Robert Ryan: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Robert Ryan

Il distinto attore statunitense e attivista di lunga data per i diritti civili Robert Bushnell Ryan è nato a Chicago, nell'Illinois, da Mable Arbutus (Bushnell), segretario, e Timothy Aloysius Ryan, la cui famiglia benestante possedeva una società immobiliare. Suo padre era di origini irlandesi e sua madre era di origini inglesi e irlandesi. Ryan ha prestato servizio negli Stati Uniti Marines come sergente di esercitazione (vincendo un campionato di boxe) e ha continuato a diventare una figura chiave nel dopoguerra americano e nelle produzioni occidentali.

Ryan ha attirato l'attenzione critica per le sue prestazioni dinamiche come bullo antisemita nel superbo Odio implacabile (1947), come un pugile sopra la collina che rifiuta di cadere Stasera ho vinto anch’io (1949) e come poliziotto ostile e sfinito Neve rossa (1951). Il fisico atletico di Ryan, lo sguardo intenso e i toni autoritari e netti, lo hanno reso un attore ideale per il mondo oleoso del genere Film Noir, e ha contribuito con solide prestazioni a molti film di Noir, di solito come un cattivo vile. Ryan ha giocato un degno avversario per il cacciatore di taglie James Stewart nel Anthony Mann diretto occidentale Lo sperone nudo (1953), ha bloccato le corna con un intrepido investigatore Spencer Tracy nel suspense Giorno maledetto (1955) e recitato a fianco Harry Belafonte nel cupo film di gangster Strategia di una rapina (1959). Inoltre, l'inventivo Ryan eccelleva come lo spietato "John Claggart" Billy Budd (1962) e due diversi generali statunitensi della Seconda Guerra Mondiale – i primi nel mondo delle stelle Il giorno più lungo (1962) e poi in La battaglia dei giganti (1965).

Per i successivi otto anni prima della sua prematura scomparsa nel 1973, Ryan ottenne alcuni ruoli straordinari in una miscela di produzioni aiutate ciascuna dalle sue abilità recitative di alto livello che lasciarono forti impressioni sul pubblico cinematografico. Era uno degli uomini duri assunti per inseguire i rapiti Claudia Cardinale nell'azione bollita di I professionisti (1966), un colonnello dell'esercito per scontato che si scontra con un maggiore dell'esercito molto poco ortodosso Lee Marvin nel Quella sporca dozzina (1967) e un cacciatore di taglie amareggiato (di nuovo) costretto a dare la caccia al vecchio amico William Holden nel violento Sam Peckinpah classico occidentale Il mucchio selvaggio (1969). L'ultima performance sullo schermo di Ryan è stata nella produzione eccezionale di The Iceman Cometh (1973) basato sul Eugene O’Neill giocare e anche recitare Lee Marvin e Fredric March .

La leggenda vuole che Sam Peckinpah si è scontrato molto vivacemente con Ryan durante la realizzazione di Il mucchio selvaggio (1969); tuttavia Peckinpah alla fine si ritirò quando un membro dell'equipaggio ricordò a Sam la competenza di Robert Ryan con i pugni!

Principalmente un uomo di convinzioni pacifiste, Ryan trovava spesso una sfida interpretare personaggi sadici e razzisti che erano in contrasto con i suoi ideali personali. Inoltre, Ryan ha fatto attivamente una campagna per migliorare i diritti civili, limitando la crescita delle armi nucleari, e si è fortemente opposto al maccartismo e al suo abuso di persone che molti credevano innocenti. Un attore di talento, intelligente e potente, Robert Ryan morì l'11 luglio 1973 per cancro ai polmoni.

Luogo di nascita: Chicago, Illinois, USA
Data di nascita: 11/11/1909
Data di morte: 11/07/1973

Lascia un commento

jfb_p_buttontext