Radha Mitchell: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Radha Mitchell

Radha Mitchell (nata il 12 novembre 1973) è un'attrice australiana. Ha iniziato la sua carriera recitando in varie serie TV e film australiani, e in seguito è diventata famosa per la sua apparizione nei film di Hollywood. Mitchell, originaria di Melbourne, ha iniziato a recitare quando era ancora al liceo e ha fatto il suo debutto professionale nella famosa soap australiana, Neighbours (1985) nel 1994. Due anni dopo, ha fatto il suo debutto cinematografico nella commedia romantica Amore e altre catastrofi (1996), in cui ha recitato come una studentessa universitaria che sta vivendo una rottura disordinata. Il film si è rivelato abbastanza popolare in Australia, ma non è stato fino a quando non è stata scelta High Art (1998) che Mitchell ottenne un'introduzione a un pubblico più ampio. Il successo di critica di "High Art" le ha permesso di fare più lavori internazionali, e la sua crescente popolarità si è riflessa nel suo casting successivo in una serie di progetti. Tra loro c'erano Pitch Black (2000), un film horror di fantascienza in cui Mitchell ha interpretato un pilota la cui nave si schianta su un pianeta ostile, e Everything Put Together (2000), un dramma in cui interpreta una donna di periferia rifiutata dai suoi coetanei dopo la morte del suo bambino. La sua carriera è continuata con una serie diversificata di film, tra cui Nobody’s Baby (2001), Man on Fire – Il fuoco della vendetta (2004), Neverland – Un sogno per la vita (2004) e ottenendo il comando in Woody Allen 'S Melinda e Melinda (2004). Questi ultimi tre film sono usciti tutti sugli schermi nel 2004 e, sebbene continuassero a lavorare costantemente, non ha mai capitalizzato del tutto il brusio che ha generato quell'anno. I suoi altri crediti includono Silent Hill (2006), Henry Poole – Lassù qualcuno ti ama (2008), Il mondo dei replicanti (2009) e La città verrà distrutta all’alba (2010).

Luogo di nascita: Melbourne, Victoria, Australia
Data di nascita: 12/11/1973

Lascia un commento

jfb_p_buttontext