-Cho San. Qui ha suonato in una delle peggiori produzioni fino ad oggi. La maggior parte dei critici ha convenuto che la performance di Miss Sidney ha salvato il film dal disastro totale. Nel 1933, Sylvia ha recitato in "Jeannie Gerhardt" nel ruolo con lo stesso nome. Ancora un altro destino e oscurità, ha interpretato una ragazza assillata dalla povertà e dalla morte del suo giovane marito prima che il loro bambino potesse nascere. Questo si è rivelato essere una bella prestazione e un bel film. Sylvia ha ricevuto i riflettori delle stelle nel "Good Dame" del 1934. Nonostante la sua grande interpretazione, il film fallì miseramente al botteghino, in parte a causa dell'errore del co-protagonista Fredric March. Sylvia ha segnato alla grande con la critica cinematografica "Mary Burns, Fugitive" (1935). Qui ha interpretato un proprietario di ristorante rispettoso della legge che si innamora di un gangster alla grande. La sua interpretazione è stata offuscata dall'apparizione di Alan Baxter che ha interpretato in modo eccezionale il ruolo del gangster. Quel film è stato rapidamente seguito da "Accent On Youth" in cui interpretava Linda Brown, una giovane donna che era affascinata dagli uomini più anziani. Nel 1938, Sylvia ha suonato in "You and Me" al fianco di George Raft. I critici cinematografici gli hanno dato recensioni contrastanti e per questo non è andato bene al botteghino. Successivamente, i ruoli hanno iniziato a dissiparsi. Sylvia ha filmato "Un terzo di una nazione" e poi non è stata vista di nuovo fino a "The Wagons Roll at Night" (1941).

Ci fu una pausa di quattro anni prima di "Blood On The Sun". Nel 1946, Sylvia recitò in "The Searching Wind", dove interpretava Cassie Bowman. Il film era basato su una commedia di Broadway, ma non si trasferì bene sul grande schermo. Il film è stato ampiamente considerato troppo serio e al flop con i fan del film. Dopo "Love From A Stranger" del 1947 non apparve più fino a "Les Miserables" nel 1952. Solo altri tre film seguirono quel decennio. Non c'erano film negli anni '60. Dopo essere apparsa in un film per la televisione, Sylvia è tornata sul grande schermo in "Summer Wishes, Winter Dreams". Con alcune apparizioni cinematografiche, qua e là, è apparsa in diversi film per la TV. Nel 1988, è apparsa come Giunone nel mega successo "Beetlejuice". Il suo ultimo film per il grande schermo è stato "Mars Attacks"! nel 1996. Nel 1998 è stata Clia nella serie TV "Fantasy Island". Sylvia è morta il 1 ° luglio 1999 per cancro alla gola. Alla fine, ha dimostrato di essere un'attrice molto esperta.

Luogo di nascita: New York City, New York, USA
Data di nascita: 09/08/1910
Data di morte: 01/07/1999

Lascia un commento